Regole di trasporto aereo di passeggeri e bagagli

Regole di trasporto aereo di passeggeri e bagagli di Società di azioni privata “Compagnia aerea “Ukraine International Airlines”(UIA)

Contratto di trasporto

Queste regole sono state sviluppate in conformità ai requisiti della legislazione internazionale nel settore dell'organizzazione del trasporto aereo, del servizio passeggeri e bagagli, del Codice aereo dell'Ucraina, delle regole aeronautiche dell'Ucraina e stabiliscono norme che vengono utilizzate per il trasporto aereo di passeggeri e bagagli da UIA, norme e istruzioni per il servizio passeggeri e bagagli, la procedura per la considerazione dei reclami, il pagamento della compensazione.

Sezione I. Disposizioni generali

1.1. Queste regole sono progettati per soddisfare i requisiti della Convenzione per l'unificazione di alcune norme sul trasporto aereo internazionale, fatta 28 maggio 1999 a Montreal (Convenzione di Montreal), le Condizioni Generali di passeggeri e bagagli, stabiliti dalla Associazione internazionale dei trasporti aerei ("General Conditions of Carriage (passenger and baggage)", IATA), e le risoluzioni e le pratiche raccomandate dalla Associazione internazionale dei trasporti aerei (IATA), le regole in materia di organizzazione e svolgimento delle attività relative ai trasporti aerei internazionali e nazionali secondo il luogo della loro esercizio.
La sicurezza aerea nel trasporto aereo di passeggeri e bagagli è garantita in conformità alla legislazione di Ucraina, in particolare, secondo la Legge dell'Ucraina "Sulla programma statale di sicurezza aerea dell'aviazione civile".

1.2. Lo scopo del presente Regolamento è:

1.2.1. Garantire la sicurezza aerea durante l'organizzazione del trasporto aereo di passeggeri e bagagli secondo le prescrizioni degli atti normativi elaborati sulla base del Programma statale di sicurezza aerea dell'aviazione civile approvato dalla legge dell'Ucraina del 20 febbraio 2003 n. 545-IV.

1.2.2. Stabilire le condizioni generali per il trasporto di passeggeri e bagagli sui voli della compagnia aerea dove un livello adeguato di sicurezza dei voli e qualità del servizio deve essere assicurato, nonché i principi e le norme di responsabilità della compagnia aerea durante l'organizzazione e l’esercizio del trasporto aereo di passeggeri e bagagli, compresa i servizi relativi a tali trasporti. 

1.2.3. Istituire la procedura della fornitura delle informazioni necessarie, accessibili, affidabili e tempestive ai passeggeri sulle regole e condizioni del trasporto aereo di passeggeri e bagagli, che consente possibilità della scelta consapevole e competente di un servizio, acquisto di biglietti o ordine di servizi.

1.3. Se un trattato internazionale dell'Ucraina ratificato dalla Verkhovna Rada dell'Ucraina stabilisce regole diverse da quelle previste nel presente Regolamento, vengono applicate le regole del trattato internazionale dell’Ucraina.

Sezione II. Significato e definizioni utilizzati nel presente Regolamento

Sistema automatizzato di prenotazione/sistema di distribuzione globale (CRS/GDS) – un sistema che fornisce informazioni di visualizzazione su orari dei voli, disponibilità e tariffe aeree e attraverso il quale vengono prenotati i servizi del trasporto aereo.

Compagnia aerea – società di azioni privata “Compagnia aerea “Ukraine International Airlines”.

Vettore aereo (vettore) – un ente che fornisce servizi del trasporto aereo dei passeggeri, bagagli e merci, nel caso del vettore ucraino – sulla base di licenza e certificato dell’operatore rilasciati dall'autorità competente per l'aviazione civile di Ucraina; o nel caso di un vettore estero – sulla base del documento pertinente dell'autorità competente del altro paese, che conforme alle disposizioni dei trattati internazionali vincolanti per l'Ucraina.
Il termine "vettore" comprende anche la compagnia aerea, i dipendenti, i rappresentanti e gli appaltatori del vettore, salvo diverse disposizioni del presente Regolamento.

Vettore aereo, che svolge attività – un vettore che opera o intende operare un volo nell'ambito di un contratto con un passeggero o per conto di un'altra persona, fisica o giuridica, ha un contratto con tale passeggero, trasporta o si impegna a trasportare il passeggero e/o il suo bagaglio in base al biglietto, così come si impegna a fornire tutti gli altri servizi connessi a tale trasporto, indipendentemente dal fatto che questa persona fisica o giuridica sia un "vettore effettivo" o "vettore ai sensi del contratto."

Agente di servizio – soggetto dei servizi a terra autorizzato dal vettore per effettuare operazioni sulla fornitura dei servizi a terra di passeggeri e bagagli.

Agente di vendita – un soggetto giuridico o un imprenditore individuale che vende servizi del trasporto aereo per conto del vettore o agente generale in base al contratto. I soggetti che forniscono servizi di agenzia per la vendita di trasporto aereo, nella vendita del trasporto aereo devono utilizzare sistemi di prenotazione automatica.

Accordo di agenzia – un accordo tra il vettore o l'agente generale e un agente di vendita del trasporto, che definisce la natura e il volume delle vendite di trasporto aereo, la responsabilità, l'importo della commissione, la durata della validità e сondizioni della cessazione del contratto.

Aeroporto di destinazione (punto di destinazione) – un aeroporto in cui, conformemente al contratto di trasporto aereo, il trasporto di passeggeri, bagagli e/o posta deve essere completato.

Aeroporto di transfer (punto di transfer) – un aeroporto intermedio indicato nei documenti di trasporto, in cui secondo il contratto sul trasporto aereo il passeggeri effettua il transfer e/o bagagli (cargo)  vengono ricaricati da un volo all'altro. 

L'atto del improprio trasporto di bagagli (Property Irregularity Report - «PIR») – un documento che viene rilasciato dall'agente di ricerca bagagli in aeroporto, in presenza del passeggero o del suo mandatario subito dopo il rilevamento del fatto di ritardo, perdita, mancanza di contenuti, danni ai bagagli a causa del trasporto.

Bagaglio (baggage - "BAG") – oggetti, beni e altre proprietà personali di un passeggero trasportati su un aeromobile.

Bagaglio registrato – il bagaglio del passeggero accettato dal vettore sotto la sua responsabilità per il trasporto e la consegna puntuale, per cui il vettore ha rilasciato una ricevuta di bagaglio e un tag di identificazione di bagagli.

Bagaglio in eccesso – il bagaglio il peso e/o le dimensioni del quale eccedono le norme del trasporto gratuito di bagagli stabilite dal vettore.

Etichetta di identificazione del bagaglio – un documento rilasciato dal vettore per l'identificazione del bagaglio registrato.

Scontrino bagagli – parte del biglietto, che attesta l'accettazione degli bagagli registrati per il trasporto.

Bagaglio non registrato (bagaglio a mano) – bagaglio di un passeggero che durante il trasporto è in cabina dell’aeromobile con il consenso del vettore e sotto il controllo del passeggero e certificato da una etichetta speciale ("bagaglio a mano approvato", "bagaglio a mano", "in cabina" ecc.).

Bagaglio non accompagnato – bagaglio accettato dal vettore per il trasporto aereo separatamente dal passeggero e rilasciato con una lettera di spedizioni.

Bagaglio transfer – bagaglio registrato del passeggero transfer, accettato per il trasporto dal punto di partenza al punto di destinazione con sovraccarico al punto di transfer.

Tag "RUSH" (movimento urgente) – un tag per rispedizione di una consegna aggiuntiva di bagaglio (non richiesto e bagagli spediti).

Prenotazione – una preordinazione di un posto in un aeromobile per un certo volo e data per il trasporto di un passeggero o una riserva preliminare di volume e tonnellaggio in un aeromobile per un certo volo e data per il trasporto di bagagli, carico.

Condizioni esclusive – condizioni in cui il trasporto di passeggeri e bagagli non è soggetto a operazioni ordinarie e procedure per l'esercizio di aeromobili civili, comprese le condizioni in cui viene effettuato trasporto di un contingente di mantenimento della pace, trasporto allo scopo di eliminare le conseguenze di un disastro naturale o di un incidente ecc.

Divieto di trasporto – rifiuto del vettore nel trasporto di un passeggero o del suo bagaglio nel volo, nonostante la presenza del passeggero per imbarco, oltre alla disponibilità di rifiuto di imbarcarsi per i seguenti motivi: sanità pubblica, sicurezza del volo, registrazione impropria dei documenti necessari per il trasporto (passaporti, visti, biglietti, fondi, permessi ecc.).

Perdita del bagaglio – il fatto di mancato arrivo dei bagagli all'aeroporto di destinazione, riconosciuto dal vettore dopo aver ricercato il bagaglio o dopo la scadenza di 21 giorni dalla data di dichiarazione di mancanza di bagagli del passeggero. 

Trasporto di gruppo – trasporto di un gruppo di passeggeri che viaggiano su un singolo volo e hanno uno scopo comune di viaggio. Un trasporto è considerato un trasporto di gruppo se il numero di passeggeri conta per lo mento sei persone.

Persone deportate – persone che sono ufficialmente ordinate di lasciare un paese dal suo organismo autorizzato.

Giorno – un giorno del calendario.
Per determinare il periodo di validità dei documenti di viaggio, certificati e altri documenti, e i termini del completamento di trasporto, i termini prescrizionali per presentare i reclami il conto inizia con tempi "00" del giorno successivo il giorno in cui un evento è successo o un'azione è commessa; il tempo rimanente di questo giorno non verrà preso in considerazione. Se la scadenza dei termini specificati ricade su un giorno festivo o di riposo, il giorno della scadenza del termine è il primo giorno lavorativo successivo.

Contratto di charter (noleggio) di aeromobili – accordo in base al quale una parte (noleggiante) si impegna a fornire all'altra parte (noleggiatore) tutta la capacità o una parte della capacità di uno o più aerei per uno o più voli per il trasporto di passeggeri, bagaglio, carico e posta a pagamento.

Operatore aeroportuale – un'entità giuridica che ha un certificato aeroportuale e un certificato per il diritto di condurre amministrazione terrestre nel aeroporto. Un operatore aeroportuale può anche avere altri certificati ed effettuare altri tipi di attività aeroportuali.

Biglietto elettronico – un documento elettronico che include la ricevuta dell'itinerario emesso in alcun modo dal o per conto del vettore, i cuponi elettronici e, se usato, il documento d’imbarco.

Cedola elettronica – una parte del biglietto elettronico utilizzata per il trasporto sul corrispondente volo o altro documento che lo sostituisce, immagazzinato nella banca dati del sistema di prenotazione automatizzato del vettore.

                Leggi applicabili – leggi, regolamenti, decisioni e ordini, nonché altri atti normativi che disciplinano il trasporto aereo di passeggeri e bagagli di qualsiasi stato, dal territorio, al territorio e attraverso il territorio del quale è effettuato il trasporto di passeggeri e bagagli.

Tasse (imposte) – tassa fissata dallo stato, aeroporto o vettore per la fornitura di servizi connessi al trasporto aereo.

Biglietto viziato – un biglietto il cui stato non lo consente di identificare o di leggere le informazioni contenute in esso.

Trasporto misto – trasporto effettuato con vari tipi di trasporto nel unico documento di trasporto con la partecipazione del trasporto aereo.

Sosta lungo il percorso ( «Stopover») – una sosta temporanea nel traffico in qualsiasi momento precedentemente concordata tra il vettore e i passeggeri, tranne i punti di partenza e di destinazione.

Accordo Interline ("Interline") – un accordo sul riconoscimento reciproco della documentazione sui trasporti e sull'attuazione di adeguati insediamenti reciproci.

Ricevuta per il pagamento di bagaglio in eccesso (excess baggage ticket – “EBT") – documento di trasporto che conferma il pagamento del trasporto di bagagli in eccesso e trasporto di bagagli, che sono soggetti a pagamento obbligatorio.

Biglietto (biglietto passeggeri e scontrino bagaglio) – documento di trasporto rilasciato dal vettore (suo agente), incluso quello elettronico, che contiene le condizioni del contratto di trasporto, i messaggi, cedole di volo e di passeggero.

Biglietto di compensazione – un biglietto passeggeri rilasciato dal vettore utilizzando il voucher/certificato del passeggero accettato dal vettore per il pagamento del trasporto aereo.

Codice del vettore – una denominazione semantica o alfanumerica condizionale del vettore fornita da IATA, secondo la procedura stabilita, che viene utilizzata per identificare il vettore aereo in CRS/GDS.

Accordo di codesharing ("Codesharing") – un accordo sull'uso congiunto di voli e codici dalla compagnia aerea e da altri vettori.

Accordi commerciali – tutti gli accordi tra la compagnia aerea e altri vettori, diversi dagli accordi di agenzia, relativi alla prestazione di servizi congiunti relativi al trasporto di passeggeri e bagagli.

Compensazione in via di regresso – indennizzo delle spese a carico di una terza persona.

Persone convogliate – persone che sono sotto inchiesta o condannate e sono soggette al convogliamento.

Utente – una persona che utilizza o intende utilizzare il trasporto aereo.

Itinerary Receipt ( «Itinerary/Receipt») – il documento (documenti), che è parte di un biglietto elettronico e comprende le informazioni necessarie (numero di prenotazione, nome del passeggero, itinerario di volo, data e ora del trasporto, tariffa e prezzo del biglietto, ecc.) avvisi e notifiche.

Metodo della distanza ortodromica di un percorso – un metodo in cui la distanza tra due punti sulla superficie del globo è misurata come la distanza più breve lungo l'arco di un cerchio più grande, il cui piano passa attraverso il centro della terra.

Metodo di distribuzione perorata – un metodo con il quale il reddito complessivo del trasporto dal punto di partenza alla destinazione è assegnato a ciascun segmento del percorso secondo le regole di calcolo stabilite nel manuale IATA Prorate Manual Passenger ( «PMP»), Revenue Accounting Manual («RAM») e Resolutions Manual.

Punto di partenza – punto indicato sul biglietto, da cui comincia il trasporto del passeggero e del suo bagaglio.

Punto di destinazione – punto indicato sul biglietto, in cui termina il trasporto del passeggero e del suo bagaglio.

Convenzione di Montreal – Convenzione per l'unificazione di alcune norme sul trasporto aereo internazionale, fatta il 28 maggio 1999 a Montreal.

Circostanze straordinarie – le circostanze che portano a lunghi ritardi o cancellazione di uno o più voli, anche se il vettore ha adottato tutte le misure ragionevoli per evitare ritardi o cancellazioni. Circostanze straordinarie sono, compreso ma non limitato a, atti di guerra, attacco terroristico, esplosione, sommosse o loro minaccia, disordini, sabotaggio, embargo, incendi, terremoti e altre calamità naturali, condizioni meteorologiche incompatibili con esecuzione del volo in sicurezza, azioni o omissioni delle autorità pubbliche, decisioni dei organi di gestione nel settore del traffico aereo, scioperi, barriere tecniche derivanti dalla mancata o malfunzionamento, fallimento di energia elettrica, telecomunicazioni, apparecchiature, software.

Check-in online – servizi check-in aereo via Internet, durante i quali il passeggero conferma la sua intenzione di viaggiare e la sua presenza sul volo e ha la possibilità di scegliere un posto a bordo dell'aereo e stampare o scaricare per un dispositivo mobile (telefono, smartphone, tablet, computer, ecc) la carta d'imbarco.

Ordine delle imposte diverse (Miscellaneous Charges Order  "MСО") – un documento di contabilità rigorosa, utilizzato dal vettore come ricevuta per il pagamento di servizi e tasse.

Luogo di residenza principale e permanente – una residenza fissa e permanente del passeggero al momento dell'evento. La cittadinanza del passeggero non è un fattore determinante per definire il luogo di residenza.

Tempo finale per il check-in dei passeggeri – il tempo dopo il quale i passeggeri non registrati o imbarcati non possono essere accettati per il rispettivo volo.

Passeggero – un individuo trasportato dal vettore aereo con il consenso del vettore conformemente al contratto di trasporto, ad eccezione dei membri dell'equipaggio e degli specialisti addizionali a bordo dell'aeromobile, dei dipendenti dell'operatore dell'aeromobile, del rappresentante autorizzato dell'autorità nazionale di regolamentazione nazionale e delle persone che accompagnano il carico.

Passeggero a mobilità ridotta (Passenger with reduced mobility “PRM”) o una persona disabile – un passeggero la cui mobilità durante il trasporto aereo è limitata a causa di una disabilità fisica (sensoriale o locomotore, permanente o temporaneo) o mentale o da qualsiasi altra causa, in particolare a causa dell'invecchiamento, la cui condizione richiede la dovuta attenzione e l'adattamento alle sue particolari esigenze durante il servizio.

Passeggero transit – un passeggero che, secondo un accordo di trasporto aereo, viene trasportato con lo stesso volo in cui è arrivato nel aeroporto intermedio.

Passeggero di trasferimento – un passeggero che, in base al contratto di trasporto aereo, sia inviato al punto di trasferimento (trasferimento) su un volo e poi trasportato da un altro volo dello stesso o di un altro vettore.

Passeggeri della categoria “DEPA” – persone deportate accompagnate da un dipendente autorizzato delle autorità competenti.

Passeggeri della categoria "DEPU" – persone deportate trasportate non accompagnate, salvo disposizioni contrarie del presente regolamento.

Passeggeri della categoria "INAD" – persone che sono state negate l'ingresso nel paese.

Cedola di passeggero (o ricevuto di passeggero) – una parte del biglietto di carta di un passeggero che rimane dal passeggero dopo il trasporto e al quale viene aggiunto il messaggio relativo alle condizioni di trasporto del passeggero.

Prenotazione confermata – una prenotazione effettuata in un sistema automatizzato di prenotazione e confermata dal vettore, ed marcata nel biglietto (biglietto elettronico) con il marchio "OK".

Trasporto aereo – il trasporto di passeggeri, bagagli e/o posta per aeromobili in base al relativo contratto di trasporto aereo. Il trasporto può essere internazionale e domestico. 
Trasporto internazionale – trasporto in cui il punto di partenza e il punto di destinazione, indipendentemente dal fatto che vi sia una sosta nel trasporto o ricaricamento, sono situati nel territorio di due paesi diversi o nel territorio di un paese, se la fermata concordata è prevista nel territorio di un altro paese.
Trasporto domestico – il trasporto di passeggeri e/o bagagli a bordo di aeromobili tra i punti situati nel territorio dell'Ucraina.

Cedola di volo – una parte del biglietto passeggeri o, nel caso di un biglietto elettronico, una cedola elettronica che definisce i rispettivi punti di partenza e di arrivo tra i quali la cedola è valida per il trasporto di passeggeri e bagagli.

Passeggeri potenzialmente pericolosi – la categoria dei passeggeri che viaggiano obbligatoriamente (convogliati, deportati) accompagnati da funzionari autorizzati delle autorità competenti.

Danni – cambiamenti fisici o chimici attraverso i quali il costo del bagaglio è sostanzialmente diminuito e/o è diventato impossibile o difficile da utilizzarlo per l'uso previsto nel futuro.

Regole della compagnia aerea – regolamenti, istruzioni e tecnologie stabiliti dalla compagnia aerea utilizzati durante il trasporto aereo di passeggeri e/o bagagli, incluso questo Regolamento, regole tariffarie, standard e linee guida per il servizio passeggeri e bagagli.

Ufficio di rappresentanza della compagnia aerea – un succursale della compagnia aerea situato in un altro insediamento in Ucraina o nel territorio di un altro stato, dove i suoi interessi sono rappresentati, stabiliti dalle disposizioni sulla rappresentanza e altri documenti interni della compagnia aerea.

Reclamo – una richiesta scritta dell'interessato per quanto riguarda l'indennizzo dei danni sostenuti a causa del trasporto aereo domestico o internazionale.

Volo con prenotazioni in eccesso – volo, per il quale il numero di passeggeri con una prenotazione confermata che sono arrivate per il check-in prima della fine del tempo finale per il check-in di passeggeri, supera il numero di posti disponibili sul volo.

Trasporto aereo regolare – trasporto aereo durante il quale tutti i posti per il trasporto di passeggeri, bagagli e merci sono disponibili per uso generale a pagamento e il trasporto avviene tra gli stessi punti secondo l’orario pubblicato o ad intervalli determinati o con la frequenza indicante sulla regolarità dei voli.

Volo regolare – un volo che fa parte di una serie di voli connessa al trasporto di passeggeri e bagagli che sono disponibili per uso generale a pagamento e eseguiti secondo un orario ufficialmente approvato tra i stessi due o più punti, indipendentemente dal carico commerciale. I voli regolari includono voli aggiuntivi di questa serie approvati nell’orario.

Volo charter – un volo eseguito su un aeromobile noleggiato sotto un contratto di noleggio o un contratto per la vendita di trasporti aerei, in base al quale il vettore fornisce, a pagamento, ad una terza parte tutta la capacità o una parte della capacità (posti) in aereo per effettuare il trasporto di passeggeri e bagagli e/o merci su un volo che viene eseguito su un itinerario, su base di un orario, con l'utilizzo delle tariffe e alle condizioni specificate nel relativo accordo tra il vettore e il terzo.

Misure ragionevoli – misure adeguate adottate dal vettore per prevenire o ridurre i danni (perdite) del passeggero.

Termini ragionevoli – un periodo di tempo il cui ragionevole limite, in relazione alla lunghezza di un ritardo del volo durante il trasporto aereo di un passeggero (bagaglio) è: due ore o più – per tutti i voli con una distanza fino a 1500 chilometri; tre ore o più – per tutti i voli che vanno da 1.500 a 3.500 chilometri; o quattro o più ore per tutti gli altri voli.

Segmento di rotta – una parte di trasporto tra due punti, che fa parte della rotta completa ed è effettuata su base della stessa cedola un volo.

Tassa di servizio – il pagamento per i servizi forniti dal vettore o dall'agente di vendita al momento della prenotazione o dell'acquisto di un biglietto tramite il sito Internet o in una cassa, in particolare per la prenotazione e l’effettuazione di un biglietto, per l'assistenza nella scelta del percorso, per il rilascio e la restituzione del biglietto, il pagamento di un biglietto per determinati tipi di carte bancarie e da altre operazioni di movimento di fondi, ecc.

Diritti Speciali di Prelievo ("DSP") – l'unità monetaria utilizzata dal Fondo Monetario Internazionale (FMI) e definita come un paniere di valute la cui composizione viene periodicamente rivista dal FMI al fine di riflettere il valore relativo delle valute nel commercio mondiale e formalizzata nel commercio mondiale e sistemi finanziari.

Condizioni speciali – le condizioni del trasporto di passeggeri e bagagli, derivanti dal mancato rispetto delle disposizioni del presente Regolamento, le regole di un altro paese, o se le regole di un altro paese impostano un livello più basso delle condizioni di trasporto rispetto a quanto stabilito dal presente Regolamento, o se un altro paese richiede il rispetto delle sue regole e al tempo stesso mette a rischio l'attuazione del contratto di trasporto.

Soggetto delle attività aeree – persone fisiche e giuridiche, indipendentemente dalla forma di proprietà, subordinazione amministrativa, che svolgono attività nel settore dell'aviazione civile.

Soggetto dei servizi a terra – un soggetto delle attività aeree che prevede servizi di trattamento a terra.

Tariffa – un importo stabilito dal vettore per il trasporto di passeggeri, unità di massa bagagli (cargo) sulla rotta in base alla classe di servizio adeguato.

Normative tariffarie – tariffe stabilite e pubblicate dal vettore e norme per la loro applicazione.

Tariffa normale – una tariffa esclusivamente flessibile impostata per le classe business, premium e economy, che offre la massima flessibilità nella prenotazione di posti, emissione del biglietto, durata della sosta, ri-prenotazione e cambio di prenotazione, rifiuto di trasporto. Il termine di validità di questa tariffa è di 12 mesi.

Tariffa speciale – una tariffa pubblicata dal vettore, che ha alcune restrizioni in termini della sua applicazione.

Operatore turistico (tour operator) – un'entità giuridica la cui attività esclusiva è l'organizzazione e la fornitura di un prodotto turistico, la realizzazione e la fornitura di servizi turistici, nonché l’attività di mediazione per la prestazione di servizi caratteristici e connessi e che abbia ottenuto la licenza per le attività di tour operator secondo la procedura stabilita.

Punti di sosta concordati – punti (tranne punti di partenza e destinazione) specificati nel biglietto o indicati nell’orario del vettore come punti di sosta previsti nel percorso di trasporto.

