Visti e procedure doganali


  • Ucraina

  • Israele

  • Canada

  • Regno Unito

  • Cipro

  • Zona Schengen

  • Georgia

  • Svizzera

  • India

  • Azerbaijan

  • Cina

  • Egitto

  • Indonesia

  • Stati Uniti

  • Turchia
Ucraina
Israel

LE RACCOMANDAZIONI DEL MINISTERO DEGLI ESTERI DELL’UCRAINA AI CITTADINI DELL’UCRAINA SULL’ORDINE DI ENTRATA NEL TERRITORIO DELLO STATO DI ISRAELE

A partire dal 09.02.2011 nelle relazioni bilaterali ucraino-israeliane si applica l’Accordo tra il Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina e il Governo dello Stato di Israele sulla rinuncia agli obblighi di visto.

A questo proposito, i cittadini ucraini dovrebbero essere consapevoli del fatto che il regime di esenzione dal visto istituito dal suddetto Accordo si applica solo ai viaggi intrapresi per il turismo, gli affari e l’ospitalità o per le cure mediche nelle istituzioni mediche israeliane e non offre opportunità di lavoro.

Per avere un diritto al lavoro in Israele, un cittadino ucraino deve richiedere all’Ambasciata israeliana in Ucraina un visto di lavoro (B-1), rilasciato con il permesso del Ministero degli Affari Interni di questo paese.

Questo aspetto dovrebbe essere preso in particolare considerazione, poiché, secondo la parte israeliana, l’intensificazione delle procedure di screening e l’aumento dei divieti d’ingresso sono associati all’aumento del numero di ucraini che soggiornano illegalmente in Israele dopo 90 giorni, anche per i scopi dell’occupazione illegale.

Facciamo un appello ai cittadini ucraini che intendono visitare Israele di prendere con la responsabilità il loro viaggio in Israele e fare i loro viaggi in conformità con lo scopo dichiarato del viaggio e altre disposizioni dell’Accordo.

Se visiti Israele in termini del regime di esenzione dai visti dovresti essere pronto a dimostrare in modo convincente e con l’aiuto di documenti lo scopo del tuo viaggio in aeroporto, poiché l’autorità di prendere la decisione finale sull’ammissione nel territorio del paese spetta al funzionario di frontiera / servizi di migrazione.

Ad esempio, si consiglia ai turisti di avere un biglietto di andata e ritorno, la conferma di una prenotazione alberghiera e l’acquisto di un prodotto turistico, una somma di denaro sufficiente per il soggiorno programmato in Israele e una polizza assicurativa sanitaria.

Le persone che arrivano per l’ospitalità o le cure mediche devono avere un invito personale con i dati personali e i contatti della parte ospitante / dell’ospedale. È inoltre necessario disporre di un biglietto di andata e ritorno e di una somma di denaro sufficiente per il soggiorno .

Per i cittadini non israeliani che desiderano invitare un ucraino è meglio di concordare tale invito presso l’Ufficio Territoriale del Servizio di Popolazione e Immigrazione dell’Israele.

Attenzione! Va notato che per gli stranieri, compresi i cittadini ucraini, che entrano in Israele per ricongiungersi con il proprio coniuge - un cittadino israeliano dopo la registrazione del matrimonio o della convivenza senza registrazione del matrimonio, così come ai loro figli hanno istituito una procedura speciale d’ingresso.

In questo caso, il cittadino israeliano dovrebbe richiedere al Ministero degli Affari Interni un appuntamento al Dipartimento visti per iniziare la procedura di legalizzazione del coniuge / convivente e invitarlo in Israele.

Per l’appuntamento è necessario preparare i documenti comprovanti l’intenzione di convivenza nonché i documenti personali del coniuge / convivente straniero. Solo dopo aver ottenuto il permesso ufficiale del Ministero degli Affari Interni un coniuge / convivente straniero può entrare in Israele.

Al tempo stesso si consiglia ai cittadini ucraini durante la pianificazione di un viaggio in Israele di essere preparati al rifiuto d’ingresso.

