Informazioni generali

IL PERCORSO STORICO DI UIA

La compagnia aerea “Ukraine International Airlines” è stata fondata nel 1992 come un vettore nazionale (di base) del nuovo stato indipendente. I fondatori dell'UIA furono l'Associazione per l'Aviazione Civile dell'Ucraina e la più grande società di leasing irlandese GPA (successivamente - AerCap B.V.).

Durante i 15 anni di lavoro UIA è riuscita ad attrarre i nuovi investitori strategici e finanziari. Nel 1995, il pacchetto azionario statale è stato trasferito al Fondo dei beni pubblici dell'Ucraina. Nel 1996, agli azionisti di UIA si sono aggiunte le compagnie aeree “Austrian Airlines” e “Swissair”, e nel 2000 - la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS).

Il modello organizzativo della società a capitale misto pubblico-privato ha consentito a UIA di utilizzare i punti di forza di tutti gli azionisti: adottare l'esperienza internazionale nel campo del trasporto passeggeri e introdurre le migliori pratiche nelle aree di gestione aziendale, manutenzione e servizio.

Nella fase iniziale, il compito principale dell'UIA era quello di stabilire collegamenti aerei diretti con le capitali e le città chiave dell'Europa occidentale, che la compagnia aerea ha affrontato con successo implementando un modello point-to-point e ampliando sistematicamente la rete di rotte.

history-text-banner-1-1

Alla fine del 2009, l'UIA è diventata uno dei principali attori nel campo del trasporto aereo in Ucraina con una quota di mercato del 20%. Gli ulteriori sviluppi hanno richiesto un cambiamento radicale di rotta, che ha coinciso con un cambio della forma di proprietà della compagnia aerea nel 2010. Il fattore chiave è stato il ritiro degli investitori stranieri dal capitale dell'UIA, dovuto ai cambiamenti nella strategia della loro presenza in Ucraina, nonché alla scadenza del termine standard di presenza nel capitale dell'oggetto di investimento BERS.

Nel contesto di un brusco cambiamento delle condizioni di mercato e di una forte concorrenza sui prezzi da parte di altre compagnie aeree ucraine, la privatizzazione di UIA ha fornito la necessaria flessibilità del business e ha permesso di avviare la transizione dal modello operativo del vettore di base al modello di vettore di rete.

Nel 2013, a causa del crollo del business del principale concorrente, UIA è stato l'unico vettore ucraino in grado di prevenire il collasso infrastrutturale del mercato. Nel più breve tempo possibile, la compagnia aerea ha dovuto fare un salto di sviluppo non pianificato: raddoppiare il numero di flotte ed aumentare il personale, che ha permesso di ripristinare rapidamente il servizio aereo sulla maggior parte delle rotte “ereditate” dal concorrente.

L'espansione forzata ha dato un ulteriore impulso all'ottimizzazione delle attività di UIA, nonché ha aumentato la priorità di utilizzare la posizione geografica e il potenziale di transito dell'Ucraina. UIA ha costruito il suo lavoro in modo tale da formare e dirigere i flussi di passeggeri in transito da nord a sud e da ovest a est attraverso l'aeroporto di base “Boryspil”.

L'UIA ha effettuato il suo primo volo a lungo raggio il 9 dicembre 2013 sulla rotta Kiev-Bangkok su un aereo di linea Boeing 767-300ER a fusoliera larga. Il secondo, lanciato il 25 aprile 2014, è stato il percorso da Kiev a New York. Pertanto, è stata ripristinata la comunicazione aerea diretta tra l'Ucraina e gli Stati Uniti.

Nel 2014, in condizioni politiche ed economiche difficili - il conflitto armato nell'Ucraina orientale, l'occupazione e l'annessione della Crimea, la svalutazione della valuta nazionale e, di conseguenza, un forte aumento dei costi in valuta estera - l'UIA è stata costretta a stabilizzare gli affari riducendo i costi. Per la prima volta nella storia, è stato necessario ridurre il personale, ottimizzare la flotta, chiudere alcune rotte non redditive e cancellare i voli tra Ucraina e Russia.