Trasporto aereo a noleggio – un trasporto aereo irregolare effettuato sulla base di un accordo di noleggio (charter) o di un contratto per la vendita del trasporto aereo, mediante il quale il vettore (noleggiante) fornisce un'altra persona (noleggiatore) o noleggiatori un numero determinato di posti o l'intera capacità dell'aeromobile a pagamento a uno o diversi voli per il trasporto di passeggeri e bagagli e/o merci specificate dal noleggiatore.

Volo charter con uno scopo commerciale – un volo charter per la cui attuazione l'intera capacità dell'aeromobile è noleggiata da una persona fisica o giuridica esclusivamente per uso proprio (senza rivendita di capacità a terzi) per passeggeri e bagagli e/o merci, e non distribuiti tra altri noleggiatori. Allo stesso tempo, il numero di passeggeri trasportati non può superare 15 persone, e il carico – 2 tonnellate.

«ADL» (ADULT) – un passeggero adulto.

«API» (APIS, Advance passenger information system) – sistema di trasmissione elettronica di dati dei passeggeri utilizzato dalla compagnia aerea e dai suoi agenti di servizio.

«AVIH» (Animal in hold) – animali trasportati nel vano di carico (stiva) dell'aeromobile, come bagaglio registrato o come carico.

«Baggage piece concept» («РС» – «ВРС») – il concetto di trasporto bagagli di numero.

«Baggage weight concept» («BWC») – il concetto del peso bagagli per trasporto bagagli.

«CHD» (Child) – bambino da 2 a 12 anni.

«EMD» (Electronic Miscellaneous Document) – un documento IATA emesso a seguito della documentazione elettronica dei ricavi aggiuntivi del vettore, ovvero delle entrate provenienti da tutte le altre vendite e gli accordi tra vettori e passeggeri, fatta eccezione per l'emissione di biglietti elettronici (ad esempio, imposte per sovraccarico, bambini non accompagnati ecc.). I servizi EMD possono essere legati a un coupon di un volo specifico (trasporto dei animali, bagaglio, cibo speciale, ecc.) o essere indipendenti (taxi, noleggio auto, scambio di denaro, ecc.).

«ІАТА» (International Air Transport Association) – Associazione internazionale dei trasporti aerei.

«INF» (Infant) – bambino di età inferiore a 2 anni (infantile).

«MEDIF» (Medical Information Form) – un modulo di informazione medica rilasciato a una persona disabile da una struttura sanitaria.

«No-show» – definisce un passeggero che non sia arrivato in volo o imbarcato e che ha un prenotazione confermata e non ha informato la compagnia aerea in anticipo sulle modifiche apportate ai suoi viaggi.

«PETC» (Pet in cabin) – animali domestici trasportati nella cabina dell’aeromobile sotto la supervisione del passeggero.

Messaggio «PTA» (Prepaid Ticket Advice – «PTA») – un avviso telescrivente, telegrafo o postale che una persona ha pagato per il trasporto di un'altra persona e richiede di emettere un biglietto per il trasporto prepagato di un'altra persona proveniente da un'altra città.

«SPEQ» (Sporting equipment) – attrezzature sportive trasportate su un aeromobile, come bagaglio registrato (cargo).

Persone «VIP» – persone particolarmente importanti, definite dalla legislazione dell'Ucraina e/o dalla compagnia aerea.

Sezione III. Campo di applicazione

3.1. Condizioni generali di trasporto

3.1.1. Queste regole si applicano a qualsiasi trasporto internazionale o domestico di passeggeri e bagagli, effettuato mediante aeromobili a pagamento o locazione, così come il trasporto aereo effettuato della compagnia aerea gratuitamente.

3.1.2. Queste regole si applicano ai passeggeri che viaggiano a volo (voli) secondo della compagnia aerea su base di un biglietto del passeggero. La determinazione nel biglietto della compagnia aerea come il vettore per questo volo è la conferma dell'esistenza del contratto di trasporto su questo volo tra la compagnia aerea e il passeggero indicato nel biglietto.

3.1.3. Il trasporto di passeggeri e bagagli indicato nel punto 3.1.1 della presente sezione è soggetto alle regole della compagnia aerea e alle normative tariffarie valide alla data di emissione del biglietto (rilascio di un biglietto elettronico) e se tale data non può essere determinata – alla data di inizio del trasporto. Durante il trasporto di passeggeri e bagaglio vengono utilizzate le regole, le tariffe e le tasse applicabili alla data di emissione del biglietto.

3.1.4. Le regole e le tariffe della compagnia aerea, modificate dopo la data di emissione del biglietto, non possono essere applicate al contratto di trasporto di passeggeri e bagagli senza notifica del passeggero, salvo disposizioni contrarie previste dalle leggi applicabili.

3.1.5. Il trasporto di passeggeri e bagagli per i quali è impossibile garantire il rispetto del presente Regolamento può essere effettuato dalla compagnia aerea solo nelle condizioni particolari previste al paragrafo 3.2 della presente sezione.

3.1.6. Queste regole non si applicano al trasporto di passeggeri e bagagli, eseguito nelle condizioni eccezionali che non rientrano nel quadro di operazioni e procedure normali del trasporto di passeggeri e bagagli.

3.2. Condizioni speciali di trasporto

3.2.1. Nel caso di una situazione straordinaria (imprevista) in cui la compagnia aerea non è in grado di rispettare questo Regolamento in termini per le condizioni generali di trasporto di passeggeri e bagagli in circostanze normali, la compagnia aerea ha il diritto di garantire l’adempimento dei suoi obblighi di trasporto attraverso l'uso di mezzi di trasporto alternative (per automobile, trasporto ferroviario, ecc.), secondo la procedura stabilita dalla legge. Il livello generale di qualità e di sicurezza durante tale trasporto deve essere equivalente a quello che sarebbe garantito durante l'adempimento dei requisiti stabiliti dal presente Regolamento.

3.2.2. Regolamenti della compagnia aerea sull'uso delle tariffe speciali e trasporto di determinate categorie di passeggeri e bagagli costituiscono condizioni speciali di trasporto.

3.2.3.  I sconti sui trasporti aerei, a cui che hanno diritto i cittadini dell'Ucraina in conformità con l'attuale legislazione internazionale e nazionale dell'Ucraina possono essere applicati alle attuali tariffe speciali della compagnia aerea.

3.2.4. Informazioni dettagliate sulla registrazione (ricezione) di uno sconto alle esistenti tariffe speciali e norme in materia di utilizzo di tale sconto è pubblicato sul sito Internet della compagnia aerea e può essere reso disponibile presso i punti di vendita di biglietti di trasporto aereo.

Sezione IV. Garanzia della qualità di trasporto di passeggeri e bagagli

4.1. Queste regole costituiscono una parte integrante del programma di assicurazione della qualità durante il trasporto di passeggeri e bagagli.

4.2. Nuove regole, norme, regolamenti, specifiche, tecnologie, istruzioni, manuali della compagnia aerea devono soddisfare il programma generale di garanzia della qualità del trasporto aereo di passeggeri e bagagli.

Sezione V. Biglietto

5.1. Contratto di trasporto

5.1.1. Il biglietto (biglietto di passeggero e scontrino bagagli) conferma la conclusione del contratto di trasporto aereo e il consenso del passeggero alle condizioni di trasporto di passeggeri e bagagli. Assenza, inesattezza in rilascio o la perdita del biglietto non influisce sulla validità del trasporto aereo.

5.1.2. Il biglietto dà al passeggero il diritto di volare sul volo pertinente (voli) e obbliga la compagnia aerea a svolgere il trasporto adeguato del passeggero e del suo bagaglio, nonché fornire altri servizi relativi al trasporto, in conformità con i termini del contratto di trasporto, salvo nei casi indicati nel punto 5.1. 4 di questa sezione.

5.1.3. Le condizioni del contratto di trasporto aereo allegato al biglietto devono essere conformi alla legislazione internazionale e nazionale vigente e alle norme generali del traffico aereo IATA per i passeggeri e bagagli.

5.1.4. Il passeggero non ha diritto al volo se il suo biglietto è riconosciuto dalla compagnia aerea o da una sua persona autorizzata, incluso l'agente del servizio, non valido. Un biglietto può essere considerato invalido se:
un biglietto viziato o un biglietto, che è stato modificato non dalla compagnia aerea e non dal suo agente di vendita autorizzato è presentato;
un biglietto in cui non vi è una cedola di volo per il volo corrispondente, tutti gli altri cedole di volo non utilizzati, nonché un coupon per i passeggeri, è presentato;
è stabilito che il biglietto è stato acquistato per una carta (carta di credito) falsa, rubata o invalida.

5.1.5. Biglietti invalidati per colpa della compagnia aerea, se necessario, sono oggetto di rinnovo. I biglietti trovati non validi per ragioni che escludono il controllo della compagnia aerea sono soggette a cancellazione o annullamento senza rinnovo e non possono essere sostituiti. In tutti i casi, la compagnia aerea o la persona che rappresenta i suoi interessi rilascia un atto appropriato, una copia del quale è data al passeggero.

5.1.6. La persona che è scoperto a bordo di un aeromobile senza biglietto o con un biglietto invalidato dalla compagnia aerea o una sua persona autorizzata, tra cui l'agente di servizio, è soggetta allo sbarco dall’aeromobile.

5.1.7.  Un atto pertinente deve essere rilasciato sulla scoperta a bordo dei passeggeri senza biglietti e il fatto della scoperta è comunicato ad una unità dell’organo autorizzato dell'aviazione civile, che è competente di esercitare il controllo sulla sicurezza dell'aviazione.

5.1.8. Il passeggero deve conservare il biglietto e gli altri documenti di trasporto prima della fine del trasporto, e in caso di un reclamo – fino al tempo della sua risoluzione. Il biglietto e altri documenti di trasporto rilasciati al passeggero devono essere presentati su prima richiesta dei funzionari della compagnia aerea (aeroporto, agente di servizio, ecc.).

5.2. Biglietto perso o viziato

5.2.1. In caso di perdita o danneggiamento di un biglietto (o parte di esso) dal passeggero la compagnia aerea su richiesta del passeggero può sostituire tale biglietto (o parte di esso) con l'emissione di un biglietto duplicato se il passeggero firma l'accordo sul risarcimento delle perdite del vettore per un importo del biglietto originale, che la compagnia aerea può subire a causa dell’uso del biglietto originale da parte di terzi. Se il passeggero non firma tale accordo, la compagnia aerea ha il diritto di chiedere al passeggero di pagare il costo totale del biglietto.
La compagnia aerea ha il diritto di chiedere al passeggeri di recuperare la tassa del servizio di emissione di un biglietto duplicato, se la perdita o il danneggiamento del biglietto non sono stati causati da negligenza della compagnia aerea (il suo agente di vendita o di servizio). La tassa è fissata dalla compagnia aerea e pubblicata sul suo sito ufficiale.
In caso di perdita o danneggiamento del biglietto di un altro vettore, un biglietto duplicato viene rilasciato solo se un permesso scritto di tale vettore esiste.

5.2.2. La compagnia aerea ha il diritto di rifiutare un passeggero a rilasciare un biglietto duplicato se:
il passeggero non ha firmato un accordo ai sensi del paragrafo 5.2.1 del presente sezione o ha rifiutato di pagare l'emissione di un duplicato del biglietto;
il passeggero richiede l'emissione di un biglietto duplicato in aeroporto nel giorno del volo, se il volo parte in meno di tre ore o è effettuato all'ora in cui l'ufficio del vettore che deve rilasciare il permesso è chiuso.

5.3. Divieto di trasferimento di un biglietto

5.3.1. Il biglietto del passeggero può essere utilizzato per il trasporto solo dalla persona il cui cognome e nome sono indicati nel biglietto.

5.3.2. Al fine di attuare il paragrafo 5.3.1 di questa sezione la compagnia aerea ha il diritto di chiedere al passeggeri i documenti che confermano la sua identità.

5.4. Termine di validità del biglietto

5.4.1. Il termine di validità del biglietto include:
la validità totale del biglietto;
termine di validità per il trasporto.

5.4.2. Durante il periodo di validità generale del biglietto, il passeggero ha il diritto di utilizzare il biglietto per tutte le operazioni previste da questo Regolamento, inclusa la ricezione di un posto per un determinato volo e data, la ristituzione del costo del trasporto totale o parziale inutilizzato e esecuzione di altri insediamenti stabiliti da questo Regolamento o le regole dell’uso delle tariffe della compagnia aerea.

5.4.3. La validità generale del biglietto copre il periodo che va dalla data di emissione del biglietto alla scadenza del periodo stabilito da questo Regolamento per l’uso delle tariffe della compagnia aerea per un rimborso per un biglietto non utilizzato (una parte del biglietto).

5.4.4. Un biglietto con una data di partenza garantita da un diritto al trasporto di passeggeri e bagagli dal aeroporto iniziale indicato nel biglietto, aeroporto di trasferimento, sosta o trasporto inverso solo alla data e sul volo indicati sul biglietto.

5.4.5. Il biglietto emesso a tariffa normale è valido per il trasporto per un anno dalla data del comincio di trasporto se una parte del biglietto è usata o se tutto il biglietto non viene utilizzato – a partire dalla data di emissione.

5.4.6. Il biglietto emesso ad una tariffa speciale è valida per il trasporto solo per la data indicata sul biglietto e alle condizioni previste per una tale tariffa speciale.

5.5. Prolungamento del termine di validità del biglietto

5.5.1. Il periodo di validità del biglietto, indipendentemente dal tipo di tariffa applicata, è prorogato se la compagnia aerea:
non può fornire un posto per un volo su cui il passeggero ha una prenotazione confermata;
annulla il volo su cui il passeggero ha una prenotazione confermata;
salta il punto di sosta concordato;
non esegue il volo in tempi ragionevoli, più del tempo di partenza del volo indicato sul biglietto;
con le sue azioni porterà al fatto che il passeggero non sarà in grado di trasferire in un altro volo di collegamento, per il quale il passeggero ha una prenotazione confermata e che è indicata sul biglietto stesso, dove è indicato il volo precedente;
non è in grado di fornire servizi in conformità con la classe di servizio pagata, in questo caso, se il passeggero consente a trasporto ulteriore, la validità del suo biglietto deve essere prorogata per il tempo fino al primo volo, al quale c’è un posto per tale passeggero nella classe del servizio pagata;
ha ricevuto un documento valido di una istituzione sanitaria sulla malattia del passeggero o membro della sua famiglia che viaggia con lui sull’aeromobile, rendendo il viaggio impossibile e prevedendo la possibilità di un viaggio del questo passeggero dopo il recupero.

5.5.2. Se un passeggero dopo l’inizio del viaggio non può continuarlo durante la validità del biglietto a causa di una malattia o di altre circostanze riconosciute per compagnia aerea giustificate, la compagnia aerea può prorogare la validità del biglietto fina al tempo quando il passeggero può continuare il viaggio o fino al primo volo della compagnia aerea al quale c’è un posto per tale passeggero nella classe del servizio pagata dal punto in cui il viaggio è stato interrotto.
Il fatto di malattia o di altre circostanze deve essere confermato da un certificato appropriato di una istituzione sanitaria o un altro documento appropriato.
In caso di circostanze che rendono il viaggio ulteriore del passeggero impossibile, la compagnia aerea può anche prolungare il periodo di validità dei biglietti delle persone che accompagnano tale passeggero.

5.5.3. In caso di morte del coniuge o altro membro della famiglia del passeggero, che non ha cominciato il viaggio, o la morte di un passeggero durante il viaggio, la validità dei biglietti delle persone che accompagnano tale passeggero può essere estesa, ed ha aumentato fino al tempo di permanenza necessario al punto dell'evento.
La prorogazione della validità dei biglietti può essere fatta dopo la compagnia aerea riceve un correttamente rilasciato certificato di morte o un altro documento che conferma il fatto della morte e una relativa dichiarazione e per un periodo non superiore a 45 giorni dalla data del decesso della persona di cui al primo comma del presente articolo.
In applicazione di questo Regolamento i membri della famiglia di persona (passeggero) sono suoi genitori e genitori di suo marito o moglie, il coniuge, i bambini così di questa persona fisica e come del suo coniuge, compresi i loro figli adottivi, tutori, nonni, nonne, fratelli, sorelle, nipoti e altri dipendenti riconosciuti dalla legge.

5.6. Sequenza delle cedole di volo

5.6.1. La compagnia aerea accetta le cedole di volo solo in sequenza, a partire dal primo aeroporto di partenza specificato nel biglietto.

5.6.2. Un biglietto in cui il passeggero ha violato la sequenza dell’utilizzo delle cedole di volo è invalidato se ciò non è dovuto alla colpa della compagnia aerea o del suo agente autorizzato.

5.6.3. La cedola di passeggero e tutte cedole di volo non utilizzate precedentemente non restituiti alla compagnia aerea rimangono nel passeggero durante il viaggio e devono essere forniti su richiesta della compagnia aerea. In caso di violazione della sequenza di utilizzo delle cedole di volo, la compagnia aerea ha il diritto di rifiutare il trasporto e il rimborso del valore delle cedole di volo non utilizzate.

5.7. Classe di servizio

5.7.1. La compagnia aerea deve fornire al passeggero il servizio in conformità alla classe di servizio pagata. La compagnia aerea (il suo agente di vendita) deve informare il passeggero durante la prenotazione sul servizio fornito nella classe appropriata.

5.7.2. Il passeggero è accettato per il trasporto nella classe di servizio specificata nella cedola di volo, per la data del volo e il volo corrispondente, per il quale il passeggero ha una prenotazione confermata.

5.7.3. Se un biglietto viene rilasciato a un passeggero senza una prenotazione confermata, il posto viene prenotato su richiesta del passeggero al momento del suo check-in al volo, a condizione che tale posto sia disponibile nella classe di servizio pagata per il volo corrispondente.

5.7.4. La compagnia aerea ha il diritto, sia per motivi tecnici che commerciali, di aumentare o abbassare la classe di servizio. In caso di abbassamento della classe di servizio, la compagnia aerea è tenuta a informare il passeggero il più presto possibile e offrire al passeggero un'adeguata compensazione ai sensi della clausola 17.5 del presente Regolamento.

5.8. Il termine e le condizioni per la presentazione dei biglietti per restituire gli importi versati

5.8.1. I biglietti possono essere portati alla compagnia aerea per restituire gli importi versati per il trasporto parzialmente o totalmente inutilizzato, se tale restituzione è permessa secondo le regole della tariffa applicabile:
prima dell'inizio del trasporto, o
durante l'intero periodo di validità del biglietto di volo, o
entro 30 giorni dalla scadenza del biglietto.
La compagnia aerea, date le circostanze che hanno reso impossibile la presentazione puntuale del biglietto parzialmente o totalmente inutilizzato dal passeggero per il rimborso degli importi versati,  può prorogare i termini della questa clausola a sua discrezione.

5.8.2. Rimborso per biglietti non utilizzati o parzialmente utilizzati è realizzato in conformità alle regole della tariffa applicabile stabilite per la compagnia aerea.

5.8.3. La cessazione dei termini di cui alla clausola 5.8.1 della presente sezione non priverebbe il passeggero del diritto di presentare una domanda conformemente alle disposizioni della sezione ХХIX del presente regolamento.

5.9. Abbreviazioni

5.9.1. Il nome della compagnia aerea, oltre al suo nome completo, può anche essere fornito nel biglietto del passeggero e nello scontrino bagagli in forma di codice IATA – "PS" e il codice di insediamento digitale "566".

5.9.2. La compagnia aerea (il suo agente di vendita o agente di servizio) deve comunicare al passeggero al momento della prenotazione (check-in) le informazioni sul nome completo della compagnia aerea, che è fornito nel biglietto in forma di codici.

Sezione VI. Sosta sulla rotta o accordo del punto di sosta
(Stopover)

6.1. La sosta del passeggero nel percorso di trasporto è consentita, a condizione che essa sia pre-concordata con la compagnia aerea e indicata nel biglietto.

6.2. Se un passeggero ha un biglietto emesso a tariffa normale, le soste entro il termine della validità del biglietto sono autorizzate in qualsiasi punto dell’atterraggio dell’aeromobile sulla rotta di trasporto.

6.3. Se il passeggero ha un biglietto emesso ad una tariffa speciale o ridotta e si ferma sulla rotta di trasporto, un importo aggiuntivo può essere addebitata al passeggero per la sosta.

Sezione VII. Tariffe e imposte

7.1. Tariffe e imposte utilizzate

7.1.1. Le tariffe utilizzate sono quelle stabilite e pubblicate dalla compagnia aerea o per conto della compagnia aerea (o, se non pubblicate, calcolate secondo le norme tariffarie della compagnia aerea), tariffe di volo o voli dal punto di partenza alla destinazione indicata nel biglietto, valide il giorno del pagamento del biglietto per la classe di servizio appropriata. 
Ogni tariffa comprende le sue modalità di utilizzo, che includono il periodo di validità della tariffa, le condizioni di utilizzo della tariffa, il rimborso di fondi per il trasporto o parte di esso non utilizzati, altre condizioni e possono includere supplementi (surcharge), che sono una parte integrale di esso. 
Le regole per l'applicazione delle tariffe sono approvate dalla compagnia aerea e sono pubblicate sul suo sito web e nei luoghi di vendita dei biglietti affinché i passeggeri possano essere liberamente informati.
Ogni tariffa approvata dalla compagnia aerea può includere un elenco di servizi aggiuntivi forniti ai passeggeri sotto questa tariffa. La tariffa speciale può avere alcune restrizioni sul trasporto di passeggeri e bagagli.
Se il passeggero, durante il viaggio nel volo della compagnia aerea, intende trasportare solo oggetti che possono essere trasportati come bagaglio non registrato (bagaglio a mano) e la cui dimensione non supera le norme stabilite dal paragrafo 13.13.5 della sezione XIII del presente Regolamento, la compagnia aerea ha il diritto di concedere uno sconto alla tariffa scelta da tale passeggero o stabilire condizioni particolari di trasporto.

7.1.2. Le tariffe non comprendono i servizi di trasporto tra i terminal aeroportuali e tra gli aeroporti e i terminal di città.

7.1.3. Le tasse aeroportuali (tasse) per la prestazione di servizi ai passeggeri durante il loro servizio nell'aeroporto sono stabilite e approvate in conformità alla normativa vigente e pubblicate in un forma accessibile ai passeggeri/utenti.

7.1.4. Le tasse aeroportuali (tasse) e le tasse della compagnia aerea (tasse) non sono incluse nella tariffa, e insieme alla tariffa costituiscono il costo totale del trasporto aereo.
A causa di variazioni del valore commerciale del carburante e altri componenti della tariffa, la compagnia aerea può stabilire modifiche/supplementi (“surcharge”) opportuni delle tariffe.

7.1.5. La quota di servizio stabilita dalla compagnia aerea e/o dal suo agente di vendita per il biglietto, i servizi MCO, EMT, EMD per i voli della compagnia aerea non è inclusa nel costo del trasporto e viene pagata dal passeggero separatamente con fornitura di un documento che conferma il pagamento di tali servizi.
Durante la registrazione/rilascio di un biglietto in una biglietteria della compagnia aerea, la quota di servizio può essere inclusa nel prezzo del biglietto secondo le regole della compagnia aerea.

7.1.6. La compagnia aerea ha il diritto di mantenere una tassa per i servizi aggiuntivi non direttamente previsti dalla legislazione di Ucraina.

7.2. Pagamento delle tasse

7.2.1. Le tasse aeroportuali (tasse), le tasse della compagnia aerea (tasse), stabilite per l'utilizzo di qualsiasi servizio o attrezzatura, possono essere incluse nel costo del trasporto o pagabili separatamente con la fornitura di un documento che conferma il pagamento di tali servizi.

7.2.2. Gli importi delle quote di servizio che possono essere addebitate dalla compagnia aerea durante la registrazione o il rilascio dei biglietti o MCO, EMT, EMD sono fissate dalla compagnia aerea e collocate sul suo sito web e in luoghi di vendita dei biglietti.

7.2.3. Le tariffe, le tasse (tasse) per il trasporto aereo per/da e nell'Ucraina sono pubblicate dalla compagnia aerea e dagli aeroporti in CRS/GDS nella valuta approvata dall'organo competente per l'aviazione civile e concordato con la Conferenza di coordinamento tariffario IATA.

7.2.4. Gli insediamenti nel territorio dell'Ucraina e i tassi di cambio per i servizi di trasporto aereo sono effettuati in conformità alla legislazione vigente in Ucraina.

Sezione VIII. Prenotazione di trasporto di passeggeri e bagagli

8.1. Requisiti per la prenotazione

8.1.1. Una prenotazione per il trasporto di un passeggero su un aeromobile e la capacità del trasporto per il trasporto di bagagli in eccesso per un volo e una data determinati è un presupposto del trasporto di passeggeri e bagagli in aereo.