Durante l’intervista, dovresti agire con calma e attenzione, rispondendo chiaramente alle domande della guardia di frontiera. Dato che lo stesso processo di intervista è piuttosto stressante, le emozioni non necessarie non contribuiranno in alcun modo al suo completamento a tuo favore, perché saranno prese come una prova contro le tue intenzioni dichiarate.

In caso della decisione nei tuoi confronti di vietare l’ingresso, hai il diritto di presentare un ricorso in tribunale, il che (l’intenzione di presentare un ricorso) devi notificare alle guardie di frontiera e contattare gli avvocati locali (puoi scegliere un avvocato con l’assistenza della parte ospitante o utilizzando i servizi degli avvocati elencati sul sito dell’Ambasciata dell’Ucraina nello Stato di Israele nella sezione “Questioni consolari”).

Va notato che il personale dell’Ambasciata d’Ucraina nello Stato di Israele non può influenzare il processo decisionale sull’immigrazione e la procedura di ricorso, stabilita dalla legge israeliana non prevede la partecipazione di diplomatici come parti in causa, le quali sono le persone stesse o i loro rappresentanti legali (gli avvocati)

Separatamente, chiediamo ai cittadini ucraini di informare le autorità ucraine competenti sui casi dell’uso delle attività turistiche a copertura di attività illegali, compresi il favoreggiamento e l’organizzazione della migrazione illegale in Israele. Tali attività senza scrupoli portano all’intensificazione delle misure di controllo delle frontiere contro i cittadini ucraini con le conseguenze adeguate per i nostri compatrioti, compresi quelli che hanno le intenzioni sincere di soddisfare le loro esigenze culturali, religiose, commerciali e di altro tipo quando viaggiano all’estero in conformità con i documenti internazionali conclusi e alla legislazione applicabile.

Si prega di prendere in considerazione che l’avviamento al lavoro per i cittadini ucraini in Israele "nell’ambito del regime di esenzione dal visto" che ora è ampiamente pubblicizzato nel segmento ucraino di Internet, viola le disposizioni dell’Accordo ucraino-israeliano sulla rinuncia ai agli obblighi di visto e la legislazione attuale e i suoi autori danneggiano gli interessi degli ucraini e le relazioni ucraino-israeliane in generale.

Inoltre, i cittadini ucraini che si recano in Israele in tali circostanze di solito cadono in preda ai truffatori che offrono loro servizi per un’ulteriore legalizzazione dello status richiesto all’interno del paese, dando un visto o una carta d’identità falis. Oltre ai sostanziali costi finanziari richiesti dagli autori di truffe, i nostri compatrioti che violano le norme e i requisiti della normativa vigente in Israele sono soggetti a responsabilità amministrativa / penale.

Ministero degli affari esteri dell’Ucraina

Canada
Regno Unito

PER I PASSEGGERI CHE VIAGGIANO VERSO INGHILTERRA

Su link sottostanti è possibile ottenere delle informazioni in merito alle procedure di formalità d’immigrazione all’aeroporto internazionale di Londra Gatwick:

  • Una guida per il rapido passaggio del controllo di frontiera UK border per Natale
    Questa pagina informa i passeggeri di seguente:
    • quale linea di controllo si dovrebbe scegliere: UE/Inghilterra (cittadini UE/Inghilterra) o Non UE (per cittadini di paesi non UE)
    • chi può utilizzare le porte ePassport gates negli aeroporti
    • cosa si dovrebbe preparare in anticipo ed avere a portata di mano per passare il controllo;
    • In che modo i viaggiatori provenienti dai paesi non UE possono utilizzare il servizio di Registered Traveller, che consente di passare un controllo UK border più rapidamente.
Cipro

PRO - VISTO ELETTRONICO A CIPRO PER I CITTADINI DELL’UCRAINA

L’ingresso nel territorio della Repubblica di Cipro è possibile se si dispone di un pro-visto elettronico, un visto nazionale della Repubblica di Cipro, un visto Schengen turistico (categoria C) o un visto turistico di Bulgaria, Romania e Croazia (categoria C).