Allo stesso tempo, al fine di garantire la disponibilità dei servizi della compagnia aerea per i passeggeri, la direzione dell'UIA ha deciso di ridurre sistematicamente le tariffe detraendo il costo dei servizi aggiuntivi dal prezzo del biglietto. La mossa ha consentito a UIA di offrire ai clienti le tariffe basse e diventare il primo vettore di rete a basso costo al mondo.

Nel periodo dal 2014 al 2017, UIA ha continuato a mantenere e sviluppare una rete di rotte per implementare un modello di hub nonostante la necessità di non sorvolare il territorio della Federazione Russa, il che l'ha resa non competitiva. Lo sviluppo del modello di hub è stato approvato da un Decreto Presidenziale ed è stato sviluppato grazie agli sforzi congiunti con l'aeroporto di Boryspil.

history-text-banner-2-1

Alla fine del 2019, il top management di UIA ha avviato l'ottimizzazione della rete di rotte della compagnia aerea al fine di ridurre i costi in eccesso e portare la compagnia al punto di pareggio con il 2020 con un ulteriore sviluppo stabile. In particolare, voli non redditizi per Almaty, Pechino e Bangkok sono stati cancellati sulla base di costi di volo ingiustificati a causa della necessità di non sorvolare i territori della Federazione Russa. Nel periodo 2014-2019, a causa di condizioni di business ineguali (la necessità di non sorvolare il territorio della Federazione Russa sulla spalla orientale della rete, il che tra tutti i concorrenti su questa rotta è stato effettuato esclusivamente da UIA), la compagnia aerea ha perso circa $ 216 milioni. A seguito delle misure per rivedere il programma di voli, l'UIA già all'inizio del 2020 ha attirato un fatturato in più di $ 11 milioni .

L'8 gennaio 2020 è stato il più grande incidente aereo per l'aviazione ucraina degli ultimi decenni. Un aereo UIA con il numero di registrazione UR-PSR, in partenza dall'aeroporto di Khomeini, volo PS752 da Teheran a Kiev, è stato abbattuto da un missile militare nei cieli dell'Iran. A bordo c'erano 176 persone: 167 passeggeri e 9 membri dell'equipaggio, tutti morti.

Nella primavera del 2020 è stato introdotto un blocco completo per fermare l'infezione da coronavirus COVID-19. Durante questo periodo, i voli di linea in Ucraina e all'estero sono stati interrotti, quindi la direzione dell'UIA ha implementato un programma anti-crisi per ristrutturare i costi, ottimizzare il personale e ridurre al minimo i costi della compagnia aerea. Ciò ha ridotto i costi operativi mensili obbligatori di UIA di quasi tre volte, contemporaneamente liberando circa 1.000 persone.

Dalla parziale ripresa dei voli di linea della compagnia aerea nel giugno 2020, il lavoro della compagnia si è concentrato sulla pianificazione della rete di voli flessibile e a breve termine, tenendo conto dei frequenti cambiamenti situazionali nelle regole di ingresso dei paesi stranieri nel corso del 2020.