8.1.2.  I sistemi automatizzati (CRS/GDS) vengono utilizzati per prenotare un trasporto su un aeromobile.
Una prenotazione di passeggeri e bagagli può essere effettuata tramite la comunicazione stazionaria e mobile, Internet, macchine self-service specializzate ecc.
La condizione principale per l'utilizzo di tali metodi di prenotazione è il riflesso della prenotazione effettuata nel sistema di prenotazione della compagnia aerea.

8.1.3. Le prenotazioni sono effettuate in conformità ai termini e alle condizioni stabiliti dal vettore e pubblicati sul suo sito Internet o in qualsiasi altro modo determinato dal vettore.

8.1.4. L’inserimento alla prenotazione dei contatti del passeggero (indirizzo e-mail e/o numero di cellulare) è obbligatorio per il processo di trasporto. L’inserimento alla prenotazione dei dati del passaporto e altri dati del passeggero è effettuato in conformità ai requisiti degli organi statali dell'Ucraina e/o dei paesi ai quali o attraverso i quali il trasporto è effettuato.

8.1.5. La compagnia aerea o il suo agente di vendita che hanno partecipato alla prenotazione del trasporto devono informare il passeggero (il suo rappresentante) in merito ai termini di pagamento e rilascio dei biglietti e eventuali modifiche dell’orario dei voli.

8.1.6. Fino al pagamento del costo totale del trasporto dal passeggero (il suo rappresentante), la prenotazione è preliminare e il contratto di trasporto non è considerato concluso.

8.1.7. In caso di mancato pagamento da parte del passeggero del prezzo del biglietto durante il periodo stabilito dalla compagnia aerea o dal suo agente per la vendita, la compagnia aerea ha il diritto di annullare la prenotazione senza notificare al passeggero.

8.1.8. Nel caso di informazioni ricevute dai sistemi di pagamento internazionali e/o istituti bancari ad attività fraudolente con una carta bancaria di pagamento, con la quale il trasporto è stato pagato, la compagnia aerea ha il diritto in qualsiasi momento di rifiutare l'imbarco al passeggero e annullare la prenotazione. Tuttavia, se i fondi versati dal passeggero utilizzando questa carta al momento del trasporto non sono addebitati sul conto del vettore o bloccati nel suo conto, e il passeggero fornisce la prova che può confermare l'accuratezza e la legalità di utilizzo della relativa carta bancaria di pagamento, la compagnia aerea può permettere tale passeggero al trasporto.

8.1.9. Se il passeggero non è arrivato al volo ‘No show’ per il quale esso ha una prenotazione confermata e non ha informato la compagnia aerea in anticipo sulle modifiche nel suo viaggio, la compagnia aerea ha il diritto di annullare la prenotazione del passeggero per questo volo e i seguenti segmenti del percorso del volo di trasporto e di ritorno.

8.2. Consenso del passeggero al trattamento dei dati personali

8.2.1. Al momento della prenotazione e/o della vendita di un biglietto, la persona autorizza volontariamente il trattamento dei dati personali del passeggero in forma che consente di concludere che tale accordo è concesso.
Quando si effettua la prenotazione tramite il sito Internet della compagnia aerea una persona autorizza il trattamento dei dati personali mediante l'apposizione di un marchio di tale autorizzazione in conformità con l'obiettivo stabilito di trattamento, a condizione che il sistema non permette il trattamento dei date prima dell’apposizione di tale marchio.
La prenotazione effettuata e/o il rilascio di un biglietto conferma che il passeggero ha autorizzato volontariamente il permesso di elaborare i dati personali nel modo previsto da questo Regolamento.

8.2.2. Il passeggero informa la compagnia aerea (agente di vendita) dei propri dati: cognome, nome; data di nascita; sesso; i dati del passaporto; numeri di telefono e altri contatti possibili aggiuntivi con suo consenso volontario e incondizionato al trattamento, lo stoccaggio, la distribuzione e l'accesso a tali dati a terzi, elencati o sul sito web della compagnia aerea, compreso le compagnie di servizio (handling, catering), i servizi aeroportuali, organismi di regolamentazione, i servizi di sicurezza, altri vettori, fornitori di sistemi telematici di prenotazione, i fornitori di sistemi della gestione/controllo di voli e altri sistemi utilizzati dalla compagnia aerea durante il servizio di passeggeri e bagagli nel modo previsto dalla legge, compreso il trasferimento transfrontaliero ai non residenti ai fini della prenotazione, rilascio/riemissione del biglietto, il trasporto, i servizi a terra di voli e passeggeri, e la realizzazione di controlli di sicurezza, le procedure doganali e di frontiera, i servizi aggiuntivi, sistema di tracciamento dei bagagli e sistemi per prevenire/rilevare frodi con documenti di spedizione, assistenza consultiva per l’ingresso l’uscita nella rotta del trasporto, il supporto sulle informazioni di viaggio di passeggeri, le attività di marketing della compagnia aerea e i suoi partner con cui la compagnia aerea ha stipulato appositi contratti, l'invio di messaggi (push-messaggi, Viber-messaggi, messaggi SMS, messaggi di un altro tipo/modo di trasmissione) ai contatti del passeggero, sui servizi della compagnia aerea e dei suoi partner, le proposte di prezzi e di marketing, altre informazioni necessarie specificate dal presente Regolamento e/o l'attuazione di altri relazioni che richiedono l'elaborazione e/o la distribuzione e/o l'accesso ai dati dei passeggeri per la tempestiva notifica e per informare il passeggero sul trasporto. 
Il permesso del passeggero al trattamento dei dati personali implica il suo consenso per ottenere i messaggi della compagnia aerea di qualsiasi soggetto che non violano le leggi di Ucraina e non le contraddicono, in qualsiasi tempo al numero di telefono che è stato fornito dal passeggero al momento della prenotazione/acquisto di un biglietto, o tramite un'applicazione mobile installata sul dispositivo mobile del passeggero (a seconda del tipo/modalità di comunicazione), nonché il trasferimento alle suddette persone, compresi i non residenti, i suoi dati con lo scopo previsto sopra senza preavviso, compreso il caso di trasferimento di dati personali a nuove entità (contraenti), in connessione con la loro conclusione di nuovi affari con la compagnia aerea relativi al trattamento dei dati personali ai sensi della legge dell'Ucraina "Sulla protezione dei dati personali".

8.2.3. La persona è tenuta a fornire alla compagnia aerea o al suo agente di vendita informazioni complete e precise per la prenotazione di ADULT, INF e CHD, cioè: cognome, nome, data di nascita, sesso, i dati di passaporto e di visto (se la legge nazionale dello stato di arrivo prevede un programma per la notifica preliminare dei passeggeri/ API/) passeggero.
Inoltre, al momento della prenotazione e/o della vendita di un biglietto, la persona è tenuta a comunicare alla compagnia aerea o al proprio agente di vendita le informazioni necessarie relative alle condizioni particolari del trasporto di passeggeri.
Durante la prenotazione è vietato immettere i contatti dell'agente o di una terza persona invece dei contatti del passeggero.
Nel caso in cui il passeggero (suo agente di vendita) ha fornito i contatti incompleti o inesatti e/o in mancanza di comunicazione con il passeggero per i contatti specificati, documentato dalla compagnia aerea o dalla società di comunicazione, la compagnia aerea non è responsabile per le conseguenze della notifica ritardata del passeggero in merito alle modifiche dell’orario o altri eventi che influiscono il trasporto.

8.2.4. Nel caso in cui la persona non ha fornito tutte le informazioni di cui alle clausole 8.2.2 e 8.2.3 di questo Regolamento e/o le informazioni false, il passeggero può essere negato della prenotazione e/o del rilascio dei biglietti per il volo/i voli della compagnia aerea.

8.2.5. La prenotazione e/o il biglietto rilasciato conferma che il passeggero ha accettato volontariamente le condizioni della prenotazione.
In caso di rifiuto o richiamo da parte del passeggero di acconsentire al trattamento dei dati personali, la compagnia aerea ha il diritto di rifiutare il passeggero a rendere un servizio che richiede l'elaborazione dei dati dei passeggeri specificati nella presente sezione e/o a trasportarlo.

8.2.6. Il database dei dati personali "Passeggeri" si trova a: 02121, Kiev, autostrada Kharkivske, 201-203.

8.3. Attribuzione di un posto

8.3.1. La prenotazione del trasporto di passeggeri può essere effettuata sia con la fissazione di un posto specifico per un passeggero a bordo di un aeromobile, e senza tale. Nel caso di una prenotazione senza fissazione di un posto specifico per un passeggero, il numero di sedili passeggeri viene determinato durante il check-in del passeggero per il volo.
Nel caso di preordinazione di un posto specifico o di ordinazione di un posto particolare durante il check-in di un passeggero su un volo, la compagnia aerea ha il diritto di fissare una tassa per la prestazione di tale servizio.

8.3.2. La compagnia aerea ha il diritto di cambiare il posto consegnato anche dopo aver imbarcato il passeggero a bordo dell'aeromobile per ragioni di sicurezza e di motivi tecnici.

8.3.3. Il diritto di priorità per ottenere un posto sul volo per categorie particolari è definito in conformità con le leggi dell'Ucraina e aggiunte della compagnia aerea a questo elenco.
La priorità per ricevere un posto su un volo hanno:
persone "VIP";
invalidi di guerra dei 1-3 gruppi;
invalidi del lavoro dei 1-2 gruppi;
combattenti;
persone con bambini sotto i 3 anni e persone con due o più bambini sotto i 8 anni.

8.4. Riconferma di prenotazione

8.4.1. La compagnia aerea ha il diritto di richiedere al passeggero di riconfermare il volo di ritorno. La riconferma di volo di ritorno è richiesto per il trasporto su voli di linea che collegano con gli altri voli (per i passeggeri in transito e di trasferimento).
La procedura della riconferma del volo di ritorno è determinata dalla compagnia aerea nelle condizioni del trasporto aereo, che è una parte integrale del biglietto di passeggero.
Il venditore di biglietti (compagnia aerea, agente di vendita) informa il passeggero sulla necessità di riconfermare il volo di ritorno.

8.4.2. La riconferma di volo di ritorno non è necessaria se il volo di ritorno è previsto in meno di 72 ore o la prenotazione è stata fatta per un volo meno di 72 ore prima della partenza prevista.
Se il passeggero ha alcuni segmenti diversi della rotta di volo, la riconferma viene eseguita per ogni segmento.

8.4.3. La compagnia aerea informa il passeggero quando e come è possibile effettuare un riconferma della prenotazione. Il mancato rispetto del requisito richiesto dalla compagnia aerea per riconfermare una prenotazione, autorizza la compagnia aerea a cancellare la prenotazione non confermata non prima di 72 ore prima di partenza del volo prevista nell'orario.

Sezione IX. Servizio passeggeri

9.1. Servizio passeggeri all'aeroporto

9.1.1. Il vettore o l'agente di servizio, anche tramite l'operatore dell'aeroporto, fornisce ai passeggeri all'aeroporto di partenza/arrivo informazioni visive e/o acustiche relative a:
l'ora di partenza e di arrivo dell'aeromobile;
luogo, ora di inizio e fine della check-in sul volo;
ritardi o cancellazioni dei voli e motivi di ritardi e cancellazioni;
le regole e le procedure per l'ispezione pre-volo e post-volo di passeggeri e di bagagli;
norme generali relative alla conformità dei passeggeri ai requisiti in materia di frontiera, dogana, immigrazione, sanità, quarantena, veterinaria, fitosanitaria e altri tipi di controllo, in conformità della legislazione applicabile;
luogo per l’ottenimento di bagaglio e azioni del passeggero in caso di ritardo, danno, distruzione e mancanza di bagagli.

9.1.2. All'aeroporto, la compagnia aerea o agente di servizi a terra offre i seguenti servizi:
check-in di passeggeri sul trasporto, ad eccezione dei passeggeri che hanno effettuato in modo indipendente il check-in on-line per il volo tramite il software (inclusi, mediante programmi speciali installati sul dispositivo mobile del passeggero) o che sono stati registrati automaticamente dalla compagnia aerea per il volo;
dalla registrazione del bagaglio al trasporto;
dal trasporto terrestre di passeggeri, bagagli al luogo di stazionamento e imbarco di passeggeri in un aeromobile e carico di bagagli;
organizzazione dello sbarco di passeggeri da un aeromobile e lo scarico di bagaglio, il trasporto a terra al terminal dell'aeroporto di arrivo e la consegna dei bagagli.

9.1.3. Il tempo per l'inizio e la fine di check-in di passeggeri (biglietti) e bagagli per un volo è stabilito dalla compagnia aerea conformemente alle clausole 11.3-11.4 del presente Regolamento.

9.1.4. Il tempo per l’imbarco di passeggeri a bordo di un aeromobile è determinato dal vettore.
Questo tempo non può terminare prima di 10 minuti prima del tempo di partenza impostato sul volo indicato nel biglietto.

9.1.5. Il tempo per l'inizio e la scadenza di check-in e di imbarco di passeggeri a bordo di un aeromobile è indicato nel documento fornito al passeggero durante la vendita del biglietto e/o sul sito ufficiale dell’UIA.

9.1.6. La compagnia aerea offre servizi aggiuntivi ai passeggeri di classe business, tra cui:
i passeggeri vengono serviti presso uno sportello check-in separato. In assenza di tale possibilità – la registrazione dei passeggeri viene effettuata in primo luogo;
in presenza di una sala d'aspetto business, i passeggeri ricevono un invito appropriato;
La consegna di passeggeri di classe business da/verso l'aeromobile effettuata conformemente alle disposizioni della normativa vigente.
La compagnia aerea può gratuitamente fornire ai passeggeri di classe premium (classe di comfort) servizi simili o addebitare un costo per la prestazione di tali servizi.

9.2. Servizio di passeggeri a bordo di un aeromobile

9.2.1. La compagnia aerea fornisce ai passeggeri a bordo un complesso di servizi a seconda di tipo e l’equipaggiamento dell’aeromobile, durata del volo, ora del giorno durante il quale il volo si svolge, nonché la classe di servizio indicata sul biglietto.
Il volume dei servizi e l'ordine della loro fornitura sono determinati dalle tecnologie di servizio di passeggeri a bordo di un aeromobile, la informazione su i quali i passeggeri possono trovare nel luogo di vendita dei biglietti o sul sito Internet della compagnia aerea.

9.2.2. La compagnia aerea a bordo di un aeromobile prevede:
l’equipaggiamento della cabina passeggeri dell’aeromobile con mezzi tecnici e sistemi di sicurezza dei passeggeri;
sostegno del regime di temperatura appropriato in cabina;
mezzi di uso individuale per i passeggeri (illuminazione individuale, ventilatore, tavola per alimenti, sistema di cinture di sicurezza, maschere di ossigeno e antifumo, ecc.);
la manutenzione delle condizioni sanitarie e igieniche adeguate della cabina dell’aeromobile;
buono stato e completamento di attrezzature tecniche, inventario e mezzi di trasporto passeggeri;
disponibilità di posti per passeggeri con bambini e posti con possibilità di impostare una culla per neonati;
la possibilità di accogliere passeggeri su lettighe e invalidi;
fornitura dei servizi che creano comfort e corrispondono alla durata del volo.

9.2.3. La compagnia aerea a bordo dell'aeromobile fornisce ai passeggeri i seguenti servizi gratuiti:
assistenza durante l'imbarco o lo sbarco a/da un aeromobile (nel trovare un posto, collocare il bagaglio a mano, ecc.);
servizio di comunicazione – informare i passeggeri puntualmente e veridicamente circa le regole di condotta a bordo dell’aeromobile, i servizi forniti, le condizioni di volo, l'uso di attrezzature di sicurezza, la disposizione in cabina dei dispositivi di protezione individuale e le scale gonfiabili, la disposizione delle uscite di emergenza principali e di riserva, le condizioni di uscita dall’aeromobile in situazioni di emergenza;
servizio individuale;
fornitura di bibite analcoliche (acqua potabile);
fornitura del primo aiuto medico;
fornitura di passeggeri con inventario morbido e mezzi di servizio in volo conformemente alle condizioni della normativa vigente,
fornitura di periodici (giornali, riviste, prodotti pubblicitari);
trasmissione di programmi musicali (in presenza di attrezzature adeguate a bordo dell'aeromobile).

9.2.4. La fornitura di bevande rinfrescanti (acqua potabile) a bordo di un aeromobile viene effettuata gratuitamente dalla compagnia aerea entro i limiti stabiliti.
Per ogni ora del volo, il percentuale minimo delle bevande rinfrescanti (acqua potabile) è di 100 ml e in assenza di cibo, 150 ml per un ora di volo.
Nel periodo compreso tra il 15 aprile e il 14 ottobre, la fornitura di bevande rinfrescanti è di 150 ml e in assenza di cibo, 200 ml per un ora di volo.

9.2.5. Il cibo caldo a bordo di un aeromobile può essere fornito ai passeggeri gratuitamente e a pagamento in conformità alle norme e regolamenti stabiliti dalla compagnia aerea. Alimenti e bevande calde possono non essere disponibili per i passeggeri dell’aeromobile, se questa condizione è stabilita dalle regole del vettore o cliente del volo (tour operator) e i passeggeri sono stati informati sulle condizioni di servizio a bordo dell’aeromobile prima di concludere il contratto di trasporto aereo o di acquistare un pacchetto di servizi di viaggio completi.

9.2.6. La compagnia aerea può offrire al passeggero servizi di comodità aggiuntivi durante il volo. L'elenco di tali servizi, la procedura per la loro fornitura e il pagamento sono stabiliti dalla compagnia aerea. La compagnia aerea informa i passeggeri su tali servizi aggiuntivi nel modo scelto da essa.

9.2.7. Per fornire il primo aiuto medico in volo, la compagnia aerea fornisce a bordo di un aeromobile la disponibilità di kit di pronto soccorso nelle seguenti quantità:
numero di sedili passeggeri da 0 a 99 – 1 unità;
numero di sedili passeggeri da 100 a 199 – 2 unità;
numero di sedili passeggeri da 200 a 299 – 3 unità;
numero di sedili passeggeri da 300 e più – 4 unità.

9.2.8. La compagnia aerea (agente di servizio), sulla base di un ordine preliminare di un passeggero con disabilità, fornisce il suo trasporto su una carrozzina speciale dopo il check-in e presso il luogo designato a bordo dell'aeromobile.

9.2.9. La compagnia aerea fornisce a bordo di un aeromobile la disponibilità di una sedia a rotelle per il trasferimento di passeggeri con disabilità.

9.2.10. Prima del volo e durante il volo, la compagnia aerea prevede:
riscaldamento/raffreddamento dello scomparto passeggeri;
fornitura di acqua fredda e calda nell'angolo cottura e nel bagno;
la conformità della pressione nello scomparto passeggeri e la velocità della sua modifica alle norme stabilite;
temperatura dell'aria in saloni non inferiore a 18 gradi e non superiore a 25 gradi Celsius;
pulizia e ordine nello scomparto passeggeri;
controllo costante sulla conformità dei passeggeri alle norme di condotta a bordo di un aeromobile.

9.2.11. Il servizio passeggeri a bordo di un aeromobile può essere effettuato nelle seguenti classi: business, premio o comfort (economy migliorato) ed economy.
1) il servizio passeggeri in cabina di classe business è effettuato in uno scomparto separato situato all'arco dell'aereo. La distanza tra le sedi (tra le due zampe anteriori dei sedili) deve essere di almeno 78,71 cm (31 pollici).
Il salone è dotato di un sistema di intrattenimento a bordo o i passeggeri possono essere forniti con un touch-TV individuale. 
Il layout della classe business dipende dal tipo di aeromobile utilizzato. Il numero di posti in una cabina di classe business dipende dalla composizione di un particolare aeromobile.
I passeggeri di classe business sono dotati di servizi aggiuntivi quali: un set di riviste e giornali, una coperta, un cuscino (a prescindere dalla durata del volo), un bagno separato, una calda salvietta bagnata per le mani prima di mangiare, un assortimento di cibo raffinato con scelta di piatti, alcolici e bevande rinfrescanti in assortimento. 
2) Classe di premium economy (classe di comfort) – una classe di comfort superiore, con i standard di servizio: alimentazione, bevande rinfrescanti, regole per il trasporto di bagagli sono impostati dalla compagnia aerea.
Il salone della classe premium economy (classe di comfort) è situato nella parte frontale dell'aereo dopo la classe business, se presente. Questo salone è separato dal salone di classe business da una parete (duro o morbido).
Le norme relative al cibo, alle bevande raffreddate e alcoliche sono regolate dalla compagnia aerea a seconda del tempo e della distanza di volo. 
3) Il salone di classe economy si trova dopo il salone di classe business o il salone di classe premium (classe di comfort), se presente.
I passeggeri sono alloggiati nello scomparto passeggeri con poltrone standard.
La distanza tra i sedili (tra le due zampe anteriori dei sedili) deve essere di almeno 73,66 cm (29 pollici).
La prestazione di servizi per la fornitura di passeggeri con prodotti alimentari e bevande fredde è effettuata in conformità alle norme e ai regolamenti del vettore.

9.2.12. La temperatura di snack, piatti e bevande offerti a bordo di un aeromobile deve essere: piatti caldi fino a +65/70 gradi Celsius; bevande calde fino a +75 gradi Celsius; piatti freddi fino a +10/14 gradi Celsius; spuntini a +10/14 gradi Celsius; bevande analcoliche fino a + 10/14 gradi Celsius.

9.2.13. A bordo di un aeromobile può essere effettuato il commercio di prodotti alimentari e industriali e bevande, souvenir, libri e riviste, ecc.

9.3. Requisiti di sicurezza a bordo di un aeromobile

9.3.1. Un aeromobile è dotato dell'equipaggiamento necessario di apparecchiature di salvataggio di emergenza e dei mezzi di evacuazione di emergenza dei passeggeri in caso di emergenza.
È vietato assumere a bordo di un aeromobile tara, strumenti ed attrezzature per i quali no ci sono nidi, scaffali o fissazioni speciali.
Il numero massimo di persone a bordo di un aeromobile non deve superare il numero di sedili e posti dotati di cinghie.
Prima di decollo, atterraggio e in casi particolari, i passeggeri sono tenuti a fissare le cinghie, e assistenti di volo sono tenuti a controllare la posizione fissata e la tensione della cinghia di ogni passeggero.
I bambini sotto i due anni trasportati senza una sedia separata sono posti a sedere sulle ginocchia di passeggeri adulti che devono tenerli con forte mano.

9.3.2. Su ogni volo, gli assistenti di volo forniscono:
informazione tempestiva e accurata per i passeggeri in merito a luoghi di immagazzinamento di apparecchiature di emergenza e le norme del utilizzo di esso;
familiarizzazione dei passeggeri con le istruzioni di sicurezza;
una rassegna approfondita di tutti gli spazi passeggeri al fine di individuare cose estranee;
durante il ricevimento e la sistemazione di passeggeri a bordo dell’aeromobile di rispettare le prescrizioni del centraggio, evitare di mettere oggetti ingombranti sul portapacchi e mettere qualsiasi cose nei corridoi, vicino le porte d’ingresso e uscite di emergenza;
durante il volo nella zona di turbolenza di richiede ai passeggeri di essere seduti con cinghia di sicurezza fissata;
in situazioni estreme di mantenere patronanza di se, fiducia nelle loro azioni e in se stessa, le azioni degli assistenti del volo devono essere chiari, la voce calma, le parole convincenti;
prima del’imbarco di passeggeri a bordo di aeromobili e lo sbarco di verificare la corretta installazione della scala;
prima del decollo e dell’atterraggio dell’aeromobile di verificare la corretta installazione e il fissaggio affidabile di attrezzature ed inventario;
di evitare che i passeggeri camminino nella cabina durante la salita e la discesa dell’aeromobile;
culle per i neonati devono essere impostati non prima di 10-15 minuti dopo il decollo e tolti entro e non oltre 20 minuti prima della discesa dell’aeromobile.
La compagnia aerea fornisce la sicurezza in cabina, il posizionamento corretto ed affidabile dei bagagli a mano, bagagli, attrezzature smontabili, inventario morbido e mezze di manutenzione.

Sezione X. Trasporto di categorie speciali di passeggeri

10.1. Trasporto di passeggeri con disabilità (i disabili)

10.1.1 Il passeggero è tenuto a stabilire autonomamente la possibilità di utilizzare il trasporto aereo in base al suo stato di salute.

10.1.2. La compagnia aerea non è responsabile del deterioramento della salute del passeggero o di altre conseguenze per il passeggero che possono verificarsi durante l'imbarco, il volo o dopo la conclusione del trasporto aereo e terrestro nell'aeroporto a causa dell'età del passeggero, della sua condizione mentale o fisica.

