Artículo 15 de la Ley ucraniana "De la condición jurídica de los extranjeros y apátridas"

Articolo 15 della Legge ucraina "Sullo stato legale degli stranieri e degli apolidi"

Documenti richiesti agli stranieri e agli apolidi per l'entrata e/o uscita dall'Ucraina

1. Per l'entrata e l'uscita dall'Ucraina sono validi i seguenti requisiti:

  • per gli stranieri e gli apolidi si richiede un passaporto dotato di apposito visto, a meno che non sia stata stipulata una diversa procedura di entrata/uscita secondo le leggi o i trattati internazionali dell'Ucraina;
  • per gli stranieri che risiedono permanentemente nel territorio dell'Ucraina si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno permanente;
  • per gli apolidi che risiedono permanentemente nel territorio dell'Ucraina si richiede un titolo di viaggio internazionale per apolidi;
  • per gli stranieri e gli apolidi riconosciuti come rifugiati in Ucraina o persone bisognose di protezione speciale in Ucraina si richiede un titolo di viaggio internazionale;
  • per gli stranieri e gli apolidi coniugati con cittadini ucraini si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi coniugati con persone che rientrano nelle categorie menzionate nelle sezioni da 2 a 12 dell'Articolo 4 della presente Legge si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi che risiedono in Ucraina per motivi di lavoro si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi che risiedono in Ucraina allo scopo di partecipare a progetti internazionali di assistenza tecnica si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi che risiedono in Ucraina allo scopo di partecipare ad attività svolte da organizzazioni religiose si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi che risiedono in Ucraina allo scopo di partecipare ad attività svolte da succursali, dipartimenti, uffici di rappresentanza altre unità strutturali di organizzazioni pubbliche (non governative) di Stati stranieri, si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi impiegati in uffici di rappresentanza di entità commerciali straniere in Ucraina si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi impiegati in succursali o uffici di rappresentanza di banche straniere nel territorio dell'Ucraina si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi che risiedono in Ucraina a scopo di attività culturali, scientifiche (accademiche) ed educative svolte sulle basi e secondo le modalità previste dai trattati internazionali dell'Ucraina o da programmi speciali, e per gli stranieri e gli apolidi che risiedono in Ucraina allo scopo di partecipare a programmi internazionali e regionali di volontariato o ad attività di organizzazioni di volontariato regolarmente registrate in Ucraina, si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi impiegati come corrispondenti o rappresentanti di mass media stranieri nel territorio dell'Ucraina si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri e gli apolidi che studiano presso istituti di formazione per un minimo di un anno si richiedono un passaporto e un permesso di soggiorno temporaneo;
  • per gli stranieri che sono cittadini degli Stati aventi diritto all'ingresso in Ucraina senza visto secondo le leggi dell'Ucraina o secondo un trattato internazionale dell'Ucraina, si richiede un passaporto o altro documento secondo quanto previsto nel trattato internazionale dell'Ucraina;
  • per gli stranieri che sono cittadini degli Stati che hanno stipulato accordi sul traffico frontaliero locale si richiedono documenti che autorizzino al varco del confine di stato nei limiti del traffico frontaliero locale, emessi da missioni diplomatiche e uffici consolari in Ucraina ai sensi della procedura prevista dal Ministero degli affari esteri dell'Ucraina.

2.  I dipendenti di missioni diplomatiche, uffici consolari, uffici di rappresentanza di organizzazioni internazionali e missioni di stato presso organizzazioni internazionali con sede centrale in Ucraina, che siano accreditati dal Ministero degli affari esteri dell'Ucraina e godano di immunità e privilegi diplomatici secondo gli statuti di tali organizzazioni o secondo i relativi trattati internazionali dell'Ucraina, e i loro familiari possono entrare in Ucraina con passaporto e tesserini di accreditamento.

 

Articolo 14 della Legge ucraina "Sullo stato legale degli stranieri e degli apolidi"

Il rimpatrio di stranieri e apolidi non aventi i requisiti per l'ingresso in Ucraina

1. Gli stranieri e gli apolidi non aventi i requisiti per l'ingresso in Ucraina, al tentativo di attraversamento del posto di controllo della frontiera ucraina non potranno superare il confine di stato dell'Ucraina e dovranno quanto prima essere rimpatriati nel luogo di provenienza o nello Stato che ha emesso il loro passaporto.
Qualora non fosse possibile il rimpatrio immediato di uno straniero o di un apolide, questi dovrà soggiornare presso il posto di controllo della frontiera ucraina fino al momento del rimpatrio.
Gli stranieri e gli apolidi in questione vedranno apposta sul proprio passaporto una notifica che ne proibisce l'ingresso in Ucraina per il periodo di tempo specificato nella decisione presa ai sensi della Sezione 3 dell'Articolo 13 della presente Legge.

2.  Gli stranieri e gli apolidi che dovessero attraversare illegalmente il confine di stato dell'Ucraina, evitando i posti di controllo frontalieri, verranno trattenuti e, qualora la loro violazione delle leggi dell'Ucraina non dovesse comportare una responsabilità penale, verranno rimpatriati nel Paese di precedente residenza secondo la procedura prescritta.
Tali stranieri e apolidi riceveranno il divieto di ingresso in Ucraina per un periodo di tre anni. Le informazioni relative a queste persone saranno inserite, secondo la modalità prescritta dal Consiglio dei ministri dell'Ucraina, nella Banca dati delle persone che secondo le leggi dell'Ucraina non hanno il permesso di ingresso in Ucraina oppure hanno subito una limitazione temporanea del diritto di partenza dall'Ucraina.

3.  Gli stranieri e gli apolidi trattenuti saranno sottoposti al rilevamento delle impronte digitali da parte delle autorità di frontiera e, qualora ciò risultasse necessario, dovranno sottoporsi al rilevamento di altri dati biometrici ai sensi di legge.

 

Articolo 141della Legge ucraina "Sullo stato legale degli stranieri e degli apolidi"
Rimpatrio di stranieri e apolidi nel territorio di soggiorno temporaneo

1. Gli stranieri e gli apolidi che siano arrivati presso il posto di controllo per l'ingresso/uscita dal territorio di soggiorno temporaneo senza il permesso richiesto non potranno attraversare il confine e dovranno quanto prima essere rimpatriati nel territorio di soggiorno temporaneo da cui sono arrivati o nello Stato che ha emesso il loro passaporto.
Qualora non fosse possibile il rimpatrio immediato di uno straniero o di un apolide, questi dovrà soggiornare presso il posto di controllo per l'ingresso/uscita fino al momento del rimpatrio.
Gli stranieri e gli apolidi in questione vedranno apposta sul proprio passaporto una notifica che ne proibisce l'ingresso in Ucraina per il periodo di tempo specificato nella decisione presa ai sensi della Sezione 3 dell'Articolo 13 della presente Legge.