I PRINCIPALI RISULTATI DELL'UIA

  • Dalla creazione dell'UIA è iniziato un processo attivo di sviluppo dei collegamenti aerei con le maggiori capitali dell'Europa occidentale. Questo corso di sviluppo è diventato un momento importante per la formazione dei legami commerciali e culturali del giovane e indipendente stato dell'Ucraina.
  • Il 2 novembre 1992, UIA ha preso in leasing il suo primo nuovissimo Boeing 737-400 con 170 posti a sedere, con il numero di registrazione UR-GAA, diventando così la prima compagnia aerea della CSI ad operare questo tipo di velivolo e a collaborare con il più grande compagnia aerea americana Boeing Corporation.
history-text-banner-3-1
  • l primo volo della compagnia aerea è stato effettuato sulla rotta Kiev-Londra-Kiev il 25 novembre 1992. Questa data è considerata il compleanno dell'UIA. Dopo Londra, l'UIA ha aperto i voli per Parigi e Francoforte. All'inizio del 1993, la rete di rotte dell'UIA copriva diverse destinazioni europee: Berlino, Milano, Amsterdam, Vienna, Monaco e Bruxelles.
  • Nell'aprile 1999, l'UIA ha ricevuto un nuovo Boeing 737-300, realizzato su ordinazione dalla compagnia aerea. All'aereo è stato dato il numero di registrazione UR-GAH e il proprio nome "Mowgli", che è stato scelto in base di un concorso in tutta l'Ucraina. Nel giugno 2001, Mowgli ha trasportato il Papa Giovanni Paolo II da Kiev a Leopoli durante la sua visita ufficiale in Ucraina e poi da Leopoli in Italia.
history-text-banner-4-1
  • Il 9 luglio 2008, l'UIA è stata la prima in Ucraina ad iniziare a utilizzare un aereo cargo Boeing 737-300SF di fabbricazione occidentale con numero di registrazione UR-FAA, che ha effettuato il suo primo volo sulla rotta Kiev-Vienna-Kiev.
history-text-banner-5-1
  • Il 24 luglio 2009, la flotta della compagnia aerea è stata rifornita con il primo Boeing 737-800 "Next Generation", che ha superato la procedura di registrazione ufficiale in Ucraina e ha ricevuto il numero di registrazione UR-PSA.
  • Il modello di hub dello sviluppo della società ha dato i risultati positivi. L'implementazione del modello di hub ha consentito alla compagnia aerea di aumentare il traffico dei passeggeri ogni anno. Secondo i risultati del 2014, l'UIA ha trasportato quasi 4 milioni di passeggeri, di cui il 52% in transito. Nel 2015 sono stati trasportati circa 5 milioni di passeggeri. E il dato per il 2016 è stato di oltre 6 milioni di passeggeri (con un tasso di transito di oltre il 52%). Nel 2018, l'UIA ha trasportato oltre 8 milioni di passeggeri, il 15% in più rispetto al 2017. La quota di passeggeri in transito sui voli di linea UIA è stata del 53%.
  • All'inizio del 2018, l'UIA ha ricevuto il primo in Ucraina aereo di linea Boeing 777-200ER, che è stato registrato con il numero UR-GOA. In totale, nel 2018, la flotta UIA è stata rifornita con tre aeromobili di questo tipo con una cabina moderna in una combinazione a 3 classi. Ciò ha notevolmente migliorato la qualità dei voli a lungo raggio, soprattutto per i passeggeri di business class.
history-text-banner-6-1
  • Il 16 novembre 2018, la compagnia aerea ha trasportato il 50-milionesimo passeggero il cui è diventato un giovane Michael Osipchuk, che è viaggiato da Kiev a Parigi con il volo PS127.
history-text-banner-7-1
  • Durante la crisi del coronavirus del 2020, l'UIA è riuscita a resistere alla mancanza di qualsiasi supporto da parte dello stato esclusivamente attraverso decisioni di gestione: la ridistribuzione della pressione finanziaria sulle spese, la riduzione del personale, il trasferimento di una parte significativa del team al lavoro a distanza e ecc. Questi passaggi strategici hanno fornito a UIA l'opportunità di competere nel mercato dell'aviazione nonostante le perdite di circa $ 60 milioni causate dalla crisi della pandemia del 2020.
  • UIA è l'unica compagnia aerea nel mercato ucraino che sviluppa principalmente il trasporto aereo di passeggeri con i voli di linea, facendo quindi parte dell'infrastruttura di trasporto dell'Ucraina.