10.1.3. Un passeggero la cui condizione fisica causa preoccupazione della compagnia aerea (una grave malattia, passeggero su barelle, ecc.) è consentito per il trasporto aereo in caso di presentazione del relativo certificato di una istituzione sanitaria che lui non è controindicato per il trasporto aereo e in alcuni casi anche che la sua malattia non mette in pericolo gli altri.

10.1.4. Il trasporto dei malati gravi e dei passeggeri su barelle può essere effettuato solo con l'assistenza di una persona che si occuperà di tale passeggero durante il volo.
Il trasporto dei malati gravi e dei passeggeri su barelle viene effettuato con la disposizione a loro di un posto (posti) su un aeromobile con pagamento della tariffa stabilita dalla compagnia aerea.
Le qualifiche mediche necessarie di una persona che accompagna un malato grave o un passeggero su barelle è determinata dall'istituzione medica appropriata.

10.1.5. Quando il passeggero su barelle non può essere messo da barelle nella sedia, la possibilità di trasporto di lui su barelle è determinata in anticipo per accordo tra la compagnia aerea e tale passeggero o la persona che lo accompagna.

10.1.6. La compagnia aerea ha il diritto di rifiutare il trasporto di un passeggero con una grave malattia e di un passeggero su barelle, in assenza delle condizioni a bordo dell’aeromobile necessarie per il trasporto di tale passeggero.

10.1.7. La richiesta di assistenza durante il trasporto di un passeggero con una grave malattia e di un passeggero su barelle deve essere inviata alla compagnia aerea:
per un passeggero trasportato su barelle, entro e non oltre 72 ore prima della partenza del volo. La compagnia aerea è tenuta a rispondere entro 36 ore prima della partenza del volo;
per altri passeggeri con esigenze particolari, entro 48 ore prima della partenza del volo. La compagnia aerea è tenuta a rispondere entro 24 ore prima della partenza del volo e avvisare l'agente di vendita che ha effettuato la prenotazione e ha chiesto la prestazione del servizio in questione, nonché notificare gli aeroporti di partenza, destinazione e transito.
Se un evento che ha causato la perdita di mobilità è avvenuto meno di 24 ore prima della partenza, la questione della possibilità di trasporto è risolta immediatamente tramite il numero di telefono del Contact Center pubblicato sul sito Internet della compagnia aerea.

10.1.8. I passeggeri ciechi e sordi accompagnati da un cane guida sono alloggiati in luoghi dove c'è abbastanza spazio per il cane ad osservare le regole di sicurezza. Il cane guida viene trasportato gratuitamente.

10.1.9. I passeggeri con disabilità sono situati dalla compagnia aerea nella cabina dell’aeromobile in modo da non interferire con l'evacuazione rapida dei passeggeri dall'aeromobile.

10.1.10. La compagnia aerea prende misure per aiutare le persone con disabilità in modo che tali persone possano:
imbarcare e registrare i bagagli;
passare dallo sportello di check-in all’aeromobile con il passaggio delle procedure di immigrazione, dogane e altre;
imbarcarsi a bordo di un aeromobile usando un ascensore, una carrozzina speciale o altri mezzi;
spostarsi dalla porta dell'aereo al suo posto;
tenere e usare i bagagli in cabina;
passare da loro posti alle porte dell’aeromobile;
uscire dall’aeromobile usando un ascensore, una carrozzina speciale o altri mezzi; 
passare dall’aeromobile alla sala bagagli e ricevere i bagagli con il passaggio delle procedure di immigrazione, dogane e altre;
passare dalla sala bagagli ad un punto di controllo specifico;
in caso di trasferimento, trasferirsi a un volo di collegamento con la ricezione di assistenza a terra e nell'aria e, se necessario, all'interno e tra i terminal aeroportuali;
ricevere le informazioni necessarie nei formati accettabili per la realizzazione dei voli;
per effettuare una sostituzione temporanea su una base analoga di apparecchiature mobili danneggiati o persi.

10.1.11. Se una persona con disabilità è assistita da una persona che la accompagna, tale persona a sua richiesta può essere fornita con l'assistenza necessaria all'aeroporto e durante l'imbarco e lo sbarco dall'aereo.
La compagnia aerea fornisce (se possibile) la fornitura di un posto a tale persona presso il passeggero con disabilità. 

10.1.12. La compagnia aerea fornisce il trasporto di fino a due unità di mezzi mobili per disabili o persone con disabilità, tra cui una sedia a rotelle elettrica (con preavviso 48 ore prima del tempo di volo, tenendo conto delle eventuali restrizioni sullo spazio a bordo dell'aeromobile e conformità alla legislazione sui pericoli merci).

10.2. Trasporto di donne in gravidanza e partorienti

10.2.1. Le donne in gravidanza possono essere accettate dalla compagnia aerea per il trasporto, a condizione che il loro periodo di gravidanza non superi le 35 settimane e in caso di gravidanza multipla – 32 settimane, a condizione di un adeguato stato di salute di tali donne, che deve essere confermato dal relativo certificato di una istituzione sanitaria circa i termini di gravidanza e stato di salute.

10.2.2. La fornitura di certificati medici a compagnia aerea può essere necessaria in qualsiasi periodo di gravidanza, se il rappresentante della compagnia aerea ha dubbi circa i termini della gravidanza o i termini delle nascite previste o se i segni esterni della gravidanza mostrano le complicazioni o la salute della donna è insoddisfacente.

10.2.3. La compagnia aerea rifiuta di trasportare, anche se esiste un certificato medico, le partorienti e neonati nei primi 7 giorni dopo il parto e la nascita e anche se il parto è atteso nei prossimi 7 giorni prima del giorno di trasporto.

10.2.4. Per il trasporto di bambini nati prima di un termine naturale, loro genitori o gli adulti accompagnanti sono tenuti a presentare un certificato medico per ogni bambino, confermando la possibilità di trasporto aereo da parte dei bambini.

10.2.5. La responsabilità per l'autenticità dei certificati medici forniti sulla possibilità di trasporto aereo delle donne in gravidanza, partorienti, bambini è investita in loro portatori (genitori di bambini o adulti che accompagnano i bambini).
In caso di deterioramento della salute dei bambini, delle donne in gravidanza o di altri effetti negativi per loro salute durante il trasporto aereo o terrestro nell'aeroporto, tutta la responsabilità è investita in portatori dei certificati medici, i genitori dei bambini e gli adulti che accompagnano i bambini.

10.2.6. In ogni caso di dubbio, l'agente che effettua il check-in (il rappresentante della compagnia aerea) in merito alla possibilità di un trasporto sicuro di una donna in gravidanza, il trasporto può essere negato.

10.3. Trasporto di bambini

10.3.1. I bambini nel trasporto aereo sono INF e CHD.
INF, che alla data di partenza del volo non è di 2 anni, viene trasportato senza un posto separato alle tariffe speciali fissate dalla compagnia aerea.
CHD, che alla data di partenza del viaggio è inferiore a 12 anni, viene trasportato in un posto separato alle tariffe speciali stabilite dalla compagnia aerea.

10.3.2. I bambini possono essere trasportati sotto la scorta o non accompagnati da un passeggero adulto che ha raggiunto l'età di 18 anni, secondo i seguenti requisiti:
1) per categoria "bambino non accompagnato", i bambini di età compresa tra i 5 e 14 anni sono registrati per il trasporto domestico e bambini dai 5 ai 16 anni per il trasporto internazionale.
(2) i bambini non accompagnati sono accettati per il trasporto dopo che i loro genitori o tutori compilano i relativi documenti debitamente compilati e pagano i servizi stabiliti dalla compagnia aerea.
3) L'età del bambino è determinata alla data di inizio del trasporto dall'aeroporto di partenza specificato nel documento di trasporto.
4) I bambini che al momento della partenza del volo sono meno di 5 anni possono essere negati nel trasporto se non accompagnati da adulti.

10.3.3. Ogni passeggero adulto ha il diritto di trasportare con sé solo un neonato senza un sedile separato. Ogni passeggero adulto è consentito di trasportare un massimo di due neonati – uno senza un sedile separato e uno con una sedile separato, con pagamento di tale trasporto a tariffa stabilita dalla compagnia aerea per il trasporto di bambini dai 2 ai 12 anni. Il bambino, per il quale è stato pagato un posto separato, deve essere trasportato nel seggiolino per il trasporto di bambini certificati per l'uso nel trasporto aereo. Se il passeggero non ha un seggiolino auto e non rispetta tali condizioni, la compagnia aerea ha il diritto di rifiutare di trasportare il bambino in un posto separato.

10.3.4. I passeggeri con INF sono previsti con i posti con una maschera di ossigeno supplementare.

10.4. Trasporto di deportati e di persone a cui è stato negato l'ingresso nel paese

10.4.1. La compagnia aerea non è responsabile del rifiuto delle autorità statali di fornire al passeggero il permesso di entrare nel paese.

10.4.2. Il passeggero deve, su richiesta della compagnia aerea o autorità statali, ritornare al punto di partenza o a un altro luogo (per il quale lui ha un permesso d'ingresso) in relazione al rifiuto del paese di destinazione di accettarlo, indipendentemente dal fatto che questo paese sia il destinatario o il punto di transito.
In caso di trasporto di ritorno o di trasporto in un altro luogo in relazione al rifiuto di entrare nel paese, il passeggero deve pagare alla compagnia aerea il costo di tale trasporto.

10.4.3. Nel caso previsto dalla clausola 10.4.2 della presente sezione, la compagnia aerea può utilizzare come pagamento qualsiasi mezzo pagato dal passeggero precedentemente per il trasporto inutilizzato che rimane a disposizione della compagnia aerea, o qualsiasi altro mezzo del passeggero a disposizione della compagnia aerea.

10.4.4. L'importo pagato dal passeggero per il trasporto effettuato fino al punto in cui è stato rifiutato l'ingresso o è stato deportato dal paese di destinazione non viene rimborsato.

10.4.5. Il costo di un biglietto per il trasporto di persone deportate è pagato dalle persone deportate o dalle autorità del paese che ha deciso di deportare tali persone nel paese in cui si effettua la deportazione.

10.4.6. La compagnia aerea deve essere munita di tutte le informazioni relative alla presenza sul volo dei passeggeri potenzialmente pericolosi che effettuano il volo obbligatorio prima della partenza del trasporto. Nel caso di trasporto su un aeromobile delle persone convogliate (persone in custodia) una menzione respettiva deve essere fatta nei documenti di volo.

10.4.7. La compagnia aerea ha il diritto di negare il trasporto di passeggeri potenzialmente pericolosi (convogliati, deportati, persone in custodia) conformemente ai requisiti di cui al paragrafo 12.1 del presente Regolamento se tali passeggeri o i loro accompagnatori non dispongono dei documenti necessari per il trasporto o se ci sono ragioni per ritenere che i passeggeri potenzialmente pericolosi possano mettere in pericolo la sicurezza della vita e della salute di altri passeggeri o compromettere la sicurezza del volo. 

10.4.8. Le persone deportate vengono trasportate solo nella classe economy di cabina di un aeromobile. È vietato aumentare la classe di servizio per questa categoria di passeggeri.

10.4.9. La consegna e l’imbarco a bordo di un aeromobile di deportati, persone che sono negate l'ingresso nel paese, vengono effettuate prima dell'imbarco di altri passeggeri.
Lo sbarco di tali passeggeri da un aeromobile è effettuato in ultima istanza, dopo lo sbarco di tutti gli altri passeggeri del volo.

10.4.10. È vietato servire persone potenzialmente pericolose con bevande alcoliche e fornire loro posate di metallo e pasti caldi.

10.4.11. I posti per i passeggeri potenzialmente pericolosi sono forniti in un aeromobile solo nella parte di coda della cabina passeggeri dell'aereo mobile /> Dove possibile, i passeggeri potenzialmente pericolosi devono essere separati da altri passeggeri da una o più file di posti liberi.

10.4.12. I passeggeri potenzialmente pericolosi non sono accettati per il trasporto su voli che trasportano persone "VIP".

10.4.13. Le persone deportate e le persone a cui è stato negato l'ingresso nel paese sono accettate dalla compagnia aerea solo per il trasporto aereo diretto se:
pertinente autorità pubblica che svolge l'espulsione (spedizione) non meno di 24 ore prima del volo ha segnalato e presentato alla compagnia aerea informazioni sufficienti su i deportati (numero del volo, il numero di deportati, ragioni di espulsione, presenza tra i deportati delle persone portate alla responsabilità criminale, presenza di malattie infettive, disturbi mentali, elenco dei funzionari che accompagnano questi deportati);
sono disponibili tutti i documenti necessari per l'accettazione del trasporto di tali persone.

10.4.14. I passeggeri delle categorie "DEPU" e "INAD" sono accettati dalla compagnia aerea per il trasporto aereo di trasferimento se:
la prenotazione del trasporto di tali passeggeri è confermata in tutte le sezioni del percorso di trasferimento;
il trasferimento non è legato al trasferimento di tali passeggeri ad un altro terminal o aeroporto;
il trasferimento non è connesso al pernottamento al momento del trasferimento, il tempo minimo di connessione dei voli non può essere inferiore a quello previsto per questo aeroporto e deve inoltre tenere conto del tempo di trasporto e di sistemazione di tali persone al momento del trasferimento per un altro volo;
il numero dei passeggeri della categoria DEPU su un volo non supera 6 persone e nessuno di essi, come determinato dall'agenzia autorizzata, costituisce un pericolo per l'equipaggio e i passeggeri, il loro trasporto può essere non accompagnato. In questo caso, l'equipaggio è formato, in linea di principio, nella struttura rinforzata dovuto al coinvolgimento degli assistenti di volo maschi.
Se il numero di passeggeri DEPU in un singolo volo è da 6 a 10 persone, al fine di garantire la sicurezza del volo la loro scorta viene effettuata da un dipendente autorizzato dell'organismo competente, rilasciato come membro dell'equipaggio.
Se il numero dei passeggeri DEPU in un singolo volo supera 10 persone, il loro accompagnamento è fornito da due rappresentanti di funzionari autorizzati dell'organo competente, definiti come membri dell'equipaggio.
Dipendenti autorizzati delle autorità competenti sono le forze dell'ordine, i membri del corpo che svolge le funzioni di strutture di applicazione di legge o di sicurezza che sono responsabili per la sicurezza a bordo dell'aeromobile durante il trasporto di passeggeri suddetti. 

10.4.15. I passeggeri della categoria DEPA e INAD che sono in custodia sono accettati per il trasporto se:
tale trasporto è concordato con le autorità competenti degli stati di partenza e di ricezione;
la compagnia aerea non meno di 72 ore prima della spedizione è informata per iscritto circa la data e il percorso di trasporto del passeggero della categoria specificata, le condizioni di trasporto, il livello di pericolo di tale persona e l'elenco dei funzionari che eseguiranno l'accompagnamento di tale persona;
tale trasporto non è legato al trasferimento di questi passeggeri;
sono disponibili tutti i documenti necessari per l'accettazione del trasporto. 
I passeggeri delle categorie "DEPA" e "INAD" accompagnati sono trasportati in quantità illimitate sullo stesso volo. Il numero di assistenti è anche illimitato.
I passeggeri della categoria DEPA in custodia sono accettati per il trasporto su un volo in numero non superiore a una persona, accompagnati da almeno due guardie (dipendenti autorizzati dell'organismo competente rispettivo).

10.4.16. È vietato distaccare i membri di una famiglia deportata uno dall’altro durante il trasporto. Nel caso di trasporto di grandi famiglie deportate, a discrezione della compagnia aerea, è permesso superare il numero massimo di deportati civili sullo stesso volo.

Sezione XI. Check-in e imbarco bagagli

11.1. È consentito trasportare un passeggero in presenza dei documenti necessari per il trasporto aereo e il corrispondente biglietto, debitamente eseguito, con il pagamento del suo costo totale.
Il passeggero deve familiarizzare con le condizioni di check-in dei passeggeri sul sito ufficiale del vettore e/o nel luogo di acquisto del biglietto.

11.2. Per trasporto di passeggeri e imbarco bagagli il vettore o un agente di servizio secondo i termini del contratto di trasporto effettua check-in di passeggeri e bagagli utilizzando sistemi automatizzati di spedizioni (DCS).
La compagnia aerea ha il diritto di offrire ai passeggeri effettuare il proprio check-in on-line sul sito ufficiale della compagnia aerea e/o utilizzando un'applicazione mobile speciale (per dispositivi Android e iOS), e se il passeggero non lo passa da solo – effettuare il check-in automatico del passeggero secondo le regole stabilite dal vettore, pubblici e con i quali i passeggeri devono familiarizzarsi in anticipo sul sito ufficiale del vettore e/o nel luogo di acquisto del biglietto.
L'avviso di check-in viene inviato ai passeggeri sui dettagli di contatto forniti al momento della prenotazione/acquisto del biglietto.

11.3. Il check-in passeggeri e imbarco bagagli sui voli all'aeroporto di partenza secondo le regole generali inizia due ore e termina non meno di 40 minuti prima di partenza del volo secondo l’orario.
L'ora di inizio e di fine di check-in e imbarco bagagli possono variare a seconda delle condizioni di partenza dell'aeroporto e dell'accordo con il rispettivo agente di servizio.

11.4. Il check-in passeggeri online inizia e finisce secondo le regole stabilite dal vettore di quali i passeggeri devono prendere conoscenza in anticipo sul sito ufficiale del vettore e/o luogo di acquisto del biglietto.
Entro il tempo stabilito, il passeggero può personalmente effettuare il check-in per un volo attraverso il sito web della compagnia aerea o tramite una speciale applicazione mobile (per i dispositivi Android e iOS).
Il passeggero deve prevedere un tempo necessario per il check-in (imbarco) bagagli, formalità amministrative necessarie prima del volo e dei requisiti associati con controlli di dogana, quarantena, veterinaria, fitosanitaria, frontiera e altri controlli previsti dalla legge dell'Ucraina e di paese di destinazione/partenza, imbarco a bordo di un aeromobile. 
Se un passeggero che ha effettuato il check-in on-line per un volo o che è stato registrato in modo automatico, viaggia con bagagli, lui deve rivolgersi allo sportello check-in della compagnia aerea nell'aeroporto per effettuare le procedure appropriate d’imbarco bagagli.

11.5. Al fine di rispettare le formalità relative alla procedura di partenza, il passeggero deve arrivare al luogo di check-in passeggero e bagagli della compagnia aerea e al checkpoint con i documenti necessari per il viaggio entro e non oltre un'ora prima dell'orario di partenza previsto del suo volo.
Se il passeggero arriva al check-in e al checkpoint dopo il check-in o arriva senza i necessari documenti di viaggio, la compagnia aerea ha il diritto di annullare la prenotazione e non è tenuta a ritardare la partenza del volo.

11.6. Il check-in passeggeri e bagagli è effettuato sulla base di un biglietto e di un documento che attesta l'identità del passeggero, nonché altri documenti richiesti dalla legislazione dell'Ucraina e del paese di destinazione/partenza o transito.

11.7. La compagnia aerea verifica i documenti del passeggero che vengono presentati a fini di viaggio. In mancanza di documenti debitamente compilati e di visti in entrata, uscita o transito necessari per il passeggero di viaggiare, la compagnia aerea rifiuta il trasporto di passeggeri. In questo caso il rifiuto di trasportare il passeggero sarà considerato volontario.

11.8. Durante il check-in del passeggero, una carta d'imbarco per il volo, che include il suo nome e cognome, il codice IATA o il codice ICAO della compagnia aerea, il numero di volo, la data di volo e l'orario di partenza, l'ora della fine d’imbarco a bordo dell'aeromobile, la classe di servizio e il numero di sedile in cabina viene rilasciato al passeggero.

11.9. Il tempo della fine d’imbarco a bordo di un aeromobile dipende dalle circostanze della partenza del volo ed è stabilito dalla compagnia aerea, sul quale i passeggeri sono informati direttamente all'aeroporto di partenza.
Indipendentemente dal modo di assicurare l’imbarco dei passeggeri a bordo di un aeromobile (trasporto in autobus, scala telescopica ecc.) e la posizione del parcheggio dell'aeromobile, il tempo per l’imbarco di passeggeri in aeroporti in Ucraina non può terminare prima di 10 minuti prima dell'ora di partenza del volo. 
In caso di ritardo di un passeggero a bordo di un aereo, la compagnia aerea ha il diritto di non accettare il passeggero per il trasporto e non è obbligato a ritardare il volo.
In caso di ritardo di un passeggero o di un arrivo mancato in un aeromobile, si ritiene che il passeggero abbia volontariamente rifiutato il volo.

11.10. Durante il check-in di passeggeri e bagagli, il passeggero deve presentare tutto il suo bagaglio e il bagaglio a mano allo sportello del check-in per la pesatura e l'ispezione esterna.

11.11. La compagnia aerea o il suo agente di servizio devono indicare nello scontrino bagagli del biglietto la quantità e il peso del registrato bagaglio accettato e rilasciare per tale bagaglio un biglietto staccabile del tag di identificazione bagagli.
Se il passeggero esibisce un biglietto elettronico, i dettagli relativi alla quantità e al peso del bagaglio sono indicati nel sistema di check-in elettronico e in Itinerary/Receipt.

11.12. Al fine di indicare le condizioni particolari per il trasporto di bagaglio imbarcato, un tag bagagli speciale senza numero è attaccato all'etichetta del bagaglio di identificazione.
A proposito, durante il volo, insieme al passeggero in cabina dell'aeromobile e consentito il trasporto, viene apposto un tag speciale senza numero "Approved cabin baggage" (consentito per il trasporto nella cabina dell’aeromobile) è attaccato ai oggetti che il passeggero tiene da se durante il volo nella cabina dell’aeromobile e che sono consentiti per il trasporto.

11.13. Dopo aver effettuato il check-in e l’imbarco bagagli, la compagnia aerea è responsabile dell'integrità del bagaglio imbarcato.

11.14. Per il trasporto di bagaglio imbarcato che supera i normativi della compagnia aerea per il trasporto gratuito di bagaglio, una tassa stabilita dalla compagnia aerea è addebitata.
Il pagamento per il trasporto di tali bagagli è compilato da una ricevuta per il pagamento del trasporto di bagaglio sopra della norma (EBT) o dell’ordine delle imposte diverse (MSO) o EMD.