Il Pro-visto elettronico ti consente di richiedere un visto d’ingresso in formato elettronico e di ottenere un visto d’ingresso gratuito una tantum di categoria C (turistico) per un massimo di 90 giorni.

Per ottenere un pro-visto elettronico sono necessari:

  • I biglietti per un volo dall’Ucraina diretto (non da / attraverso paesi terzi) verso la Repubblica di Cipro. Nella direzione opposta un volo diretto è facoltativo.
  • Il passaporto per l’estero valido per almeno 6 mesi dalla data di presentazione del modulo di domanda elettronico per l’ottenimento del pro-visto.
  • Il modulo che può essere scaricato dal sito web dell’Ambas all’indirizzo e-mail visa-kiev@mfa.gov.cy.

Il rilascio del visto elettronico richiede da 3 giorni lavorativi o più. Il modulo di domanda di visto deve essere presentato entro e non oltre 3 giorni lavorativi e non prima di 3 mesi del viaggio programmato.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web dell’Ambasciata della Repubblica di Cipro e presso il Dipartimento Consolare.

Zona Schengen
Georgia
Svizzera

Per i passeggeri che viaggiano da/per Zurigo

Il passaggio del controllo sulla sicurezza aerea nell’aeroporto di Zurigo. Scaricare il documento →

L’aeroporto di Zurigo: informazioni per i passeggeri in transito. Scaricare il documento →

La sala business all’aeroporto di Zurigo: l’aeroporto internazionale di Zurigo offre ai passeggeri di business classe e ai possessori di carte Panorama Club Premium una disponibile sala business Aspire Lounge situata nel Terminal Dock E. 

India
Azerbaijan

Per i passeggeri che viaggiano da/per l’Azerbaijan

Secondo la Legge della Repubblica Azerbaijan Nr. 1079-IVQD dal 17.10.2014 "Sulle modifiche al Codice di Migrazione della Repubblica dell’Azerbaijan" ai sensi degli articoli 21.1 e 21.2 del "Codice migrazione della Repubblica Azerbaijan" gli stranieri e gli apolidi i quali risiedono temporaneamente nel territorio della Repubblica di Azerbaijan più di 10 giorni, sono tenuti a richiedere l’iscrizione anagrafica presso il Servizio statale di migrazione della Repubblica dell’Azerbaijan entro 10 giorni dopo l’ingresso nel paese.

Richiedere l’iscrizione anagrafica si può rivolgendosi personalmente o inviando il compilato e scannerizzato questionario - domanda dell’iscrizione anagrafica con dati personali allegato ad una copia del passaporto (pagina dei dati e la pagina con una nota sull’ultima entrata) per via e-mail qeydiyyat@migration.gov.az

Per le informazioni più dettagliate si prega di consultare il sito web del Servizio statale di migrazione della Repubblica dell’Azerbaijan .

Il numero di telefono del Servizio statale di migrazione della Repubblica per informazioni – 919.

Attenzione! In caso di violazione della richiesta specificata è prevista la responsabilità amministrativa sotto forma di una multa di 400 manat azeri (500 dollari USA) o degli ulteriori restrizioni dell’ingresso nel paese per almeno 1 anno.

Cina

PECHINO: TRANSITO SENZA VISTO

I cittadini stranieri che soggiornano a Pechino per un periodo non superiore a 72 ore e sono in possesso dei passaporti di paesi per i quali è consentito di transitare senza visto per un massimo di 72 ore, possono ottenere il permesso dalle Autorità di immigrazione dell’Aeroporto Internazionale di Pechino per un soggiorno di transito senza visto in Cina. Questa politica si applica solo agli stranieri che arrivano, si trovano sul territorio e partono da Pechino.

Secondo le norme del Ministero della pubblica sicurezza della Repubblica popolare cinese (RPC), un permesso di transito senza visto può essere rilasciato agli stranieri che soddisfano tutti i requisiti di seguito riportati:

  • hanno un passaporto rilasciato da uno dei 51 paesi elencati di seguito;
  • hanno i documenti di viaggi internazionali validi;
  • soddisfano i requisiti per l’ingresso in un paese terzo di destinazione;
  • hanno i biglietti validi per un aereo con il transito confermato con la partenza entro e non oltre le 72 ore e transitano attraverso l’aeroporto internazionale di Pechino per un paese terzo.