Sezione XII. Rifiuto di trasportare passeggeri e bagagli per garantire la sicurezza del volo

12.1. La compagnia aerea ha il diritto di rifiutare il trasporto in qualsiasi fase del trasporto, di annullare una prenotazione o di rimuovere un passeggero dall'aereo se tale azione è necessaria:
in relazione alla necessità di rispettare le leggi del paese di partenza, di arrivo o di transito;
su richiesta delle autorità statali competenti dell'Ucraina o del paese di partenza, di arrivo, di transito.
in altri casi previsti dalla legislazione dell'Ucraina e da questo Regolamento.                    
12.2. Per garantire la sicurezza del volo, la compagnia aerea ha il diritto di negare il trasporto del passeggero o del suo bagaglio in qualsiasi fase del trasporto, annullare la prenotazione o rimuovere un passeggero dall'aereo, sulla base delle proprie decisioni ragionevoli se: 
1) comportamento, età, condizione fisica o mentale del passeggero da un motivo di credere che un passeggero del genere:
necessita di assistenza speciale da parte della compagnia aerea, che non è stata ordinata o che la compagnia aerea non può fornire in determinate circostanze;
causerà disagio ad altri passeggeri; 
porterà a qualsiasi rischio per se stessi o altri passeggeri o proprietà dei passeggeri e della compagnia aerea; 
2) il passeggero non ha rispettato le istruzioni della compagnia aerea per garantire la sicurezza del volo, la qualità e il comfort del trasporto di passeggeri, crea disagi per il trasporto di altri passeggeri, in relazione alla quale la compagnia aerea non può rispettare i propri obblighi ai passeggeri a bordo dell'aeromobile;
3) il passeggero si comporta in un modo che il suo comportamento solleva dubbi sulla dovuta sicurezza del volo durante il trasporto. Il passeggero dimostra comportamenti aggressivi con l'uso di minacce contro altri passeggeri, personale della compagnia aerea e equipaggio dell'aeromobile; 
4) il passeggero ha rifiutato di sottoporsi a ispezioni da parte del personale di sicurezza della compagnia aerea, dell'aeroporto o degli organismi statali competenti; 
5) il passeggero può presentare un pericolo o già presenta un pericolo per altri passeggeri (bagaglio, carico) o l’aeromobile; 
6) il passeggero non ha pagato prima dell'inizio del trasporto la tariffa stabilita o le eventuali tariffe (tasse) che devono essere pagate dal passeggero; 
7) il passeggero non ha presentato per il controllo i documenti necessari per il viaggio;
8) il passeggero cerca di entrare nel paese senza un documento valido d'ingresso; 
9) il passeggero durante il volo ha danneggiato il biglietto o altri documenti di identificazione; 
10) biglietto presentato dal passeggero:
non è valido per il trasporto (in questo caso, la compagnia aerea ha il diritto di ritirare questo biglietto, dichiararlo invalido e rifiutare di restituire il suo valore);
è stato acquisto da una persona che non è la compagnia aerea o il suo agente (in questo caso, la compagnia aerea ha il diritto di ritirare questo biglietto, dichiararlo invalido e rifiutare di restituire il suo valore);
è stato dichiarato perso, rubato, non valida, ha segni di contraffazione o comunque sospetti (in questo caso, la compagnia aerea ha il diritto di ritirare questo biglietto, dichiararlo invalido e rifiutare di restituire il suo valore); 
è stato acquisto per una carta falsa, rubata o invalida (carta di credito);
ha una cedola di volo corretto da chiunque oltre la compagnia aerea o il suo agente di vendita, o viziato (in questo caso, la compagnia aerea ha il diritto di ritirare questo biglietto, dichiararlo non valida e se ci sono motivi, emettere un biglietto duplicato);
ha una prima cedola di volo non utilizzata, e il passeggero inizia il suo viaggio in qualsiasi altro luogo della sosta della rotta per una nuova tariffa non regolata secondo le normative tariffarie del vettore (in questo caso, la compagnia aerea ha il diritto di ritirare questo biglietto, dichiararlo non valido ed attuare il rimborso volontario degli importo in base alle norme della tariffa applicata); 
11) la persona che ha presentato il biglietto non può identificarsi come la persona specificata nel biglietto (in questo caso la compagnia aerea ha il diritto di ritirare tale biglietto, dichiararlo non valido e rifiutare di restituirne il valore); 
12) il passeggero ha già commesso una delle azioni o violazioni menzionate in questo paragrafo e vi sono indicazioni che tale comportamento può essere ripetuto; 
13) la compagnia aerea ha già informato per iscritto il passeggero che essa non può trasportare questo passeggero nei suoi voli in qualsiasi momento dopo la data della notifica; 
14) il passeggero è in stato di alcol o intossicazione. 
In ogni caso, quanto il biglietto è ritirato, la compagnia aerea o il suo agente di servizio rilascia un relativo atto, una copia del quale è data al passeggero, e l'originale rimane nella compagnia aerea.

12.3. Il passeggero a cui è stato negato il trasporto o il trasporto successivo per i motivi di cui alla clausola 12.1 di questa sezione, ha diritto al rimborso obbligatorio dei fondi pagati da lui a norma del paragrafo 20.2 del presente Regolamento.

12.4. Il passeggero a cui è stato negato il trasporto o il trasporto successivo per il motivo specificato nella clausola 12.2 di questa sezione ha il diritto di restituire volontariamente i fondi pagati da lui a norma del paragrafo 20.3 del presente Regolamento.

12.5. In caso di ritardo irragionevole del passeggero da parte della compagnia aerea o del suo agente di assistenza, che è legato al passaggio del controllo per garantire la sicurezza dell'aviazione civile, la compagnia aerea assicura che tale passeggero è inviato al suo prossimo volo su cui ci sono posti liberi.
Se un passeggero rifiuta di volare a causa del ritardo nella procedura di tale controllo, la compagnia aerea, su richiesta del passeggero, rimborsa il prezzo del biglietto o la sua parte non utilizzata.

Sezione XIII. Bagaglio

13.1. Il sistema del trasporto bagagli utilizzato

La compagnia aerea utilizza il concetto a numero "Baggage piece concept" ("PC") per il trasporto di bagagli registrati di passeggeri.

13.2. Requisiti per il trasporto dei bagagli

13.2.1. Il bagaglio del passeggero è accettato per il trasporto durante il check-in nell'aeroporto di partenza, trasferimento, sosta o in un altro punto di check-in di bagaglio.

13.2.2. Le cose del passeggero, a seconda della loro quantità, dimensione, peso e caratteristiche, possono essere trasportati come bagaglio registrato o bagaglio non registrato (bagaglio a mano).

13.2.3. Come bagaglio registrato, per ciascun bagaglio può essere trasportato un bagaglio da peso fino ad un massimo di 32 kg, a seconda della classe di passeggero e della tariffa scelta dal passeggero.
Su preventivo accordo con la compagnia aerea, possono essere accettati i bagagli con dimensioni e peso più grandi.
Un pezzo di bagaglio, il cui peso supera i 32 kg, in assenza del consenso della compagnia aerea per suo imbarco come bagaglio, non è accettato per il trasporto, tale bagaglio deve essere imbarcato dal passeggero per il trasporto come carico. 
Eccezione: Una sedia a rotelle necessaria per un passeggero da spostarsi può essere trasportata come bagaglio registrato indipendentemente dalla dimensione e dal peso gratuitamente.
La somma delle tre misurazioni di un pezzo di bagaglio (lunghezza, larghezza, altezza) presentata dal passeggero per la registrazione non deve superare la dimensione totale di 158 cm (62 pollici).
In assenza di informazioni sul peso del bagaglio nel tag bagagli, si ritiene che il peso di un pezzo di bagaglio imbarcato è di 23 kg.
Il bagaglio che non soddisfa i requisiti specificati e il suo trasporto come bagaglio imbarcato non è stato precedentemente concordato con la compagnia aerea, deve essere imbarcato dal passeggero per il trasporto come carico.

13.2.4. Per i passeggeri che intendono viaggiare con bagaglio registrato e pagare il costo del suo trasporto secondo la tariffa stabilita della compagnia aerea la norma del trasporto gratuito del bagaglio è (per un pezzo bagagli) fino a 23 kg o 32 kg, a seconda del tipo dell’aeromobile e la classe di servizio con la dimensione totale delle sue tre misure fino a 158 cm (62 pollici).
Un bambino di età inferiore a 2 anni (senza un posto separato), escluso il trasporto per una tariffa che non include il bagaglio imbarcato, ha il diritto di trasportare gratuitamente un bagaglio del peso massimo di 10 kg, la somma delle tre dimensioni di cui non supera 115 cm (45 pollici).

13.2.5. La compagnia aerea ha l'obbligo di adottare misure per trasportare il bagaglio imbarcato sullo stesso aeromobile, che trasporta il passeggero e soprattutto quando la normativa vigente richiede la presenza del passeggero durante le procedure doganali per i bagagli imbarcati.
Nel caso di trasporto di bagaglio imbarcato su un altro aeromobile per motivi indipendenti del passeggero (per ragioni di mancanza di capacità dell'aeromobile, ritardato imbarco bagagli da parte del passeggero, ecc) e il bagaglio non è stato caricato sul volo, che porta il passeggero, tale bagaglio viene registrato attraverso un adeguato servizio di ricerca bagagli e contrassegnato da un tag "RUSH".
Tale bagaglio è consegnato al passeggero alla destinazione con il volo più presto disponibile quanto prima possibile.
La compagnia aerea effettua la consegna di tali bagagli al luogo specificato dal passeggero, gratuitamente. Se la consegna del bagaglio ritardato non è possibile e il passeggero è costretto a ricevere il bagaglio personalmente, la compagnia aerea, su richiesta del passeggero, compensa i costi di trasporto sostenuti per il trasporto dei bagagli.

13.2.6. Dopo l'accettazione da parte della compagnia aerea di bagaglio per il trasporto, questo bagaglio passa sotto la responsabilità della compagnia aerea, confermata dalla cedola di identificazione per il numero e il peso del pezzi di bagaglio accettati per il trasporto emessa al passeggero.
Nel caso di un biglietto di carta, l’imbarco e l'accettazione da parte della compagnia aerea del bagaglio per il trasporto sono confermati anche da una iscrizione nello scontrino bagagli sul numero di pezzi e peso del bagaglio accettato per il trasporto.

13.2.7. Dal momento in cui il bagaglio viene trasferito sotto la responsabilità della compagnia aerea fino alla sua emissione, l'accesso del passeggero al bagaglio imbarcato è vietato, salvo casi di identificazione o ispezione supplementare da parte dei rispettivi servizi autorizzati.

13.3. Regole generali per il trasporto di bagagli e bagaglio a mano

13.3.1. Il passeggero è autorizzato a trasportare gratuitamente il suo bagaglio registrato  e il bagaglio a mano entro i limiti del sistema accettato dalla compagnia aerea in conformità a queste norme, alla tariffa e/o alla classe di servizio.

13.3.2. Le regole e il costo del trasporto di bagaglio imbarcato, bagaglio a mano, compresi gli oggetti sotto la supervisione e la responsabilità del passeggero, sono stabiliti dalla compagnia aerea a seconda del tipo di aeromobile e della tariffa pagata dal passeggero per il trasporto.

13.4. Le norme per il trasporto e il pagamento di bagagli imbarcati sopra della norma a seconda del concetto di numero – "Baggage piece concept" ("PC")

La norma del trasporto bagaglio imbarcato per concetto di numero – "Baggage piece concept" (PC) si applica a tutti i voli della compagnia aerea, compresi i voli charter.
Se l'itinerario del passeggero è costituito da più di uno segmento e il trasporto su questo itinerario è effettuato da vettori diversi, le norme per il trasporto di bagaglio imbarcato e le regole del pagamento dei bagagli in eccesso su tale rotta sono stabilite in conformità alle risoluzioni IATA. 
Eccezioni: sui voli del vettore effettuati sulla base di un accordo sull’uso congiunto dei voli (Code Sharing), si applicano le regole per il trasporto di bagagli imbarcati e le regole per il pagamento di bagagli in eccesso del vettore che esegue il volo.
Nota: in ogni caso, le regole per il trasporto gratuito del bagaglio imbarcato indicate nel biglietto sono prese in considerazione.

13.4.1. Le regole del trasporto e pagamento di bagagli sui voli dellUIA

Le regole per il trasporto di bagaglio imbarcato secondo il concetto di numero – "Baggage piece concept" (PC) per tutti i voli della compagnia aerea, compresi i voli charter e voli per rotta, sono determinati dalla compagnia aerea. 
1) Condizioni particolari per il trasporto di bagagli imbarcati sui voli della compagnia aerea:


Categoria di passeggeri

Condizioni di trasporto

Infantili (bambini fino a 2 anni)

Trasporto gratuito del bagaglio registrato – 1 pezzo: peso massimo fino a 10 kg/somma di tre misure (lunghezza x larghezza x altezza) non più di 115 cm (45 pollici) + 1 piccolo passeggino pieghevole o 1 culla o 1 sedile auto per bambini, indipendentemente dalla classe del servizio.
Nota:
È opportuno consentire un sedile auto per bambini da utilizzare nel trasporto aereo. L'idoneità di un sedile auto per bambini per il trasporto aereo deve essere confermata da una apposita etichetta. Il sedile deve essere funzionante e dotato di cinture di sicurezza per il fissaggio del bambino. La dimensione del sedile non deve superare i 42x42 cm (16,5 x 16,5 pollici).
Le culle per il trasporto di neonati sono forniti solo a bordo di aerei a fusoliera larga utilizzati sui voli a lunga distanza della compagnia aerea. Per utilizzare questo servizio per il trasporto di un bambino, è necessario effettuare una richiesta corrispondente durante la prenotazione del trasporto. Su tutti i suoi voli, la compagnia aerea non fornisce culle per il trasporto di neonati.
Se un passeggero viaggia con una culla propria, non è consentito usarla durante il volo. La culla può essere utilizzata solo prima dell’imbarco a bordo un aeromobile dopo lo sbarco. Nella cabina passeggeri, la culla del passeggero deve essere collocata sul rack bagagli.

Passeggeri con disabilità

Gratuitamente 1 sedia a rotelle e altre attrezzature ausiliarie da cui dipende fisicamente il passeggero, indipendentemente dalla classe di servizio.

Attrezzature sportive

L'attrezzature sportive sono soggette alle stesse norme di trasporto gratuito come il bagaglio registrato in base alla tariffa applicabile.

Armi e munizioni

Le armi sono soggette alle stesse regole di trasporto gratuito come il normale bagaglio registrato secondo la tariffa applicabile e il contenitore di munizioni è accettato in peso fino a 5 kg.

Strumenti musicali

Gli strumenti musicali sono soggetti alle stesse norme di trasporto gratuito come il bagaglio registrato in base alla tariffa applicabile.

Animali

Il trasporto di animali è sempre soggetto a pagamento. 
Eccezione: i cani di servizio specialmente addestrati che eseguono le funzioni di scorta dei passeggeri con disabilità sono trasportati gratuitamente.

2) La compagnia aerea stabilisce il pagamento per il trasporto dei bagagli in eccesso per tutti i suoi voli.
La compagnia aerea ha il diritto di stabilire una tassa di servizio per bagagli in eccesso.
Se ci sono diversi pagamenti per il bagaglio registrato su parametri diversi di eccesso delle norme di trasporto bagagli,
viene pagato il loro costo totale.

13.4.2. Le norme di bagaglio gratuiti non si applicano a:
le cose dei passeggeri, indipendentemente dal loro nome, le cui dimensioni non corrispondono alle dimensioni date dalle clausole 13.2.3, 13.4.1 di questa sezione; 
televisori, registratori, ricevitori radio e altre apparecchiature elettroniche di peso superiore a 12 kg per un pezzo;
fiori, piantine vegetali, verdure alimentari, piante essiccate, rami di alberi e cespugli con un peso totale superiore a 5 kg;
corrispondenza, accompagnata da corrieri;
animali domestici o selvatici, uccelli, api e altri animali vivi, salvo quanto previsto dal presente Regolamento.
Passeggeri che non dispongono di bagaglio registrati in base alla tariffa applicabile.

13.4.3. La compagnia aerea può estendere l'elenco di cose non coperte dalle regole per il trasporto gratuito di bagagli.

13.5. Valore dichiarato di bagagli

13.5.1. Il Passeggero ha il diritto di dichiarare il valore del suo bagaglio prima di registrazione e trasporto se la compagnia aerea accetta di trasportare il bagaglio registrato con il valore dichiarato.

13.5.2. Il valore del bagaglio da trasportare è indicato separatamente per ogni pezzo di bagagli.
In caso di dichiarazione del valore del bagaglio registrato, il passeggero deve pagare la tariffa stabilita fino al momento in cui la compagnia aerea accetta tale bagaglio registrato per il trasporto.

13.5.3. Nella conferma del pagamento per il trasporto di bagaglio registrato con il valore dichiarato, la compagnia aerea rilascia al passeggero un ordine delle imposte diverse (MCO) o una ricevuta per il pagamento del bagaglio (EMT) o EMD.
I documenti indicati comprendono il percorso di trasporto del bagaglio valutato, il numero del tag bagagli, il cognome e il nome del passeggero (il proprietario del bagaglio registrato con il valore dichiarato).

13.5.4. La valutazione del bagaglio è effettuata da un specialista rilevante di una camera del commercio con la descrizione e dettagli delle cose valutate di questi bagagli in quattro copie autentiche, la quarta copia rimanendo nella camera.
Le copie dell’atto con la descrizione degli elementi valutati sono firmate da un specialista autorizzato e il proprietario del bagaglio certificate con il timbro dell’istituzione.
La prima copia  dell’atto con la descrizione degli elementi valutati rimane dal proprietario del bagaglio, la seconda copia è presentata alla compagnia aerea (un rappresentante autorizzato), la terza copia è attaccata all bagaglio valutato in aeroporto di partenza dopo il controlla di presenza delle cose valutate in questo bagaglio sulla loro conformità alla descrizione certificata.
Il bagaglio valutato (un pezzo di bagagli), alla presenza del proprietario e un rappresentante autorizzato della  compagnia aerea è chiuso a serratura, accuratamente imballato da un agente dell’aeroporto di partenza e con la partecipazione dei parti del contratto per il trasporto bagagli con il valore dichiarato imbarcato allo sportello di check-in di passeggeri e bagagli (registrato) e accettato dalla compagnia aerea per trasporto.

13.5.5. In caso di perdita di tale bagaglio, la responsabilità della compagnia aerea è limitata al suo valore dichiarato, a meno che la compagnia aerea non dimostri che l'importo richiesto dal passeggero superi l'effettivo interesse del passeggero in consegna del bagaglio.

13.5.6. Il passeggero ha altresì diritto all'assicurazione supplementare del suo bagaglio prima di registrarlo e trasportalo da una società d’assicurazione di sua scelta.

13.6. Requisiti per l'imballaggio di bagagli

13.6.1. Ogni pezzo di bagagli deve disporre di un imballaggio adeguato e corretto che garantisca la sua sicurezza durante il trasporto e la movimentazione e prevenga danni ai passeggeri, membri dell'equipaggio, terzi, aeromobile, bagagli di altri passeggeri o altre proprietà ed escluda anche la possibilità di accesso libero o accidentale al contenuto dei bagagli di persone non autorizzate.
Il bagaglio, che non soddisfa le condizioni di questo articolo, non è accettato per il trasporto.
La compagnia aerea determina l'idoneità e la funzionalità dell’imballaggio dei bagagli.

13.6.2. Il bagaglio che ha dei danni esterni che non pregiudica la sua integrità durante il trasporto e la movimentazione e non può causare danni a passeggeri, membri dell'equipaggio, terzi, aeromobili, bagaglio di altri passeggeri o altre cose possono essere accettati per il trasporto come bagaglio registrato con il consenso della compagnia aerea. La presenza dei danni e del loro carattere deve essere indicata nello scontrino bagagli (tag) dalla compagnia aerea o dal suo agente di servizio, che può anche essere confermata dal passeggero stesso.

13.6.3. La compagnia aerea o il suo agente di servizio ha il diritto di richiedere al passeggero di imballare aggiuntivamente il suo bagaglio.

13.7. Restrizioni all'accettazione per trasporto di cose come bagaglio registrato e bagaglio a mano

13.7.1. Le cose proibite da trasportare come bagaglio: 
prodotti, oggetti, liquidi e altre sostanze che possono creare rischi per la salute di passeggeri, la sicurezza del volo o la proprietà della compagnia aerea o altri passeggeri durante il trasporto, compresi i gas compressi – gas infiammabili o non infiammabili o velenosi, gas domestico, butano, propano, ossigeno, cariche palloncini per immersioni; sostanze caustiche – acidi, alcali, batterie, mercurio e dispositivi contenenti mercurio; esplosivi – munizioni, pirotecnica, missili di segnalazione, munizioni di illuminazione; liquidi e solidi infiammabili – liquidi per accendini e riscaldamento; materiali radioattivi; valigette e custodie con dispositivo di segnalazione incorporato; agenti ossidanti – candeggina, perossido; veleni – arsenico, sostanze di cianuro, insetticidi, erbicidi; materiali infettivi – batteri, colture virali; altri oggetti e sostanze pericolosi – materiali magnetizzati, sostanze aggressivi o irritanti con un forte odore stabile, così come tutti gli altri articoli e sostanze che sono definite in "Istruzioni tecniche su trasporto sicuro di carichi pericolosi per via aerea», ICAO, Doc 9284-AN / 905, come proibiti per il trasporto su aeromobili passeggeri;
prodotti, articoli e farmaci il trasporto dei quali è proibito o limitato dalla legge vigente di qualsiasi paese dal cui territorio, in cui o attraverso cui verrà effettuato il volo;
merci non adatte al trasporto per loro natura, peso, dimensione, forma o odore.
Le cartucce di gas, le cartucce per pistole a gas e le rivoltelle per il trasporto da parte di passeggeri non sono accettate.

13.7.2. È vietato trasportare animali e uccelli vivi e morti, salvo quanto previsto dal presente Regolamento.

13.7.3. Il vettore non è responsabile per oggetti fragili, frangibili e deperibili, apparecchiature elettroniche (foto e video attrezzature, computer, media) software, soldi, chiavi, gioielli (metalli preziosi e semipreziose e gemme), occhiali, oggetti d'antiquariato, opere d'arte, fotografie, prodotti di pellicceria, documenti tecnici, documenti aziendali, i titoli, i farmaci necessari per il viaggio dei passeggeri, documenti medici, passaporti e altri documenti di identificazione, i modelli, cose uniche o insostituibili, altri oggetti di valore.
Queste cose devono essere trasportate sotto la responsabilità del passeggero in bagaglio a mano o a discrezione del passeggero nel bagaglio registrato o nel carico.
Le sigarette elettroniche, le batterie agli ioni di litio, le celle di litio, i medicinali (nell'importo necessario per il viaggio) vengono trasportati in bagaglio a mano.

13.7.4. Previo accordo con la compagnia aerea (non più tardi di 24 ore prima del volo) armi da fuoco e munizioni, ghiaccio secco possono essere autorizzati a trasportare come merce o bagaglio registrato in quantità limitate e in conformità alle norme internazionali di IATA e Ucraina su trasporto di merci pericolose.
Tutte le attrezzature (militari, caccia, campeggio, sport, ecc), munizioni e altre armi, tra cui armi da fuoco e arma bianca antiche, oggetti da punta e  taglio sono trasportati nel bagaglio registrato o nel carico. 
La quantità di munizioni e polvere da sparo per il trasporto da parte di persone come carico non deve superare il peso:
munizioni per armi da fuoco di tutti i calibri 5 kg;
polvere senza fumo e prodotti da esso 5 kg;
polvere affumicata 5 kg;
prodotti di polvere 5 kg;
capsule 5 kg. 
Tali cose devono essere controllate da persone autorizzate, imballate e trasportate correttamente con la registrazione dei relativi documenti, che conferiscono il diritto all'esportazione/all'importazione e al transito nel paese di destinazione.
La responsabilità per le conseguenze della mancata esecuzione di queste procedure è riservata al passeggero.

13.7.5. Il passeggero ha il diritto di includere nel bagaglio registrato:
oggetti dell’uso quotidiano, bevande alcoliche, prodotti alimentari, medicinali non radioattivi e articoli da toletta e beni di prima necessità, compresi i contenitori con aerosol medicali e altre materie e sostanze autorizzate per il trasporto dai rispettivi organismi di regolamentazione in dimensioni e quantità prescritte per ogni una persona conformemente alle disposizioni delle "Istruzioni tecniche per il trasporto sicuro di merci pericolose per via aerea" (ICAO, Doc. 9284-AN / 905).

13.7.6. La compagnia aerea, su richiesta del passeggero, può trasportare oggetti (articoli) di cui ai punti 13.7.1, 13.7.5 di questa sezione come bagaglio non accompagnato (carico), tenendo conto dei requisiti del paragrafo 13.7 del presenti Regolamento.

13.7.7. La compagnia aerea può consentire il trasporto di medicinali nella quantità necessaria nel bagaglio a mano, in caso di conferma della necessità di prendere medicinali durante il volo.

13.8. Diritto di rifiutare di accettare i bagagli per il trasporto

13.8.1. La compagnia aerea ha il diritto di rifiutare di accettare i bagagli registrati per il trasporto se loro non sono imballati correttamente in valigie con serrature o in altri contenitori pertinenti che garantiscano il trasporto sicuro e la movimentazione con l'uso di mezzi convenzionali di movimentazione dei bagagli (carichi).

13.8.2. La compagnia aerea ha il diritto e può rifiutare di trasportare o successivamente trasportare il bagaglio dopo aver concluso sulla base di documenti pertinenti che tali articoli possono contenere materiali o oggetti non autorizzati.
La compagnia aerea non è obbligata a prendere sotto suo controllo e  assumersi la responsabilità per merci o oggetti che essa ha rifiutato di accettare per il trasporto come bagaglio.

13.8.3. Su richiesta del passeggero, la compagnia aerea può trasportare gli articoli di cui ai punti 13.7.1, 13.7.2 e 13.7.4 di questa sezione come bagaglio non accompagnato (carico) tenendo conto dei requisiti della clausola 13.12 della presente sezione.

13.8.4. Il bagaglio registrato di un passeggero che non è arrivato a bordo di un aeromobile è obbligato ad essere scaricato dall’aeromobile.

13.9. Diritto di ispezione

13.9.1. Al fine di garantire la sicurezza dei voli e il monitoraggio delle cose definite nei paragrafi
13.8.1 - 13.8.4 di questa sezione, la compagnia aerea ha il diritto di richiedere al passeggero di passare il controllo di sicurezza dai servizi di sicurezza aerea della compagnia aerea e dell’aeroporto e di fornire i bagagli per l'ispezione e ha anche il diritto di ispezionare o organizzare il controllo bagagli in assenza del passeggero.
Se il passeggero non intende rispettare tale requisito, la compagnia aerea può rifiutare di trasportare il passeggero (bagaglio).

13.9.2. La compagnia aerea non è responsabile per i danni causati al passeggero o al suo bagaglio in caso di rilevazione di raggi X o di altre ispezioni di oggetti vietati per il trasporto, ad eccezione dei casi di negligenza della compagnia aerea.

13.10. Eccesso di bagagli, bagagli non standard e grandi

13.10.1. Il bagaglio sovrappeso e di grandi dimensioni di peso superiore a 23 kg, ma non superiore a 32 kg (un pezzo) è accettato per il trasporto su richiesta del passeggero e solo con il consenso della compagnia aerea e in presenza di capacità  libera a bordo dell’aeromobile per il trasporto e dopo il pagamento del trasporto di tali bagagli dal passeggero, ad eccezione dei casi in cui il trasporto di bagagli è già stato concordato con la compagnia aerea e pagato.

13.10.2. l trasporto di bagagli sopra la norma massima del trasporto gratuito di bagagli stabilita dalla compagnia aerea deve essere pagata dal passeggero prima che il trasporto inizia. Le informazioni e l'obbligo di pagamento di bagaglio in eccesso sono forniti dalla compagnia aerea (il suo agente di vendita e/o agente di servizio) durante la prenotazione del posto sul volo e il check-in del passeggero.

13.10.3. I tipi speciali di bagaglio, quali attrezzature tecniche, attrezzature sportive, strumenti musicali, armi e munizioni, nonché bagagli grandi, animali e uccelli, sono accettati per il trasporto solo con il previo consenso della compagnia aerea e nelle condizioni adeguate e con capacità libera per il trasporto di tali bagagli a bordo dell’aeromobile.

13.10.4. Il passeggero deve rispettare tutti i requisiti speciali stabiliti dalle autorità di regolamentazione e i termini e le condizioni per il trasporto di tali bagagli e pagare il trasporto di bagagli in conformità con la compagnia aerea prevista.

13.10.5. In caso di impossibilità di trasporto di bagagli non standard e di grandi dimensioni come bagaglio registrato, il passeggero deve prevedere in anticipo il bagaglio per il trasporto come carico.

13.11. La procedura di pagamento per il trasporto di bagagli

13.11.1. Il trasporto di bagagli deve essere pagato dal passeggero secondo la tariffa applicabile il giorno del ricevimento per il trasporto del bagaglio (ECT) o l'emissione di un MCO o 'EMD e la data di partenza del volo in base al biglietto.
Tale pagamento può essere effettuato dal passeggero previamente o direttamente nell'aeroporto al momento del check-in.

13.11.2. Se, al punto di partenza del volo, il passeggero ha dimostrato bagagli da trasportare in quantità minore di quello che era stato prepagato, la differenza tra il pagamento e il peso effettivo del bagaglio viene restituito al passeggero.
Se nel luogo di partenza il passeggero ha presentato al trasporto di bagaglio in quantità maggiore di quello pre-pagato, tale bagaglio è accettato per il trasporto dopo il pagamento corrispondente.

13.11.3. In caso di sovraccarico dell’aeromobile o in assenza di un tonnellaggio libero, la compagnia aerea, dopo aver informato il passeggero, ha il diritto di inviare il suo bagaglio al volo successivo o al volo di un altro vettore.
La compagnia aerea determina indipendentemente il bagaglio, che sarà trasportato nel volo successivo o sul volo di un altro vettore.

13.11.4. La compagnia aerea ha il diritto di rifiutare un passeggero per il trasporto di bagagli a causa del mancato pagamento delle tariffe e degli oneri stabiliti dalla compagnia aerea.

13.12. Bagagli non accompagnati

13.12.1. Su richiesta del passeggero e con il consenso della compagnia aerea, i bagagli del passeggero possono essere rilasciati come bagaglio non accompagnato come carico.

13.12.2. Il bagaglio non accompagnato è accettato per il trasporto tra gli stessi punti, tra i quali viaggia il passeggero, secondo il biglietto, e solo dopo la dogana e l'altre procedure con bagaglio da parte del passeggero stesso.

13.12.3. Il trasporto di bagagli non accompagnati viene effettuato dal passeggero in anticipo nella direzione del trasporto merci della compagnia aerea. Una nota di spedizione aerea viene rilasciata su un tale bagaglio accettato per il trasporto.
Il trasporto di tale bagaglio è effettuato in conformità con le regole del trasporto aereo di carichi.
Il pagamento del trasporto di tali bagagli è effettuato dal passeggero alle tariffe per il trasporto di merci, stabilite dalla compagnia aerea.

13.13. Bagaglio a mano (bagaglio non registrato)

13.13.1. Gli articoli che con peso e dimensioni impostati dalla compagnia aerea, che permettono loro di essere sistemati in sicurezza nella cabina di un aeromobile su appositi bagagli o sotto il sedile della sedia sono accettati come bagaglio a mano.
Il bagaglio a mano non deve superare la dimensione della somma di tre misure lunghe 55 cm + larghezza 40 cm + altezza 20 cm, cioè non più di 115 cm (45 pollici) e pesi fino a 7 kg inclusi.
È vietato il posizionamento dei bagagli a mano e degli oggetti permessi al trasporto in tutti i passaggi della cabina di un aeromobile.

13.13.2. Le cose che non soddisfano i requisiti stabiliti della compagnia aerea per la dimensione e il peso dei bagagli a mano o che non sono ammessi a essere trasportati nella cabina passeggeri di un aeromobile sono considerati e rilasciati come bagaglio registrato.

13.13.3. Il bagaglio a mano non deve contenere oggetti e cosa da punta e taglio: coltelli, forbici, aghi, aghi da maglia e altri oggetti acuti e taglienti.
È anche vietato portare a bordo di un aeromobile qualsiasi liquidi, sospensioni, creme, paste di più di 100 ml (grammi) in una bottiglia (tubo) nel bagaglio a mano.
Il volume totale delle suddette sostanze nel bagaglio a mano, imballato in contenitori fino a 100 ml (grammi), non deve superare 1 litro (1 kg) per passeggero.
Così, il permesso sul numero di cose e oggetti e contenitori di sostanze (non vietati per il trasporto) nel bagaglio a mano per passeggero può essere modificato dall'ente autorizzato per l'aviazione civile.

13.13.4. Il bagaglio a mano durante tutto il trasporto è sotto il controllo, la protezione e la responsabilità del passeggero.

13.13.5. Le norme di trasporto di bagaglio a mano


Classe di servizio

Norme applicabili

Indipendente della classe di servizio

Un pezzo di bagaglio a mano di peso fino a 7 kg e dimensioni fino

a 55 х 40 х 20 cm

Indipendente della classe di servizio

In viaggio con un bambino (fino a 2 anni), il passeggero può inoltre trasportare nella cabina 1 sacco (per ogni infantile) di peso fino a 5 kg e fino a 55 x 40 x 20 cm, con abiti, articoli da toletta, giocattoli leggeri e cibo speciale, che potrebbero essere necessari durante il volo.

  • Oltre ai bagagli principali in cabina di un aeromobile, possono essere trasportati i seguenti elementi, che il passeggero tiene con sé e non si mette in valigie:
    • 1 borsa da donna o da uomo;
    • una cartella per carta;
    • pubblicazioni stampate per la lettura in volo;
    • alimenti per bambini necessari durante il volo;
    • 1 ombrello o un bastone;
    • 1 unità di abbigliamento esterno;
    • 1 piccola telecamera o binocolo;
    • 1 computer portatile;
    • 1 coppia di stampelle;
    • una culla per bambini (in presenza di un bambino di età inferiore a 1 anno).

Il peso totale di questi articoli non deve superare i 5 kg.

13.13.6. Le regole e le condizioni per il trasporto di bagaglio registrato e bagaglio a mano e le tasse di trasporto di bagagli in eccesso e bagagli a mano possono cambiare, in quanto i passeggeri sono forniti di informazioni pertinenti sul sito web della compagnia aerea.

ATTENZIONE: Le informazioni attuali sui termini e condizioni specificate nel paragrafo 13.13.6 sono disponibili al seguente link: https://www.flyuia.com/ch/it/information/baggage.

 Sezione XIV. Trasporto delle categorie particolari di bagagli

14.1. Trasporto bagagli nella cabina di aeromobile

14.1.1. Su richiesta del passeggero e con l'accordo della compagnia aerea nella cabina di un aeromobile, possono essere trasportati bagagli (cose) del passeggero, che richiedono speciali precauzioni durante il trasporto o condizioni speciali di trattamento (cose fragili, frangibili e cose che battono e periscono, macchine fotografiche a di video, apparecchiature TV, radio, video, modelli di hardware, strumenti musicali, telefoni cellulari, computer portatili, altri dispositivi elettronici e ottici, ecc.).

14.1.2. Le cose che un passeggero ritiene inadatte per il trasporto nel vano di carico di un aeromobile sono accettate per il trasporto in una cabina passeggeri solo previa convenzione con la compagnia aerea.
Il trasporto di tali cose è pagato dal passeggero secondo le regole della compagnia aerea e in funzione del numero dei posti passeggeri necessari per il suo trasporto.

14.1.3. Il peso di un pezzo non standard di bagagli trasportati in cabina non deve superare 80 kg con dimensioni non più di: altezza 115 cm, lunghezza 65 cm, larghezza 45 cm, che dovrebbero fornire un'occasione disporre tale bagaglio su separati (individuali) posti passeggeri (sedili).
L’imballaggio del bagaglio portato in cabina deve avere bordi arrotondati per evitare lesioni ai passeggeri e danni dei beni e delle attrezzature dell’ aeromobile e soddisfare gli standard sanitari.
Tale bagaglio deve essere adeguatamente fissato su un sedile passeggero (sedili).

14.1.4. La consegna a un aeromobile di bagaglio da trasportare nella cabina dell'aeromobile, il suo carico, sistemazione in cabina dell’ aeromobile, lo scarico e il trasporto all'interno dei terminal aeroportuali sono effettuati sotto la responsabilità del passeggero e per il suo preordinamento e il pagamento di questi servizi ai servizi aeroportuali appropriati.

14.2. Trasporto di animali

14.2.1. La compagnia aerea trasporta animali che non costituiscono un rischio potenziale per i passeggeri, l'equipaggio e non influenzano la sicurezza dei voli.

14.2.2. Gli animali devono essere trasportati a condizione che il passeggero riceva un permesso dalla compagnia aerea al momento della prenotazione prima dell'inizio del trasporto.
Gli animali devono essere posizionati correttamente in contenitori/gabbie e devono avere certificati di vaccinazione validi e certificati sanitari, permessi di importazione nel paese di destinazione o transito.
Gli animali devono essere puliti, ordinati e non avere un cattivo odore.
La compagnia aerea ha il diritto di determinare il modo di trasporto e limitare il numero di animali ammessi per essere trasportati sullo stesso volo.

14.2.3. Trasporto di animali presi dalla compagnia aerea in cabina o come bagaglio registrato insieme al contenitore e il cibo, deve essere pagato come un servizio aggiuntivo per la quale il passeggero deve pagare la tariffa fissata dalla compagnia aerea.
Nella cabina di un aeromobile è consentito di portare gratuitamente:
cani ufficiali, accompagnati da un cinologo, cani guida per i passeggeri ciechi e sordi, nonché contenitori e cibo per tali animali.
Un cane guida/cane di servizio di grandi dimensioni deve avere un collare e una museruola e essere legato a una sedia ai piedi di un passeggero o cinologo.

14.2.4. Per il trasporto di animali domestici, il passeggero è pienamente responsabile per i suoi animali e per la presentazione dei certificati richiesti, permessi, certificati, ecc, richiesti da leggi e regolamenti del paese di partenza e di entrata in vigore. 
La compagnia aerea non è responsabile per il danno, la perdita, il ritardo, la malattia o la morte di tali animali in caso di rifiuto di importarli nel paese di destinazione o di transito, se tale danno non è stato causato a causa della negligenza della compagnia aerea. 
14.2.5. Gli animali domestici, il cui peso supera i 8 kg con il mezzo di trasporto, sono trasportati solo in bagaglio o in scompartimenti di carico di un velivolo, ad eccezione dei cani guida e dei cani di servizio specialmente addestrati.

14.2.6. In caso di mancato adempimento da parte del passeggero delle prescrizioni delle clausole 14.2.1, 14.2.2 di questa sezione, la compagnia aerea ha il diritto, a sua discrezione, al momento del check-in del passeggero di prendere una decisione definitiva sul trasporto o rifiuto del trasporto di animali.

Sezione XV. L’orario

15.1.1. I voli regolari vengono effettuati in base al calendario dello traffico di aeromobili, compilato dalla compagnia aerea, pubblicato in sistemi di prenotazione automatica e sul sito Internet della compagnia aerea. Su richiesta, la compagnia aerea può emettere un calendario di voli pubblicitario per informare il pubblico.
La compagnia aerea conferma che le informazioni fornite o collocate in altri sistemi di prenotazione automatizzati sono accurate, affidabili e esaustive.

15.1.2. I voli a noleggio (voli irregolari) vengono effettuati sulla base di un accordo di noleggio (noleggio di un aeromobile) tra la compagnia aerea e l'operatore turistico.
Questi voli sono effettuati dalla compagnia aerea durante il giorno specificato nel contratto di noleggio ordinato dall'operatore turistico per uno o più voli per il trasporto di passeggeri e bagagli.

15.1.3. La compagnia aerea non è responsabile per errori ed omissioni in orari o altri calendari pubblicati dei voli di altri vettori.

15.1.4. L'orario di partenza del volo e il tipo di aeromobile indicato nell’orario o in altri orari pubblicati di voli e documenti di trasporto della compagnia aerea non sono garantiti e non sono una condizione obbligatoria del contratto di trasporto, ad eccezione del momento di partenza del volo indicato sul biglietto.
La compagnia aerea ha il diritto di modificare l’orario di voli, i calendari dei voli e l'orario di partenza del volo, di cui dovrà informare tempestivamente i passeggeri.

15.1.5. La compagnia aerea ha il diritto di modificare il tipo di aeromobile senza notificare il passeggero.

15.1.6. Il personale della compagnia aerea e del servizio a terra (operatori aeroportuali) deve fornire ai passeggeri informazioni visive e/o acustiche presso l'aeroporto in merito a:
l'ora di partenza e di atterraggio dell'aeromobile;
luogo, ora di inizio e fine del check-in per il volo;
luogo, ora di inizio e fine di imbarco in un aeromobile;
ritardo o cancellazione del volo e motivi per il ritardo o la cancellazione del volo.

Sezione XVI. Cancellazione e ritardo di voli

16.1. La compagnia aerea ha il diritto di ritardare o cancellare un volo per motivi commerciali, e per ragioni che non dipendono da essa.

16.2. La compagnia aerea dovrebbe adottare tutte le misure necessarie per evitare ritardi nel trasporto di passeggeri e bagagli.

16.3. In caso di emergenza, la compagnia aerea ha il diritto, senza preavviso al passeggero, di annullare o ritardare il volo o di cancellare la prenotazione già confermata.
In altri casi, la compagnia aerea o i suoi agenti di vendita sono obbligati a avvertire i passeggeri del ritardo o della cancellazione del volo entro tre ore prima della registrazione.

16.4. In caso di ritardo di volo, la compagnia aerea, indipendentemente o tramite il soggetto del servizio a terra (operatore aeroportuale), informa i passeggeri, tramite mezzi disponibili, all'aeroporto di partenza ogni 30 minuti circa l'orario stimato del ritardo di volo e il tempo di partenza previsto. 

Sezione XVII. Diritti del passeggero di indennizzo in caso di rifiuto di trasporto, cancellazione o ritardo lungo del volo

17.1. La procedura di applicazione dei pagamenti compensativi

17.1.1. Le disposizioni della presente sezione si applicano ai passeggeri di voli regolari e charter, ai quali viene negato l'imbarco contro la loro volontà o il volo viene cancellato o ritardato, a condizione che il passeggero ha una prenotazione confermata per il volo in questione ed è presente al check-in nel tempo stabilito dalle regole della compagnia aerea ed specificato per scritto (anche elettronico), o se il tempo di check-in non viene specificato, non più tardi di 45 minuti prima dell'orario indicato della partenza o ha prenotato un posto sul volo che è stato ritardato o spostato dalla compagnia aerea per un altro volo, indipendentemente dalle ragioni.

17.1.2. Le disposizioni della presente sezione non si applicano ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o a costo ridotto, che non è direttamente o indirettamente a disposizione di altri passeggeri.
Tuttavia, le disposizioni di questa sezione si applicano ai passeggeri ai quali la compagnia aerea ha emesso biglietti ai sensi del programma di fedeltà per i passeggeri che volano spesso e che sono membri del Panorama Club della compagnia aerea e i passeggeri che viaggiano sulla base di biglietti di compensazione.

17.1.3. Nel caso in cui la compagnia aerea paga la compensazione o effettua i servizi previsti nella presente sezione, nessuna disposizione di questa sezione può essere interpretata come riconoscimento della colpa da parte della compagnia aerea o limitazione del diritto del vettore di richiedere il regresso da parte di qualsiasi persona, anche terzi, in conformità con le leggi applicabili del paese di partenza/arrivo del volo.

17.1.4. Nel caso di obblighi ai passeggeri del volo, eseguito sulla base di un accordo "Interline" (sul riconoscimento reciproco dei documenti di viaggio "Interline"), o un accordo "Code-sharing" (sull'uso congiunto di voli "Codesharing"), la responsabilità per la fornitura di servizi e il pagamento della compensazione vengono è investita nel vettore effettivo (operativo), la colpa di cui ha causato il trasporto improprio.
Se il numero di passeggeri che hanno una prenotazione confermata supera il numero di posti disponibili sul vettore contraente, il vettore responsabile della prestazione del servizio e il pagamento della compensazione è il vettore contrattuale che ha rivendicato i biglietti.

17.1.5. I pagamenti per la compensazione previsti da questa sezione sono effettuati sulla richiesta del passeggero nel caso in cui si verifica che la compagnia aerea è direttamente responsabile del rifiuto di trasportare, annullare o prolungare i ritardi dei voli.

17.1.6. Le distanze indicate in questa sezione sono misurate con il metodo della distanza ortogonale del percorso.

17.2. Compensazione del passeggero nel caso di rifiuto di trasporto

17.2.1. Nel caso in cui la compagnia aerea sia motivata ad aspettarsi che il passeggero rifiuti l’imbarco, innanzitutto conduce un'inchiesta per identificare i passeggeri pronti a rifiutare la loro prenotazione confermata in cambio di un accordo tra il passeggero che rifiuta volontariamente di imbarcare e la remunerazione della compagnia aerea.

17.2.2. Oltre a pagare la remunerazione, la compagnia aerea offre un passeggero a scegliere tra:
1) il rimborso del costo di trasporto entro sette giorni, che deve essere pagato in contanti, bonifico bancario elettronico, cauzione bancaria, assegno bancario o un voucher elettronico o, se autorizzato da un consenso scritto del passeggero, sotto forma di assegni di viaggio – intero costo del prezzo del biglietto a cui è stato acquistato, per la parte non utilizzata del biglietto e la parte usata del biglietto o se il volo non soddisfa più le esigenze del passeggero, e, se necessario, fornire il trasporto di ritorno al punto di partenza alla prima opportunità;
2) cambiamento del percorso di trasporto effettuato nelle condizioni di trasporto in questione:
alla destinazione finale alla prima opportunità, o
su richiesta del passeggero alla destinazione finale in un momento successivo in presenza di posti vacanti sul volo.

17.2.3. Il trasporto del passeggero dall'aeroporto in cui è avvenuto il rifiuto del trasporto, all'aeroporto da cui inizia la rotta alternativa proposta dalla compagnia aerea e dall'aeroporto di atterraggio alternativo all'aeroporto in cui il passeggero avrebbe dovuto arrivare sul volo per il quale è stato negato il trasporto, viene effettuato a spese della compagnia aerea.

17.2.4. Se i passeggeri che accettano di volontariamente rifiutare di viaggiare in questo volo sono assenti o insufficienti, la compagnia aerea avrà il diritto di rifiutare il passeggero in transito contro la sua volontà.

17.2.5. Se il passeggero viene negato il trasporto contro la sua volontà, la compagnia aerea effettua un pagamento compensativo nei seguenti importi:
250 euro - per voli fino a 1500 chilometri inclusi;
400 euro - per voli superiori a 1.500-3.500 chilometri;
600 euro - per i voli di oltre 3.500 chilometri.

L'ultimo punto in cui rifiuto di volo o di inadempimento di un volo precedentemente previsto e per cui almeno un posto è stato prenotato, creerà un ritardo nell'arrivo dei passeggeri all'orario previsto viene preso per calcolare la distanza.

17.2.6. La compagnia aerea ha il diritto di ridurre del 50 per cento l'importo della compensazione di cui al punto 17.2.5 di questa sezione se il passeggero è offerto di cambiare il percorso di trasporto fina al punto di su voli alternativi il cui tempo di arrivo non supera quello previsto:
per due ore - per voli fino a 1500 chilometri inclusi;
per tre ore - per i voli da 1500 a 3500 chilometri inclusi;
per quattro ore - per i voli di oltre 3.500 chilometri.

17.2.7. La compensazione non è pagata dalla compagnia aerea se:
1) Il rifiuto di trasporto è stato condizionato se il passeggero:
- è arrivato per il check-in dopo il tempo di completamento stabilito della compagnia aerea;
- ha rifiutato di passare il controllo di sicurezza o di eseguire altre istruzioni della compagnia aerea;
- ha presentato documenti di viaggio non correttamente rilasciati;
- ha presentato un biglietto registrato come perso (rubato) o forgiato.
2) Il volo non può essere eseguito a causa di fattori indipendenti dal vettore (emergenze).
3) Il passeggero che viaggia con biglietto gratuito (ID00) o un biglietto aereo a costo ridotto, che direttamente o indirettamente non è a disposizione degli altri passeggeri, tranne quando la compagnia aerea ha emesso i biglietti in accordo con il programma di fedeltà di passeggeri –  membri del "Panorama Club" e passeggeri viaggiare con i biglietti compensativi.
4) Il passeggero viene trasportato senza un sedile separato (bambini di età inferiore ai 2 anni).
5) Un volo alternativo arriva all'aeroporto di destinazione prima o allo stesso tempo con il tempo del volo originalmente prenotato.

17.2.8. Il pagamento della compensazione non esonera la compagnia aerea dall'obbligo di offrire al passeggero una scelta dei servizi e il rimborso delle spese di cui al paragrafo 17.2.2 e al paragrafo 17.3.5 della presente sezione.

17.3. Indennizza per il passeggero in caso di cancellazione di volo

17.3.1. In caso di cancellazione di un volo la compagnia aerea offre al passeggero i servizi a norma del paragrafo 17.2.2 di questa sezione e la compensazione di cui ai paragrafi 17.2.5 o 17.2.6 di questa sezione.
Il passeggero può avere diritto a compensazione se non lui è informato sulla cancellazione:
due settimane prima dell'orario di partenza previsto del volo; o
in un periodo di non più di due settimane e non meno di sette giorni prima dell'orario di partenza previsto e sono offerti reinstradamento, che permetterà di andare dal punto di origine non più tardi di due ore prima dell'orario di partenza previsto e per arrivare alla destinazione finale entro e non oltre quattro ore dopo l'orario di arrivo; o
meno di sette giorni prima dell'orario previsto di partenza e percorso delle modifiche proposte, che permetterà di andare dal punto di origine non più tardi di un'ora prima dell'ora prevista per la partenza e per arrivare alla destinazione finale entro e non oltre due ore dopo l'orario di arrivo previsto.

17.3.2. La compagnia aerea, annullando o ritardando il volo, fornisce ai passeggeri, su loro richiesta, spiegazioni sulle ragioni della cancellazione o del ritardo del volo.
In caso di necessità di garantire il trasferimento tempestivo dei passeggeri di trasferimento ai voli d'imbarco, la compagnia aerea, alla prima occasione, offre loro alternative di trasporto.

17.3.3. La compagnia aerea non è tenuta a pagare i compensi e rendere i servizi previsti dalla presente sezione se può fornire la conferma che il motivo della cancellazione è stato il verificarsi di circostanze straordinarie o di forza maggiore che non poteva essere impedito anche se tutte le misure possibili sono state prese.

17.3.4. La comunicazione al passeggero circa le regole e le condizioni di trasporto, la procedura di prenotazione dei posti su voli, le tariffe, le tasse (imposte), l’orario e i termini del volo è addebitata alla compagnia aerea, all'agente di vendita, all'organizzazione turistica e ad altre organizzazioni autorizzate nel luogo di conclusione del contratto di trasporto aereo.