La politica di transito senza visto per un periodo non superiore a 72 ore si applica ai titolari di passaporto dei seguenti paesi: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Russia , Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Irlanda, Cipro, Bulgaria, Romania, Ucraina, Serbia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Macedonia, Albania, Stati Uniti, Canada, Brasile, Messico, Argentina, Cile, Australia, Nuova Zelanda, Corea del Sud, Giappone, Singapore, Brunei, Uniti Emirati Arabi, Qatar.

Egitto

EGITTO: CARTA DI IMMIGRAZIONE

Si prega di notare che tutti i passeggeri in partenza dal Cairo, in Egitto, compresi coloro che hanno effettuato il check-in online, con o senza bagaglio, devono ricevere la carta di immigrazione al banco di check-in dell’aeroporto, compilarla e presentarla durante la procedura di controllo passaporti all’uscita.

Indonesia

INDONESIA: L’INGRESSO SENZA VISTO

L’Indonesia ha introdotto l’ingresso senza visto per un massimo di 30 giorni per i cittadini di 169 paesi stranieri, compreso per i cittadini dell’Ucraina.

Per attraversare il confine, i cittadini ucraini devono presentare:

  • il passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di arrivo in Indonesia;
  • i biglietti di ritorno o biglietti della partenza per un altro paese (nel caso di transito).

Per le informazioni più dettagliate si prega di consultare il sito web dell’Ambasciata dell’Ucraina in Indonesia.

Stati Uniti

CONTROLLO PASSAPORTI MOBILE PER CITTADINI DEGLI STATI UNITI E CANADA

Nella sala immigrazione del Terminal 7 dell’Aeroporto Internazionale in nome di John Kennedy a New York, è stata introdotta la tecnologia Mobile Passport Control che permette di accelerare il passaggio del controllo doganale per i cittadini degli Stati Uniti e del Canada, nonché di ridurre i tempi di attesa per gli altri passeggeri.

Applicazione MPC – Mobile Passport Control per controllo mobile dei passaporti sviluppato dalla corporazione Airside Mobile con la partecipazione del Servizio doganale e di frontiera degli Stati Uniti (CBP) e Consiglio Internazionali di aeroporti (ACI). L’applicazione viene utilizzata in molti aeroporti degli Stati Uniti. Le informazioni dettagliate sono disponibili sul sito web ufficiale Mobile Passport control.

I proprietari dei passaporti americani e canadesi possono scaricare l’applicazione gratuita MPC sullo smartphone, creare un profilo personale (nome, cognome, data di nascita, cittadinanza) ed usarlo durante i viaggi. All’arrivo in aeroporto John F. Kennedy (JFK) bisogna compilare tramite MPC la dichiarazione doganale. Dopo di che sul dispositivo mobile verrà inviata una mail di conferma con un QR-codice che viene letto dal servizio CBP nelle cabine attrezzate con gli scanner.

Vantaggi di MPC

  • Non faccia la fila – utilizzi il corridoio espresso MPC.
  • Crei il Suo profilo e lo usi nei viaggi futuri.
  • Non è necessario compilare un modulo cartaceo.
  • La presenza del potente protezione della privacy.
  • Il servizio è GRATUITO.

Per facilitare le procedure di immigrazione, al Terminal T dell’aeroporto JFK sono anche installati i chioschi di controllo passaporti automatizzati (Automated Passport Control – APC). Il servizio APC è disponibile per i viaggiatori che hanno ottenuto l’autorizzazione tramite il sistema elettronica di autorizzazione all’entrata (ESTA) nell’ambito del Programma dell’ingresso senza visto. APC ridurrà significativamente i tempi di attesa per molti passeggeri che arrivano a New York attraverso l’aeroporto John F. Kennedy (JFK).

Turchia

I viaggi reciproci dei cittadini ucraini e georgiani sulla base di passaporti interni sotto forma di ID-carta.