17.3.5. In caso di cancellazione da parte della compagnia aerea di un volo e del viaggio successivo del passeggero con un altro volo (voli) o su un altro percorso, il passeggero è offerto gratuitamente e fornito:
1) bevande alimentari e bibite refrigeranti secondo il tempo di attesa per un nuovo volo;
2) un posto in albergo se il passeggero è costretto ad aspettare la partenza per una o più notti o se l'ulteriore tempo di attesa di partenza è maggiore del previsto;
3) trasferimento dall'aeroporto a hotel e all’aeroporto, con alloggio in hotel;
4) due telefonate o messaggi telex, fax o e-mail, se permessi dalle condizioni tecniche dell'aeroporto.

17.3.6. La compagnia aerea presta particolare attenzione alle esigenze dei passeggeri con disabilità e disabili, persone che li accompagnano, nonché alle esigenze dei bambini non accompagnati.

17.4. Servizio al passeggero in caso di ritardo di volo

17.4.1. La compagnia aerea fornisce al passeggero l'assistenza prevista ai punti 1 e 4 della clausola 17.3.5 della presente sezione, in caso di ritardo di volo:
due ore o più dall'orario di partenza previsto del volo fino a 1500 chilometri;
tre ore o più dall'orario di partenza previsto del volo su una distanza di 1500 chilometri fino a 3.500 chilometri;
quattro ore o più dall'orario di partenza programmato per tutti gli altri voli oltre 3500 chilometri.

17.4.2. Se l'esecuzione del volo ritardato è rinviata per il giorno successivo al giorno in cui viene eseguito, come previsto e indicato nel biglietto, la compagnia aerea fornisce ai passeggeri camere, cibo e fornisce una navetta sul tragitto: aeroporto - hotel - aeroporto.

17.4.3. Se il ritardo di volo supera cinque ore, ai passeggeri viene offerto un servizio conforme alla clausola 17.2.2 di questa sezione.

17.5. Compensazione del passeggero per la modifica della classe di servizio

17.5.1. La compagnia aerea non richiede alcun pagamento aggiuntivo dal passeggero se colloca un passeggero in una classe superiore a quella indicata nel biglietto.

17.5.2. Se la compagnia aerea mette un passeggero in una classe inferiore a quella indicata sul biglietto, la compagnia aerea, entro sette giorni, rimborsa:
30 per cento della tariffa - per voli fino a 1500 chilometri inclusi;
Il 50 per cento della tariffa - per i voli compresi tra 1.500 e 3.500 chilometri;
75 per cento della tariffa - per altri voli con la distanza di oltre 3.500 chilometri.

17.5.3. La compensazione per il mettere di un passeggero in una classe inferiore a quella indicata sul suo biglietto è calcolata per il segmento in cui è stata effettuata la riduzione della classe di servizio, con il metodo del tasso di diffusione.

Sezione XVIII. Indennizzo per il ritardo nel trasporto di bagagli

18.1. La compensazione del ritardo nel trasporto dei bagagli è determinata sulla base della necessità di fornire al passeggero i mezzi della prima necessità. In ogni caso, tale compensazione è limitata a US $ 50 (o equivalente in un'altra valuta).

18.2. La compagnia aerea fornisce la compensazione al passeggero in caso di mancato arrivo del bagaglio nel punto di destinazione con il passeggero, se questa destinazione non è il paese della residenza permanente del passeggero.

Sezione XIX. Obblighi della compagnia aerea per informare i passeggeri
sui loro diritti

19.1. Al momento di check-in, la compagnia aerea fornisce ai passeggeri informazioni leggibili e chiaramente visibili dei seguenti contenuti: "Se si è negato il trasporto o il volo è stato annullato o ritardato per almeno due ore, richiede una comunicazione scritta presso lo sportello di check-in o punto d’imbarco indicante i suoi diritti, in particolare per quanto riguarda la compensazione e l'assistenza ".

19.2. Se la compagnia aerea rifiuta di trasportare o annulla il volo, in tal caso, verrà comunicato un avviso scritto a ciascun passeggero interessato, che stabilisce le regole per la concessione di indennizzi e assistenza ai passeggeri.
La compagnia aerea fornisce anche lo stesso messaggio al passeggero il cui volo è stato ritardato per più di due ore.
Le informazioni di contatto per inviare indagini relative alla violazione dei diritti dei passeggeri per compensazione o assistenza sono fornite per iscritto.

19.3. Il passeggero è informato di qualsiasi modifica del programma di trasporto aereo (ritardo, trasferimento del tempo di esecuzione o annullamento del volo) o altre informazioni importanti riguardanti il trasporto aereo e il servizio di passeggeri:
tramite il numero di telefono fornito dal passeggero all'atto dell'acquisto di un biglietto presso il centro di contatto della compagnia aerea o mediante altri mezzi di comunicazione indicati dal passeggero;
via e-mail fornita dal passeggero all'atto dell'acquisto del biglietto sul sito ufficiale dell'UIA (www.flyUIA.com).

Sezione XX. Rimborsi per un biglietto

20.1. Procedura generale di rimborso per un biglietto

20.1.1. I rimborsi per un biglietto inutilizzato (una parte di esso) vengono effettuati presso il luogo di acquisto del biglietto – in una cassa per la vendita di trasporto, in una cassa della compagnia aerea o in una cassa di un uffici di della compagnia aerea e nella valuta in cui è stato pagato il biglietto.

20.1.2. Il rimborso dei fondi da parte della compagnia aerea in Ucraina è effettuato nella valuta nazionale dell'Ucraina.
I rimborsi nelle biglietterie degli uffici della compagnia aerea sono effettuati in conformità alle leggi applicabili del paese di residenza.

20.1.3. Se il pagamento per un biglietto è stato effettuato tramite mezzi elettronici di trasferimento di denaro (tramite una carta bancaria), i fondi saranno restituiti dal venditore del biglietto alla carta di pagamento da cui è stato effettuato il pagamento per il biglietto.

20.1.4. L'importo delle somme restituito per un biglietto inutilizzato (parte di esso) dipende dalle regole della tariffa e delle tariffe applicabili della compagnia aerea e dal tipo di rifiuto del trasporto (volontario o obbligatorio).
La tassa di servizio, stabilita dalla compagnia aerea o dall'agenzia di vendita, non è soggetta al ritorno del biglietto.

20.1.5. I rimborsi sono effettuati sulla base del documento di trasporto inutilizzato (parzialmente inutilizzato), ordines delle imposte diverse (MSO), del documento EMD, della ricevuta del pagamento di bagagli in eccesso.

20.1.6. I rimborsi sono effettuati:
alla persona indicata nel biglietto – in caso di pagamento per il trasporto in contanti o tramite un bonifico bancario;
al conto dell'impresa, dell'istituzione, ecc. – in caso di pagamento mediante un bancogiro;
al conto del titolare della carta di credito, con cui è stato pagato il trasporto;
allo sponsor che ha pagato il trasporto – nel caso di un biglietto per un telegramma-avviso di pagamento anticipato (PTA).

20.1.7. I rimborsi sono soggetti alla presentazione di documenti che attestino l'identità di una persona e un documento che conferma il diritto di ricevere il denaro.

20.1.8. rimborsi vengono effettuati il giorno della cessazione del contratto di trasporto (presentazione di biglietti al cassiere al luogo della loro iscrizione, ricevuta da parte della compagnia aerea della richiesta del passeggero per il ritorno di fondi per il trasporto inutilizzato, rilasciato da un biglietto elettronico).
In caso di impossibilità di restituire il denaro il giorno della cessazione del contratto di trasporto – in un altro termine, con l'accordo delle parti, ma non entro sette giorni, a partire dal giorno successivo a decorrere dal giorno della richiesta della persona.

20.2. Rimborsi forzati per un biglietto

20.2.1. Il rimborso forzato per un biglietto aereo o la ri-prenotazione (ri-rilascia) di questo biglietto senza l'uso di sanzioni è effettuato nei seguenti casi:
cancellazione, trasferimento, ritardo di un volo, su cui un passeggero ha prenotato un posto e un biglietto emesso;
la registrazione errata dei documenti di trasporto da parte della compagnia aerea e/o agente di vendita;
sostituzione della classe di servizio o tipo di aeromobile;
impossibilità di fornire al passeggero un posto in base alla riserva fatta;
inadempienza della compagnia aerea di connettersi al volo per il quale il passeggero ha una prenotazione confermata e che è indicata sullo stesso biglietto del volo precedente;
negato imbarco a causa di non pagamento delle o imposte (tasse) da parte del passeggero in caso di variazione di tariffe o regole per il loro utilizzo di quelle in vigore il giorno della partenza passeggeri dall’aeroporto iniziale indicato nel biglietto; 
l'uso del diritto della compagnia di rifiutare il trasporto per motivi di cui alle clausole 12.1 e 12.5 della sezione XII del presente Regolamento;
una malattia del passeggero o dei membri della sua famiglia che viaggiano con lui, in presenza di un certificato debitamente compilato dell'istituto sanitario;
in altri casi, il rifiuto del passeggero dal trasporto o dal rifiuto della compagnia aerea nel trasporto del passeggero, causato dalla colpa della compagnia aerea.
La ri-prenotazione dei biglietti per un altro volo in caso di ritardo del passeggero sul volo per il quale ha una prenotazione confermata, a causa dell'arrivo in ritardo del volo precedente, in caso di registrazione di trasporto mediante documenti di trasporto separati, viene effettuata senza penalità.

20.2.2. In caso di ritorno forzato del prezzo del biglietto, l'importo restituito al passeggero deve essere uguale all'ammontare:
se non è stata utilizzata alcuna parte del biglietto – un importo pari al costo totale del biglietto, al prezzo al quale è stato acquistato;
se è stata utilizzata una parte del biglietto – un importo pari alla tariffa della parte inutilizzata del trasporto in una direzione e alle imposte aeroportuali (tasse) e imposte (tasse) della compagnia aerea non utilizzate, dal luogo in cui si è verificato il rifiuto di trasporto al luogo di destinazione.

20.3. Rimborso volontario di un biglietto

20.3.1. Nel caso di rimborso volontario dei fondi, cioè se il passeggero desidera restituire l'importa pagato per per il biglietto e tale restituzione è consentita dalle regole dell’applicazione della tariffa, tale importo è calcolato in conformità alle normative tariffarie della compagnia aerea. In primo luogo, la somma di tutte le imporre aeroportuali (tasse) e importe (tasse)  della compagnia aerea non utilizzate è restituito, ad eccezione della tassa di servizio e di altri costi per i servizi effettivamente erogati al passeggero.

20.4. Diritto a rifiutare di restituire fondi

La compagnia aerea ha il diritto di rifiutare di restituire i fondi se:
la richiesta di rimborso è stata presentata dopo la validità del biglietto del passeggero di cui al paragrafo 5.4 della sezione V del Regolamento, e in altri casi previsti dal presente Regolamento;
il biglietto è stato acquistato a prezzi speciali e le regole di utilizzo non prevedono il rimborso del suo valore (in caso dell'acquisto di un biglietto per questa tariffa speciale, il passeggero deve essere informato da parte del venditore – la compagnia aerea o l'agente di vendita al momento della prenotazione), con un notazione rilevante nel biglietto o in un documento altrimenti informativo.

20.5. Rimborso per un biglietto perso (biglietto duplicato)

20.5.1. In caso di un biglietto perso, il rimborso è effettuato da:
la compagnia aerea titolare del biglietto ("vettore sotto il contratto"), se il biglietto è stato rilasciato nell'ambito dell'accordo Interline;
la compagnia aerea ("vettore effettivo"), se il biglietto è stato rilasciato sulla forma della compagnia aerea che esegue il volo.
Il ritorno del prezzo del biglietto può essere effettuato se il biglietto perduto (o parte di esso) non è stato utilizzato o sostituito da un altro biglietto e nessun rimborso è stato effettuato per il questo biglietto.

20.5.2.  La compagnia aerea ha il diritto di addebitare una multa, le imporre (tasse) fissati per tali casi dalla somma dei fondi restituiti.

20.5.3. I fondi per un biglietto duplicato e per un biglietto perso vengono restituiti nell'ordine di regresso e/o tribunale.

20.5.4. Regole simili sono stabilite per il ritorno dei fondi a causa della perdita dell’ordine delle imposte diverse (MSO), EMD e delle ricevute per il pagamento del bagaglio in eccesso (ETV).

20.5.5. Il rifiuto da parte di un passeggero dal rimborso per un biglietto perso non priverebbe il passeggero del diritto di presentare un reclamo al vettore o una richiesta a un tribunale.

Sezione XXI. Comportamento a bordo di un aeromobile

21.1.  Il comportamento di passeggero a bordo di un aeromobile deve essere tale che in base alle regole della compagnia aerea non presenta un pericolo per gli altri passeggeri ed equipaggio e la proprietà di passeggeri e la compagnia aerea.
Il passeggero non può interferire con l'equipaggio nello svolgimento delle loro funzioni e deve seguire le istruzioni del comandante e l'equipaggio dell’aeromobile per garantire la sicurezza del volo, dell’ aeromobile i il volo sicuro e confortevole dei passeggeri.

Il Passeggero è tenuto a rifiutare il comportamento che può causare o causa altri passeggeri a protestare.

21.2. Per garantire la sicurezza del volo, la compagnia aerea ha il diritto di vietare o limitare a bordo di un aeromobile l'uso di apparecchiature elettroniche, telefoni cellulari, computer portatili, registratori portatili, radio portatili, lettori CD, dispositivi di trasmissione, compresi i giocattoli con radiocomando, radio portatili ecc. (ad eccezione degli strumenti acustici artificiali e dei pacemaker cardiaci)

21.3. A bordo di un aeromobile, il passeggero non ha il diritto di essere in uno stato di alcool o di intossicazione o sotto l'influenza di qualsiasi altra sostanza che possa portare a comportamenti pericolosi di passeggeri e il suo funzionamento metterebbe in pericolo altri passeggeri o membri dell'equipaggio e l'equipaggiamento dell'aeromobile e la proprietà dei passeggeri.

L'uso di bevande alcoliche a bordo di un aeromobile è consentito solo nella quantità offerta dalla compagnia aerea.

21.4. Indipendentemente dalla distanza di volo, è assolutamente vietato fumare a bordo di un aeromobile cosi sigarette ordinarie come elettroniche, ecc.

21.5. Se il passeggero non rispetta le disposizioni dei paragrafi 21.1-21.4 di questa sezione, la compagnia aerea ha il diritto di adottare misure che saranno necessarie per la situazione e che la compagnia aerea ritenga necessarie per prevenire tale comportamento.
Tali misure possono includere restrizioni al passaggio del passeggero nell’aeromobile, lo sbarco del passeggero, negazione di imbarco di un aeromobile in qualsiasi punto lungo il percorso di trasporto e trasferimento del passeggero dall'ente pubblico o dalle autorità pubbliche locali per prendere misure di influenza adeguate.

21.6. Se il passeggero non rispetta le disposizioni della presente sezione o in altro modo non rispetta le norme stabilite dalla compagnia aerea, la compagnia aerea ha il diritto di negare il passeggero il trasporto e di applicare misure di diritto amministrativo e civile (per portare alla responsabilità amministrativa, penale, andare al tribunale per compensare i danni), ecc.

21.7. Se, a causa del comportamento proibito del passeggero, la compagnia aerea è stata costretta a svolgere alcune azioni che hanno causato spese aggiuntive, il passeggero è tenuto a compensare la compagnia aerea per tali spese conformemente alla normativa vigente.

Sezione XXII. Accordi delle compagnie aeree

22.1. Queste regole si applicano ai trasporti effettuati in conformità con gli accordi commerciali tra la compagnia aerea e altri vettori (noto come un accordo "sull'uso congiunto di codici"/Codesharing/ "sul reciproco riconoscimento dei documenti di viaggio"/Interline /), anche se nel biglietto è indicato un vettore diverso da quello che effettua effettivamente il trasporto.
Se c'è un tale accordo commerciale, la compagnia aerea (il suo agente di vendita) deve fornire al passeggero durante la prenotazione di trasporto le informazioni sul vettore contrattuale el vettore effettivo.

Quando un passeggero effettua il check-in per un volo, queste informazioni sono fornite dal vettore effettivo o dal suo agente presso l'aeroporto di partenza.

22.2. Se il passeggero ha stipulato un accordo sul trasporto aereo con la fornitura di servizi aggiuntivi a pagamento, il vettore che non ha fornito servizi a pagamento è responsabile del passeggero per il mancato conferimento di tali servizi.
Se la compagnia aerea non ha fornito un servizio a pagamento, la sua responsabilità è limitata all'importo pagato dal passeggero per l'importo dei servizi non pagati.

22.3. La compagnia aerea non è responsabile del trasporto (consegna) del bagaglio fornito da terzi con cui la compagnia aerea non ha effettuato operazioni commerciali.
Se la compagnia aerea fornisce e gestisce in modo indipendente operazioni per il trasporto (trasferimento) del bagaglio di passeggeri, queste norme si applicano anche a tali servizi.
I servizi di trasporto (consegna) di bagagli, forniti dalla compagnia aerea in più, sono pagati dal passeggero.

Sezione XXIII. Compagnie aeree che effettuano i trasporti consecutivi

23.1. Il trasporto effettuato da più vettori consecutivi è considerato un singolo trasporto se, sin dall'inizio del trasporto, questi vettori consideravano tale operazione come un singolo trasporto e tale trasporto è stato completato da un biglietto complesso.

23.2. In caso di trasporto singolo da parte della compagnia aerea e di altri vettori, ciascun vettore che accetta il trasporto di passeggeri e bagaglio (carico) è soggetto al presente Regolamento ed è considerato come una delle parti del contratto di trasporto, in quanto tale contratto riguarda la parte del trasporto effettuato sotto il controllo del vettore particolare.

23.3. La compagnia aerea, se ha rilasciato un biglietto o è il primo vettore indicato nel biglietto o nel biglietto complesso, non è responsabile per i difetti del trasporto che si sono verificati nei siti di trasporto di altri vettori, anche in parte del ritardo o rifiuto di trasportare passeggeri o bagagli.

23.4. In caso di distruzione, perdita, danno, ritardo, rifiuto di trasportare bagagli, il passeggero ha il diritto di presentare una domanda al primo o all'ultimo vettore, nonché al vettore che ha effettuato il trasporto durante il quale sono avvenute distruzioni, perdite, danni, ritardi, rifiuto del trasporto bagagli.

23.5. Se non è possibile identificare il vettore che ha effettuato il trasporto durante il quale è avvenuta la distruzione, la perdita, il danno, il rifiuto del trasporto bagagli, la compagnia aerea è responsabile del passeggero insieme ad altri vettori che hanno partecipato al trasporto o indipendentemente dalla colpa propria, che è stata dimostrata.

Sezione XXIV. Trasporti misti

24.1. Il periodo di trasporto aereo non include alcun trasporto su terra, trasporto marittimo (fluviale) effettuato fuori dell'aeroporto.
Tuttavia, se tale trasporto viene effettuato in base al contratto di trasporto di imbarco, sbarco, carico, consegna, trasbordo, eventuali danni a prova contraria, sono considerati il risultato di eventi che hanno avuto luogo durante il periodo del trasporto aereo.
Se la compagnia aerea senza il consenso del passeggero sostituisce interamente o parzialmente il trasporto che conformemente al’accordo delle parti deve essere effettuato per via aerea, con il trasporto di qualsiasi altro mezzo di trasporto, tale trasporto è considerato un trasporto effettuato durante il tempo di trasporto aereo.

24.2. Nel caso di trasporto misto parzialmente in aereo e in parte da qualsiasi altro mezzo di trasporto, le disposizioni del presente Regolamento, tenuto conto della clausola 24.1 della presente sezione, si applicano al trasporto aereo.

24.3. Qualsiasi disposizione di questo Regolamento non vieta alle parti, nel caso di trasporto misto, di includere nel biglietto disposizioni relative al trasporto con altri mezzi di trasporto, a condizione che le disposizioni del presente Regolamento si applicano al trasporto aereo.

24.4. Il trasporto con altri mezzi di trasporto, tenuto conto della clausola 24.1 di questa sezione, sarà offerto dalla compagnia aerea solo come un agente di tale altro vettore, anche se nel biglietto il trasporto è stato indicato sotto il codice della compagnia aerea.

24.5. La responsabilità della compagnia aerea per la distruzione, la perdita, il danno, il ritardo (rifiuto) del trasporto di bagagli sostenuti durante il periodo di trasporto con altri mezzi di trasporto, è limitata all'importo pagato dal passeggero per il trasporto da un altro mezzo di trasporto.

Sezione XXV. Trasporto aereo effettuato non dal vettore contrattuale 

25.1. Le disposizioni della presente sezione si applicano quando un ente (qui di seguito: il vettore in base al contratto), come principale parte del presente contratto, stipula un contratto di trasporto con un passeggero o con una persona che agisce per conto del passeggero e un altro ente (qui di seguito: il vettore effettivo) svolge tutto il trasporto o una parte del trasporto come il vettore autorizzato in base al contratto, ma non è collegato a tale parte da un vettore successivo nel senso della sezione ХХІІІ di questo Regolamento.

25.2. Nel caso di trasporto di cui al paragrafo 25.1 della presente sezione, il vettore in base al contratto è soggetto alle sue norme per tutto il trasporto e il vettore effettivo è soggetto alle norme del vettore del contratto solo in relazione al trasporto effettuato da lui.

25.3. La dimensione della responsabilità del vettore effettivo e del vettore in base al contratto è limitata dalle norme stabilite dal presente Regolamento.

Sezione XXVI. Trasporti charter

26.1. L'esecuzione di voli charter è regolata dalle regole aeronautiche dell'Ucraina e da questo Regolamento.
La compagnia aerea, in qualità di esecutore di un volo charter (il vettore effettivo), durante l stipulazione di un accordo commerciale con un cliente di un volo charter (il noleggiatore di un velivolo - un operatore turistico) sulla prestazione di voli charter, insieme all'operatore turistico, stabilisce la procedura per la prestazione di servizi e il rimborso conformemente al presente Regolamento.

26.2. I biglietti per voli charter ai sensi del contratto di trasporto aereo sono comportati e rilasciati dal cliente di un volo charter (operatore turistico) o a suo nome da parte di un'agenzia di viaggi.

26.3. I biglietti per voli charter entrano in vigore al momento del ricevimento del pagamento dal noleggiatore di un aeromobile da parte del vettore effettivo del valore totale di volo/voli charter.
La procedura di pagamento per l'esecuzione di un volo charter e il ritorno di somme e la conferma della prenotazione sono fatti dalle parti conformemente alle condizioni dell'accordo commerciale concluso tra la compagnia aerea e il cliente del volo charter.

26.4. I biglietti per voli charter sono validi solo per il trasporto nelle date e per i voli indicati nei biglietti.
Un cliente di un volo charter può modificare la data di partenza e di ritorno del volo, a condizione che tali cambiamenti siano concordati dal cliente del volo (operatore turistico) con i passeggeri e il vettore effettivo (l'esecutore del volo).
Le prenotazioni e le vendite di biglietti per voli charter sono effettuati in conformità ai termini del contratto per l'esecuzione del volo charter.

26.5. I biglietti per i voli charter prevedono restrizioni al loro utilizzo e escludono i diritti dei passeggeri per modificare o cancellare le prenotazioni, come indicato nei termini del contratto di trasporto aereo tramite volo charter.
I biglietti per voli charter (trasporto diretto e inverso) fanno parte di un prodotto turistico, per il quale tutti i servizi sono pagati da un turista direttamente ad un'agenzia di viaggi o un tour operator.

26.6. I biglietti per voli charter pagati per il trasporto aereo e tutti i servizi turistici completi (supporto per i visti, servizi alberghieri e turistici, pasti e escursioni, trasporto terrestre e aereo, informazioni e sostegno ai cambiamenti nei servizi ecc.) possono includere condizioni e restrizioni supplementari per il rimborso delle tasse pagate per questi servizi, previste dal contratto di prestazione di servizi turistici integrati, stabilito dall'operatore turistico in base al contratto di trasporto aereo di charter.

26.7. Il trasporto aereo autorizzato non è soggetto alle disposizioni di cui ai successivi paragrafi e sezioni di queste regole:
paragrafi 5.4, 5.5 della sezione V;
sezione VI;
sezione VII;
8.1, 8.4 della sezione VIII;
sezione XX.

Sezione XXVII.Formalità amministrative

27.1. Documenti di viaggio

27.1.1. Il passeggero è responsabile per l'ottenimento di tutti i documenti di viaggio necessari: visti, permessi, certificati, ecc., nonché per tutte le leggi applicabili in materia di partenza, ingresso e transito del paese di partenza e di arrivo.
La compagnia aerea non è responsabile del passeggero per le conseguenze del fatto che il passeggero non abbia ricevuto tutti i documenti necessari per il viaggio o non abbia rispettato le leggi applicabili del paese di partenza e di arrivo.

27.1.2. Su richiesta della compagnia aerea il passeggero deve presentare alle persone autorizzate della compagnia aerea, rappresentanti delle autorità competenti tutti i documenti per l'uscita, l'ingresso, il transito, le condizioni di salute e di altri documenti richiesti dalle leggi vigenti e consentire alla compagnia di fare e mantenere le loro copie o altrimenti ritenere le informazioni contenute nei relativi documenti.
La compagnia aerea può rifiutare di trasportare un passeggero che non osservi le leggi o i cui documenti non sono rilasciati correttamente o sono suscettibili di causare dubbi sulla loro autenticità, tra cui la mancanza di visti del caso, i soldi, il biglietto per il trasporto di ritorno ecc applicabili.

27.2. Rifiuto di entrare nel paese

27.2.1. La compagnia aerea non è responsabile del rifiuto del passeggero di entrare nel paese di destinazione o di transito.

27.2.2. Il passeggero, su richiesta della compagnia aerea o degli organi o di governo deve pagare l'intero costo del suo trasporto di ritorno, se lui deve tornare al punto di partenza o altrove in connessione con il rifiuto del paese di destinazione di accettare tale passeggero, indipendentemente dal fatto che il paese di destinazione o paese di transito.
La compagnia aerea può utilizzare per il pagamento di tale trasporto i costi di trasporto pagati dal passeggeri in precedenza lasciati a disposizione della compagnia aerea per il trasporto non utilizzato, o qualsiasi altro fondi del passeggero a disposizione della compagnia aerea.

27.2.3. La compagnia aerea ha il diritto di non rimborsare gli importi pagati dal passeggero per il trasporto effettuato al luogo in cui il passeggero è stato rifiutato l'ingresso o al luogo di deportazione.

27.3. Responsabilità del passeggero

27.3.1. Se la compagnia aerea è tenuta a pagare o a depositare qualsiasi importo, a pagare un'ammenda o a fornire una garanzia finanziaria in relazione al fatto che il passeggero non abbia rispettato le leggi vigenti o non ha presentato i documenti necessari per il viaggio o ha presentato documenti falsi o i documenti che contengono informazioni false, il passeggero deve, su richiesta della compagnia aerea, rimborsare l'importo versato o depositato e le altre spese relative alla compagnia aerea.

27.3.2. La compagnia aerea ha il diritto di utilizzare per tutte le spese pagate al punto 27.3.1 di questa sezione qualsiasi importi pagati alla compagnia aerea precedentemente rimanente a sua disposizione per il trasporto inutilizzato o qualsiasi fondi del passeggero a disposizione della compagnia aerea, o ha il diritto di rifiutare nel trasporto se il passeggero non ha rimborsato la compagnia aerea per tali spese.

27.4. Controllo doganale, controllo di sicurezza, controllo passaporti e altri tipi di controllo

27.4.1. Durante l'esecuzione dei trasporti aerei internazionali i passeggeri, i loro bagagli registrati e bagaglio a mano sono necessariamente soggetti a controlli di sicurezza e controllo del passaporto e su richiesta di dogane e di altri organismi autorizzati, altri tipi di controllo.
In ottemperanza alla legge dell'Ucraina "Sulla responsabilità dei vettori durante il trasporto internazionale di passeggeri", la compagnia aerea deve obbligatoriamente verificare la presenza dei documenti necessari per l'ingresso nello stato di destinazione, di transito.


27.4.2. Durante l'esecuzione dei trasporti aerei domestici i passeggeri, i loro bagagli registrati e bagaglio a mano sono necessariamente soggetti a controlli di sicurezza e controllo del passaporto e, su richiesta di altri organismi autorizzati, altri tipi di controllo.

27.4.3. La compagnia aerea non è responsabile del passeggero per eventuali perdite o perdite subite dal passeggero in caso di mancato rispetto dei requisiti di cui alle clausole 27.4.1 e 27.4.2 della presente sezione.

Sezione XXVIII. Responsabilità delle compagnia aerea per il danno e importi di compensazione

28.1. Disposizioni generali sulla responsabilità della compagnia aerea

28.1.1. La responsabilità della compagnia aerea per i danni causati al passeggero, ai bagagli, al bagaglio a mano e al ritardo nei trasporti è limitata dalle norme dell'attuale legislazione internazionale e nazionale dell'Ucraina.
La detta responsabilità non può superare l'importo dei danni reali inflitti al passeggero, che in ogni caso è limitato al danno effettivo dimostrato dal passeggero.

28.1.2. La compagnia aerea non si assume la responsabilità di cui al paragrafo 28.1.1 di questa sezione se dimostra che i suoi dipendenti e gli agenti di servizio autorizzati hanno adottato tutte le misure necessarie per evitare danni o che non sono stati in grado di adottare tali misure.

28.1.3. Nel fare un biglietto, la compagnia aerea, l'agente di vendita deve fornire al passeggero per iscritto le principali disposizioni dei termini del contratto di trasporto aereo, che regolano la responsabilità della compagnia aerea sul passeggero e sul suo bagaglio.
Inoltre, la compagnia aerea (l’agente di vendita) fornisce al passeggero un avviso scritto delle restrizioni applicabili sulla responsabilità della compagnia aerea per passeggeri e bagagli.

28.2. Morte, lesioni fisiche, ritardo del passeggero

28.2.1. La compagnia aerea è responsabile per i danni che hanno causato la morte o il danno fisico del passeggero solo se l'evento che ha causato la morte o il danno fisico è avvenuto a bordo di un aeromobile o durante l’imbarco o lo sbarco del passeggero a bordo di/dall'aeromobile.

28.2.2. La compagnia aerea non può escludere o limitare la sua responsabilità per danni che hanno causato la morte o il danneggiamento corporeo di un passeggero, alle condizioni specificate al paragrafo 28.2.1 di questa sezione, per l'importo di 113100 DSP per ogni passeggero.

28.2.3. La compagnia aerea non è responsabile per i danni che hanno causato la morte o lesioni del passeggero e il cui importo supera specificate nel paragrafo 28.2.2 dimensioni alle condizioni di cui al paragrafo 28.2.1 di questa sezione, la cui somma è superiore a 113.100 DSP per un passeggero se la compagnia può dimostrare che:
tale danno non è stato causato da negligenza o un altro illecito o inattività della compagnia aerea  o dei suoi dipendenti o agenti del servizio; o
il danno è dovuto esclusivamente a negligenza o altro atto illecito o omissione di terzi.

28.2.4. La compagnia aerea in caso di morte o di gravi lesioni di un passeggero immediatamente, ma in ogni caso non oltre quindici giorni dopo l'identificazione della persona deceduta o gravemente ferita che ha diritto alla compensazione, deve disporre un pagamento in anticipo alle persone autorizzate (parenti del decesso/gravemente ferito), che non deve essere inferiore a 16.000 DSP.
Per stabilire la gravità delle lesioni e la percentuale di invalidità possono essere coinvolti i comitati di esperti rilevanti (esperti) così nel luogo di registrazione (di residenza) dell’individuo e come nel luogo dell'arbitrato.

28.2.5. In caso di danni causati da un ritardo durante il trasporto di un passeggero, la responsabilità della compagnia aerea è limitata ad un importo di 4.694 DSP per un passeggero.

28.3. Danni, ritardo di bagagli

28.3.1. La compagnia aerea è responsabile per i danni causati in caso di distruzione, perdita, danno e ritardo del bagaglio registrato, a condizione che l'incidente che abbia causato la distruzione, la perdita, il danno o il ritardo del bagaglio sia avvenuto a bordo dell'aeromobile o quando la compagnia aerea era responsabile del mantenimento del bagaglio registrato.
Tuttavia, la compagnia aerea non è responsabile per danni al bagaglio a causa del suo difetto, delle sue qualità, dei difetti, dell'imballaggio improprio.

28.3.2. Nel caso di bagaglio non registrato, comprese le cose personali del passeggero, la compagnia aerea è responsabile se il danno è causato da colpa sua o da colpa dei suoi dipendenti o agenti di servizio.

28.3.3. La responsabilità della compagnia aerea in caso di distruzione, perdita, danno o ritardo nel trasporto di bagaglio registrato è limitata a 1131 DSP per ogni passeggero al nome del quale è registrato il bagaglio.

28.3.4. Se il passeggero ha dimostrato le perdite realmente subite derivanti da danni al suo bagaglio (valigie, borse, ecc), fornendo la compagnia aerea con i necessari documenti giustificativi da un negozio di riparazione (scontrino fiscale per il pagamento delle riparazioni, etc.) o una prova del valore del bagaglio danneggiato che non può essere riparato (un scontrino commerciale/fiscale), viene concessa una compensazione:
- nell'ammontare di spese di riparazione, in caso di riparazione;
- nell'ammontare certificato, tenuto conto dell'ammortamento, in caso di corretta conferma del valore effettivo delle cose danneggiate.
L'ammortamento del bagaglio (cose) è calcolato come segue:
- nel primo anno dal momento dell'acquisto, il valore viene ridotto del 30% del valore effettivo al momento dell'acquisto della cosa;
- per il secondo anno dal momento dell'acquisto, il valore viene ridotto del 50% del valore effettivo al momento dell'acquisto della cosa;
- nel terzo anno dal momento dell'acquisto, il valore viene ridotto del 70% del valore effettivo al momento dell'acquisto della cosa;
- per il quarto e successivi anni dal momento dell'acquisto, il costo del bagaglio è ridotto del 80% del costo effettivo per l'acquisto di cose.

28.3.5. Qualora un passeggero ha effettuato nel momento del trasferimento del bagaglio alla compagnia aerea una dichiarazione speciale di interesse alla consegna e ha pagato un costo aggiuntivo, se necessario, la compagnia aerea paga un importo non superiore alla somma dichiarata, a meno che non dimostri che tale somma è superiore all'interesse reale dello speditore nella consegna.
La modalità di tale bagaglio per il trasporto è stabilita nella clausola 13.5 del presente Regolamento.
Se il peso del bagaglio non è registrato nella ricevuta del bagaglio, si presume che il peso totale del bagaglio registrato non superi il corrispondente peso del bagaglio della norma stabilita per il trasporto sul percorso e la classe di servizio corrispondenti.

28.4. Trasferimento di unità monetarie

Gli importi specificati nei diritti di prelievo speciali (DPS) sono considerati in questa sezione come riferiti a diritti di prelievo speciali come definiti dal Fondo monetario internazionale (FMI).
Il trasferimento di tali importi alla moneta nazionale in caso di controversie o richieste di passeggeri è conforme al valore delle valute in diritti speciali di prelievo (SDR) alla data della decisione del tribunale o della decisione della compagnia aerea sulla domanda del passeggero.

Sezione XXIX. Reclami e azioni legali

29.1. Presentazione dei requisiti di responsabilità

Ogni domanda relativa alla responsabilità della compagnia aerea per i danni causati durante il trasporto può essere presentata in conformità alle condizioni e ai limiti di responsabilità previsti dalla Convenzione di Montreal, da altri trattati internazionali dell'Ucraina e dalla legislazione dell'Ucraina, che non è in contraddizione con le norme e le regole internazionali, senza pregiudizio della determinazione del circolo delle persone, che hanno diritto a un reclamo e ai rispettivi diritti.

29.2. Importo totale di rimborso

L'importo totale del rimborso che può essere ricevuto dalla compagnia aerea, dal vettore effettivo che ha effettuato il trasporto, dal vettore sotto il contratto e dai loro dipendenti e agenti di vendita e/o di servizio che agiscono nell'ambito delle loro responsabilità, non può eccedere il rimborso massimo che sulla base di questo Regolamento può essere prelevato dalla compagnia aerea, dal vettore effettivo o dal vettore in base al contratto, mentre nessuna di queste persone è responsabile in misura non superiore al limite di compensazione applicabile a questa persona.

29.3. Dipendenti, agenti. Limite dell'ammontare del risarcimento

Se la richiesta è presentata a un dipendente o un agente della compagnia aerea (di vendita e/o servizi) in relazione ali danni di cui al presente Regolamento, come dipendente o agente della compagnia aerea (di vendita e/o di servizio) se esso prova, che ha operato nell'ambito dei suoi doveri ufficiali, ha il diritto di fare riferimento alle condizioni e ai limiti di responsabilità ai quali può riferirsi la stessa compagnia aerea.

29.4. Rappresentazione dei reclami

29.4.1. Il ricevimento di bagaglio registrato da una persona che ha diritto a riceverlo, senza reclami prevede che fino al una prova contraria, che il bagaglio è stato consegnato in buone condizioni e in accordo con il documento di trasporto o della iscrizione che viene memorizzato altri mezzi di stoccaggio.
Il passeggero deve confermare il contrario rilasciando un atto "PIR". Questo atto viene rilasciato da una persona autorizzata dal vettore al giorno dell’arrivo del volo in punto di destinazione prima dell'uscita del passeggero dall’area di controllo bagagli dell'aeroporto.
Un atto "PIR" concluso non è una dichiarazione di colpa o responsabilità del vettore per un trasporto improprio del bagaglio.
Un atto "PIR", che viene rilasciato a richiesta del passeggero dopo averla lasciata fuori della zona di controllo dell'aeroporto, non genera conseguenze civili.
La registrazione del passeggero di un atto "PIR" non è una richiesta pretenziosa da parte del passeggero al vettore.

29.4.2. In caso del trasporto non corretto del bagaglio o passeggero, il passeggero deve inviare alla compagnia aerea  un reclamo scritto immediatamente dopo la scoperta del danno (perdita di contenuto del bagaglio) e non oltre 7 giorni di calendario dal ricevimento del bagaglio registrato.
In caso di ritardo nel trasporto di bagagli o passeggero il reclamo deve essere effettuato dal passeggero entro e non oltre 21 giorni di calendario dalla data in cui il bagaglio è stato messo a disposizione del passeggero.
I reclami sulla perdita dei bagagli vengono portate alla compagnia aerea dopo che il bagaglio viene considerato perduto.
Il bagaglio è considerato perduto, se non viene trovato dai risultati della ricerca entro 21 giorni di calendario dalla data successiva a quella in cui il bagaglio avrebbe dovuto arrivare a destinazione. In questo caso, la domanda alla compagnia aerea può essere nominata nel corso del periodo in conformità con la legge, ma non più di entro tre (3) anni dalla data di arrivo dell'aereo alla destinazione, o la data in cui l’aeromobile avrebbe dovuto arrivare a destinazione, o la data quando il trasporto è stato interrotto.

29.4.3. Ogni reclamo riguardante il trasporto improprio di un passeggero o di bagagli alla compagnia aerea deve essere effettuato per iscritto e consegnato o spedito in conformità alla legge applicabile.
Il reclamo deve essere accompagnato da tutti i documenti necessari che confermano i diritti del passeggero per richiedere il rimborso, a seconda della ragione del reclamo, tra cui:
il biglietto (ricevuta di itinerario), le ricevute fiscali dei servizi di pagamento, ricevuta di pagamento per il bagaglio in eccesso, la cedola staccabile di tag bagagli, un atto del trasporto improprio di bagagli, le informazioni sui ritardi e altri documenti che possono accelerare la considerazione delle domande pretenziosi.
L'importo della pretensione deve essere dimostrato dal passeggero o da un'altra persona interessata.

29.4.4. In assenza di reclami (domande) nei termini stabiliti dal presente Regolamento, per il trasporto aereo internazionale o nazionale, richieste di reclamo alla compagnia aerea non sono accettate, fatta eccezione per il caso di frode da parte di quest'ultima.

29.5. Considerazione dei reclami

29.5.1. I reclami sono trattate nel modo stabilito dalla compagnia aerea.
Dopo il ricevimento della domanda, la compagnia aerea, a seconda della sua complessità e dell'adeguatezza dei documenti ad esso aderenti, la cui mancanza rende impossibile esaminare il reclamo sul merito delle pretensioni, invia al richiedente entro 15 giorni dalla data della sua registrazione una richiesta di notifica che informa il richiedente del ricevimento della domanda, la necessita di presentazione di documenti aggiuntivi e i termini di considerazione del reclamo dopo il ricevimento dei documenti necessari per la considerazione del reclamo.

29.5.2. La compagnia aerea è tenuta a considerare la richiesta e informare il richiedente della sua soddisfazione o deviazione entro tre mesi dalla data di ricevimento, se il trasporto, in relazione al quale è stata presentata la richiesta, è completamente svolto dalla compagnia aerea.

Se altri vettori hanno partecipato a tale trasporto, il periodo di considerazione della pretension può essere esteso a sei mesi, tenendo conto delle attuali regole vigenti di regolamento delle richieste di altri vettori.

29.6. Cause legali

29.6.1. Una causa sulla responsabilità della compagnia aerea per il trasporto aereo improprio di passeggeri o bagagli deve essere presentata alla scelta dell'attore, al tribunale del luogo di registrazione della compagnia aerea o l'ubicazione della sede (di rappresentanza) della compagnia aerea dove il contratto per il trasporto aereo è stato concluso, nei termini in conformità alla legge applicabile, dalla data dell'arrivo a destinazione, o dalla data in cui l'aeromobile avrebbe dovuto arrivare a destinazione o dalla data in cui il trasporto è stato interrotto.
La procedura è determinata dalla legge applicata dal tribunale a cui è stata depositata la causa.

29.6.2. Una causa sulla responsabilità per i danni causati dalla morte o lesioni di un passeggero può essere presentata a uno dei tribunali di cui al paragrafo 29.6.1 della presente sezione sul territorio di uno stato parte che ha aderito alla Convenzione di Montreal o altro applicabile Ucraina internazionale ad agire in dove il passeggero al momento della manifestazione ha residenza principale e permanente e da / per la compagnia aerea che fornisce servizi relativi al trasporto aereo di passeggeri sul loro aereo o aereo di un'altra compagnia aerea sotto transazione commerciale e dove la compagnia aerea svolge attività legate al trasporto aereo di passeggeri che utilizzano impianti in leasing dalla compagnia aerea stessa o un'altra entità con la quale ha un accordo commerciale, o che ne fanno parte o che altre compagnie aeree.

29.6.3. Nel fare delle cause contro la compagnia aerea in Ucraina, la giurisdizione della cause è determinata a base sul luogo della sua iscrizione.

29.6.4. Terminazione dell'esistenza del soggetto responsabile
In caso di cessazione dell'esistenza del soggetto responsabile, la causa per l’indennizzo dei danni è presentata in conformità alle disposizioni di questa sezione ai successori che rappresentano legalmente tale persona o dispongono della sua proprietà.

29.6.5. Prescrizione
Il diritto all’indennizzo è perduto se una causa non è stata fatta per due anni per trasporti internazionali e tre anni per i trasporti nazionali, dalla data di arrivo dell'aeromobile alla sua destinazione o dalla data in cui l’aeromobile avrebbe dovuto arrivare o dalla data di interruzione del trasporto.
La procedura per determinare la prescrizione è stabilita dalla legge applicata dal tribunale a cui è stata presentata la causa.

29.6.6. Causa al vettore effettivo e al vettore in base al contratto
Qualsiasi causa di responsabilità per quanto riguarda il trasporto eseguito dal vettore effettivo potrebbe essere fatta a la scelta del reclamante contro questo vettore o il vettore contrattuale o di entrambi insieme o separatamente.
Se la causa è fatta solo contro uno di tali vettori, esso ha il diritto di coinvolgere l’altro vettore come un co-convenuto o un terzo, e la procedura per tale coinvolgimento ed i suoi effetti sono determinati dalla legge del tribunale.

29.6.7. Diritto di regresso a terzi
Nulla di questa sezione non risolve in alcun modo la questione se la compagnia aerea ha il diritto di regresso a qualsiasi altra persona.

29.7. Dettagli e ubicazione della compagnia aerea

29.7.1. La compagnia aerea – la Società di azioni privata “Compagnia aerea “Ukraine International Airlines” registrata e situate nel rione Shevchenkivskyi di Kiev con sede a: Ucraina, 01030, Kiev, via Lysenka 4.

Indirizzo per la corrispondenza: Ucraina, 02121, Kiev, autostrada Kharkivske, 201-203.

Sezione XXX. Modifiche e aggiunte a queste regole

30.1. La compagnia aerea ha il diritto di apportare modifiche e integrazioni a queste regole, che sono preliminarmente concordate con l'organismo autorizzato sulle questioni relative all'aviazione civile dell'Ucraina.
Le disposizioni e le norme applicabili a queste regole non devono contraddire i trattati e le leggi internazionali applicabili dell'Ucraina, le regole dell'aviazione Ucraina e le risoluzioni IATA.

30.2. I partner di società di azioni privata “Compagnia aerea “Ukraine International Airlines” - vettori nazionali ed esteri dopo l'adozione di accordi di partenariato ("Code-Sharing" e "Interline") sono tenuti a rispettare le norme nazionali sul trasporto aereo nel territorio degli stati in cui loro operano.

30.3. Agente di servizio (di vendita) della compagnia aerea, un agente o dipendente della compagnia aerea non ha alcun diritto di modificare o annullare alcuna disposizione di questo Regolamento, le regole del rispettivo vettore - partner e le condizioni del contratto di trasporto aereo.

Sezione XXXI. Comunicazione con passeggero

31.1. Le disposizioni di questa sezione si applicano a tutti gli agenti di servizio (della vendita) della compagnia aerea, dipendenti e vettori partner che effettuano vendite dei trasporti aerei della società privata "Ukraine International Airlines" nel territorio dell'Ucraina e all'estero.

31.2. La compagnia aerea o il suo agente di vendita informa il passeggero del presente Regolamento, le condizioni del contratto di trasporto aereo e la tariffa applicabile al momento della prenotazione e/o acquisto del biglietto con la pubblicazione di informazioni pertinenti sul sito della compagnia aerea o direttamente presso il punto di vendita dei biglietti.
La compagnia aerea (il suo agente di vendita) presso gli uffici di vendita deve presentare le seguenti informazioni in un luogo prominente e accessibile per il consumatore:
il suo nome completo, la sua sede;
copie delle licenze (certificati, ecc.) per l'attuazione del trasporto aereo (vendita di trasporto);
telefono dell'autorità territoriale per la tutela dei diritti dei consumatori;
libro di commenti e suggerimenti.

31.3. La compagnia aerea (il suo agente di vendita) durante la vendita dei biglietti deve necessariamente informare il passeggero delle seguenti informazioni:
Queste regole e le regole di vettore partner sul trasporto di passeggeri e bagagli (l’agente deve notificare il regolamento interno del trasporto di passeggeri e bagagli del vettore il cui biglietto è usato, o il vettore che è indicato prima sul biglietto, al passeggero) sulla carta in forma di una notizia per passeggero (nel caso della vendita di un trasporto on-line tramite Internet – in modo elettronico tramite il sito web attraverso il quale viene effettuata la prenotazione);
il costo del trasporto sulla rotta in questione - verbalmente presso il punto di vendita dei biglietti alla prenotazione (in caso di vendita on-line attraverso Internet - in modo elettronico sul sito web, attraverso il quale viene effettuata la prenotazione o inserendo le informazioni nella ricevuta dell’itinerario);
prezzi, condizioni e le restrizioni sul trasporto di tariffe speciali al momento della prenotazione per via orale (nel caso di biglietti elettronici - attraverso il sito, tramite il quale viene effettuata la prenotazione);
formalità amministrative quando durante il viaggio sul percorso - oralmente al momento della prenotazione;
limiti di responsabilità del vettore durante il trasporto di passeggero e bagaglio - nel biglietto o nella ricevuta dell’itinerario;
diritti dei passeggeri in caso di trasporto negato, annullamento o ritardo del volo;
beni e merci vietati a trasportare – nel biglietto o nella ricevuta dell’itinerario;
le caratteristiche e le condizioni per il trasporto di passeggeri con disabilità e invalidi e la necessità di ordinare cure speciali durante la prenotazione. 
Quando si acquista un biglietto per i voli della compagnia aerea, il passeggero incondizionatamente concorda con tutte le condizioni del contratto di trasporto aereo e le disposizioni di queste regole.
La compagnia aerea, il vettore partner e il suo agente di vendita, effettuando le azioni promozionali, dovrebbero fornire alla popolazione informazioni complete, accessibili e affidabili sul costo del trasporto, che dovrebbero includere importi della tariffa, tutte le tasse delle compagnia aerai e tasse aeroportuali (tasse).

Sezione XXXII. Controllo sull’osservanza di questo Regolamento

32.1. Il controllo sull'osservanza di questo Regolamento è affidato alla direzione della Società di azioni privata “Compagnia aerea “Ukraine International Airlines”.